Passeggiata araldica

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Passeggiata araldica

Messaggioda Marcello Cantone » venerdì 28 maggio 2004, 10:13

Gentilissimi Colleghi
L’araldica non è la mia professione ma, per uscire dalla routine quotidiana, di tanto in tanto me ne vado in giro per chiese, vicoli e strade alla ricerca di stemmi.
È bello sfogliare blasonari, armoriali e libri d’araldica ma quanta emozione dinanzi ad un’arma dipinta in un quadro o scolpita in un sepolcro, anche se alcune sono naif o tecnicamente non corrette; però penso che sono genuine e non artefatte, come certe armi create elettronicamente. Forse divento vecchio!

Nobili Dame, acuti Frati e gentili Cavalieri vi invito ad una passeggiata e a discutere su alcune armi “BIOLOGICHE” :oops: :oops: :oops: :roll: (se mi permettete il termine) che nel tempo vi proporrò.

Iniziamo con una che ho inviato al solerte Dottor Cravarezza per essere inserita in questa discussione.

Cordiali saluti
Marcello Cantone
Marcello Cantone
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2004, 11:25
Località: Adrano (CT)

Messaggioda T.G.Cravarezza » venerdì 28 maggio 2004, 10:49

Egregio signor Cantone,
mi congratulo per l'ottima iniziativa. Sarà piacevole percorrere questa passeggiata.
Ecco la prima immagine inviatami dal signor Cantone:

Immagine

P.S. La ringrazio per l'appellativo usato nei miei confronti, ma non sono ancora laureato :)
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 28 maggio 2004, 15:40

Egregio Signor Marcello,
la sua è stata davvero un'ottima idea!

Bene o male, l'intero forum era già una specie di passeggiata virtuale negli immensi giardini del simbolo, a rimirare i coloriti fiori ed i saporosi frutti dell'araldica, di cui talvolta riescono a pervenire immagini...

...ma la sua idea è e rimane innovativa, semplice, e ottima.

Iniziamo con (probabilmente) un'impresa anziché con uno stemma :oops: ... ma va bene ugualmente, se non di più!

Ci divertiremo, e non poco. :P

Bene :D vale, acute :wink: amice!
Ultima modifica di fra' Eusanio da Ocre il venerdì 28 maggio 2004, 18:12, modificato 1 volta in totale.
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » venerdì 28 maggio 2004, 18:10

Egregio Signor Cantone,
la Sua idea di proporre stemmi dal "vivo" piuttosto che da freddi blasonari è assai interessante.
La prima immagine che ci ha proposto mi sembra piuttosto "familiare", con stemmi di famiglie siciliane (se non erro almeno tre sono messinesi).
Dove è stata scattata la foto in questione?
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda mcs » venerdì 28 maggio 2004, 18:33

Gent.mo Sig. Cantone,
interessante davvero! Potrebbe essere più preciso sul luogo di rinvenimento?
Grazie.

mcs
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1839
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Messaggioda Marcello Cantone » venerdì 28 maggio 2004, 20:02

La chiesa è quella della "Mercede", il paese è Biancavilla in provincia di Catania, fu costruita da una famiglia del luogo che ne aveva lo Jus patronale, e veniva officiata dai padri scalzi della Mercede.

Saluti Marcello
Marcello Cantone
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2004, 11:25
Località: Adrano (CT)

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 28 maggio 2004, 20:11

Caro Rosario,
mi ha incuriosito moltissimo quando ha scritto di aver identificato buona parte di queste figure
Messanensis ha scritto:...(omissis)...con stemmi di famiglie siciliane (se non erro almeno tre sono messinesi)


Pendo :shock: letteralmente dalle sue labbra...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Elassar » sabato 29 maggio 2004, 8:17

Caro frà Eusanio,
anche io credo di aver identificato almeno due stemmi: uno è una "libera interpretazione" di quello dei Rau marchesi della Ferla (d'azzurro alla fenice d'argento sopra la sua immortalità di rosso, guardante il sole d'oro, orizzontale a destra). Dico una libera interpretazione, perché non è d'azzurro, ma al naturale, e manca inolte il sole, ma si tratta a mio modo di vedere comunque dello stemma dei Rau. La famigliaq in questione è diffusa sia nel messinese sia a Noto (dove si trova il bellissimo palazzo Rau della Ferla nel centro del paese).
in un altro stemma è invece presente il riccio, il che mi fa pensare alla famiglia Riccio o a quella dei Riccioli, anche se i loro stemmi sono parzialmente differenti.
Elassar
Non nobis, Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam
Avatar utente
Elassar
 
Messaggi: 534
Iscritto il: domenica 16 marzo 2003, 10:46
Località: Catania

Messaggioda Messanensis » sabato 29 maggio 2004, 9:55

Concordo con Elassar. Il terzo ed il quarto stemma dovrebbero appartenere, rispettivamente, alla famiglia Riccio (o Rizzo) ed alla famiglia Rao (o Rau).
Il secondo penso sia quello della famiglia Rajneri, di cui avevamo già parlato una volta: "d'azzurro, al sole d'oro figurato di rosso, tramontante nel mare al naturale movente dalla punta".

Tutti e tre gli stemmi avrebbero dovuto avere campo azzurro, mentre nella rappresentazione sembrerebbero avere campo al naturale (potrebbe trattarsi di una libera interpretazione dell'artista?).
Inoltre in quello dei Rao manca il sole, ma non mi sembra un particolare fondamentale (potrebbe essere stato eliminato per inserire l'impresa?).

I Rajneri, i Riccio ed i Rao hanno goduto nobiltà in Messina, ma non solo, perchè li ritroviamo in varie parti della Sicilia.

Sul primo stemma non mi viene in mente niente.
Se può ci dia qualche aiutino Sig. Cantone!

Cordiali saluti,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda T.G.Cravarezza » sabato 29 maggio 2004, 12:51

Gentili signori,
effettivamente questa immagine rappresenta un misto tra delle imprese e degli stemmi. E' come se fossero 4 imprese riunite in un'unica rappresentazione al fine di formare uno stemma. Allo stesso tempo sembrano distinte armi unite a mo' d'impresa, con la scritta all'interno dello scudo. E' davvero particolare e a questo punto penso debba intervenire il signor Cantone a fornirci qualche informazione.
Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda Marcello Cantone » sabato 29 maggio 2004, 20:08

Questa arma/impresa incuriosice,vero? :evil: :idea: :evil:
Dal primo momento che ho visto quest'immagine ho pensato che si trattase di uno stemma che racchiudeva i quarti del committente.
Ho cercato alcuni documenti e tra le mani mi è passato un atto notarile stilato nel 1693; la famiglia X (al momento non voglio rivelare il cognome), dopo la morte del Notaio Don Pietro X e del figlio primogenito U.J.D. Don Antonino, avvenuta a Catania nel terribile sisma che distrusse la Sicilia orientale, fondò alcune messe perpetue nelle varie chiese del paese.
Una per il suddetto Don Pietro X e per sua moglie Donna Eufemia RIZZO ed una per gli avi Alfio e Alfia X; detta Alfia molto probabilmente si cognominava RAO. In quel tempo a Biancavilla c'erano dei Rao o Rau che ricoprivano cariche civiche.
Dopo aver detto questo che cosa ne pensate?
Proviamo a blasonarla?

Saluti Marcello.
Marcello Cantone
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2004, 11:25
Località: Adrano (CT)

Messaggioda Messanensis » lunedì 31 maggio 2004, 9:23

Marcello Cantone ha scritto:Dopo aver detto questo che cosa ne pensate?
Proviamo a blasonarla?


Va bene, ci provo, ma chiedo l'intervento di Frà Eusanio e degli altri colleghi perchè mi correggano.

Inquartato: il 1° d'azzurro, al pozzo al naturale, sostenuto da due leoni d'oro affrontati e coronati dello stesso, sormontati da due (tre?) comete d'oro ordinate in fascia e ondeggianti in palo; al 2° d'azzurro, al sole al naturale figurato di rosso, tramontante nel mare al naturale uscente dalla punta (Rajneri?); al 3° d'azzurro, al riccio passante sulla campagna, il tutto al naturale (Rizzo); al 4° d'azzurro alla fenice d'argento sopra la sua immortalità di rosso, sostenuta da una pianura al naturale (Rao).

Il primo stemma potrebbe appartenere a qualche linea cadetta dei Dal Pozzo? Non mi viene davvero in mente nient'altro.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda Marcello Cantone » lunedì 31 maggio 2004, 11:05

Il pozzo mi sembra terrazzato :roll: , è al naturale o è d'oro come i leoni, o i leoni sono al naturale come il pozzo?
:oops: :oops:
Le comete sono 2, le punte delle comete vanno descritte?
Cosa ne dite della corona?

Cordialmente Marcello

P.S. Fra Eusanio sei in ritiro spirituale :twisted: :twisted: o ci stai scrutando per darci una tua erudita risposta?
Marcello Cantone
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2004, 11:25
Località: Adrano (CT)

Messaggioda T.G.Cravarezza » lunedì 31 maggio 2004, 11:43

Gentile signor cantone,
non riesco a vedere il numero di punte della cometa, ma se è una cometa classica, dovrebbe avere 5 raggi (6 contando la coda), come sottolinea il Crollallanza e non si indica il nuemro dei raggi (se è appunto una cometa classica con coda).
Per quanto riguarda il pozzo, non riesco a comrpendere se è al naturale o dorato e uguale dicasi per i leoni. In linea di masisma però, proporrei il pozzo "al naturale" ed i leoni "d'oro".
Il pozzo si potrebbe definire "terrazzato".
Cordialmente
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6585
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Messaggioda Messanensis » lunedì 31 maggio 2004, 14:18

Marcello Cantone ha scritto:Il pozzo mi sembra terrazzato :roll: , è al naturale o è d'oro come i leoni, o i leoni sono al naturale come il pozzo?
:oops: :oops:
Le comete sono 2, le punte delle comete vanno descritte?
Cosa ne dite della corona?


Il pozzo è di certo al naturale e non d'oro. Il dubbio potrebbe essere sui leoni, ma secondo me sono d'oro.
Altro dubbio sulle comete. Se ne vedono solo due, ma si trovano in una posizione un pò strana: una sopra il pozzo, l'altra sopra uno dei due leoni. Potrebbe darsi che nello stemma originale si trovasse una terza cometa sopra l'altro leone, e che sia stata "tagliata" dalla forma dello scudo (così come potrebbe essere stato omesso il sole nello stemma dei Rao per poter inserire l'impresa).
Che ne pensate?
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1620
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti