Stemma dei Marullo oppure...

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Messaggioda San Marco » lunedì 26 novembre 2007, 8:34

Lo Scorza nella sua opera, indica nel troncato, al contrario dello Spreti, nel 1° l'oro e nel 2° il rosso.
Arma: Spaccato d'oro e di rosso, il 1° ad una colomba d'argento.
Avatar utente
San Marco
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: venerdì 10 novembre 2006, 19:40

Messaggioda Messanensis » lunedì 26 novembre 2007, 10:15

duemulini ha scritto:Grazie innanzitutto per il benvenuto.
Per quanto riguarda lo stemma della famiglia Chiarandà, eravamo già a conoscenza dello stesso ed effettivamente ci ha sorpresi la similitudine con il nostro stemma. Purtroppo però, in nessuno dei documenti che finora abbiamo potuto consultare, si fa un minimo accenno a questa famiglia, peraltro originaria di Caltagirone, il che ci porta ad escludere questa ipotesi.
Diversamente, in 2 distinti documenti del 1724 si legge che un Matteo Marullo nel 1652 fu benefattore del convento e aveva lo ius patronatus della cappella della Madonna dell'Itria (il soggetto della tela su cui è dipinto lo stemma). Fino a qualche decennio fa ai piedi del suddetto altare era anche collocata una lapide dedicata allo stesso benefattore.
Per cui, l'ipotesi di una variante dello stemma dei Marullo è quella che più ci convince. Il problema è che finora non siamo riusciti a suffragare questa ipotesi con fonti certe. Che ne pensate?


Di certo è un buon indizio, ma finora l'unica variante conosciuta dello stemma Marullo è quella già indicata da San Marco.

A proposito del succitato Matteo Marullo, si possono trovare informazioni, dal momento che non è presente nella genealogia della famiglia pubblicata nel sito del Conte Carlo Marullo?


Ho in gran parte ricostruito la genealogia dei Marullo di S. Lucia (originatisi da un Giacomo, fratello di quel Francesco Marullo sposatosi nel 1581 con Lavinia Miano da Castroreale e da un Nicolò, figlio di quest'ultima coppia), omessa da Don Carlo Marullo di Condojanni nel suo libro. Però anche tra i Marullo di S. Lucia non risulta nessun Matteo vivente nella metà del sec. XVII.
Oltre che a S. Lucia, esistevano dei Marullo anche a Castroreale, pure loro non inseriti nella genealogia presente nel libro sulla famiglia. Secondo me è molto probabile che il Matteo in questione appartenesse a quest'ultimo ramo, dato che Barcellona in quel periodo era territorio di Castroreale.

Infine, la corona che sormonta lo stemma, ha qualche significato particolare?


Indica una nobiltà generica.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1549
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 26 novembre 2007, 16:59

antonio p. v. g. ha scritto:d'azzurro, alla colomba al naturale posata su una fascia diminuita e abbassata d'oro.

Nunc imprimatur! :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Antonio Pompili » lunedì 26 novembre 2007, 22:36

Grazie, caro Frate!
Al di là di tante più o meno utili, e più o meno fondate ipotesi, almeno questa è una cosa sicura! :wink:
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3564
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Messaggioda Zaccheo » lunedì 26 novembre 2007, 22:47

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:Per entrambi: al vecchio frate sembra che si sia accennato troppo larvatamente alla "libertà esecutiva" dell'artista, che proprio in quest'esempio può venir osservata con occhio araldicamente critico e scientifico grazie alla possibilità di raffrontare figure interne allo scudo (nella fattispecie, il volatile) con quelle esterne (la corona), traendone le 8) opportune deduzioni... prima di sofisticare sulle teorie! :wink:

Questo è veramente un ottimo insegnamento. Grazie Frate :wink:!

Cordialmente,
Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda duemulini » mercoledì 5 dicembre 2007, 11:48

Ringrazio tutti per le risposte e per la gentilezza. È molto bello il clima di cordialità e rispetto che caratterizza le discussioni in questo forum.
Messanensis ha scritto:Ho in gran parte ricostruito la genealogia dei Marullo di S. Lucia (originatisi da un Giacomo, fratello di quel Francesco Marullo sposatosi nel 1581 con Lavinia Miano da Castroreale e da un Nicolò, figlio di quest'ultima coppia), omessa da Don Carlo Marullo di Condojanni nel suo libro. Però anche tra i Marullo di S. Lucia non risulta nessun Matteo vivente nella metà del sec. XVII.
Oltre che a S. Lucia, esistevano dei Marullo anche a Castroreale, pure loro non inseriti nella genealogia presente nel libro sulla famiglia. Secondo me è molto probabile che il Matteo in questione appartenesse a quest'ultimo ramo, dato che Barcellona in quel periodo era territorio di Castroreale.

Le uniche notizie che conosco riguardo a don Matteo Marullo sono le seguenti: la sua lapide, come riporta una trascrizione, era datata 1719 ed era stata posta dai figli Giuseppe e Giovanna ai piedi dell’altare della Madonna Odigitria. Senza dubbio si tratta del ramo di Castroreale. Inoltre nel libro di don Carlo Marullo di Condojanni nel capitolo V, al paragrafo intitolato “La discendenza primogenita di Don Francesco Marullo e Parra”, si legge: “Michele, figlio dei coniugi Giovanni e Giovanna Marullo e Colonna, fu un ricco proprietario terriero. Egli abitò in Castroreale e in Barcellona, e nelle Vicinanze di quest’ultimo centro, precisamente nella borgata detta San’Antonio, possedette estese tenute agricole e una chiesetta di jus patronatus sul cui prospetto si vedevano scolpite le armi dei Marullo. Michele suddetto sposò in Castroreale Giuseppa Patti Lazzari nel 1801”.
La chiesetta di cui si parla è quella a cui appartiene la citata tela della Madonna Odigitria, con lo stemma: il suddetto Michele (siamo già alla fine del sec. XVIII) presumibilmente poteva essere un discendente di Matteo Marullo. Purtroppo non sono riuscito a ritrovare nessuna altra informazione al riguardo.
Sapreste indicarmi qualche strada da seguire per cercare di ricostruire questo ramo dei Marullo? Come si fa una ricerca in tal senso?
duemulini
 
Messaggi: 27
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 11:17

Messaggioda Messanensis » sabato 8 dicembre 2007, 14:23

duemulini ha scritto:Sapreste indicarmi qualche strada da seguire per cercare di ricostruire questo ramo dei Marullo? Come si fa una ricerca in tal senso?


Si dovrebbe consultare l'archivio parrocchiale di Castroreale, ma so che è ha molte lacune.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1549
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

marullo?

Messaggioda Massimo Cavalloni » mercoledì 9 gennaio 2008, 20:45

rispondo al quesito sullo stemma se è marullo o no.
L'arma dei Marullo (di Condojanni ) è così blasonata:
Troncato: di rosso e di oro, alla colomba d'argento nel primo,
posata sulla partizione.
é possibile che esistano forme diverse di questo stemma, ma sarebbero
solo brisure, mentre quello da lei sottoposto è proprio diverso.
Massimo cavalloni
Avatar utente
Massimo Cavalloni
 
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 3 aprile 2007, 20:06
Località: marina di pietrasanta

Re: marullo?

Messaggioda duemulini » lunedì 14 gennaio 2008, 15:24

Stiamo valutando un'altra ipotesi. Negli anni '70 la tela ha subito un restauro: i colori potrebbero essere stati modificati, magari perchè poco visibili, proprio durante il restauro. Vorremmo contattare quelli della Sovrintendenza per avere qualche documentazione a proposito.
Nel frattempo ci siamo rimessi in contatto con il Sig. Conte Carlo Marullo, vediamo se potrà aiutarci.
duemulini
 
Messaggi: 27
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 11:17

Messaggioda Massimo Cavalloni » lunedì 14 gennaio 2008, 21:50

sarebbe un lavoro eseguito da incapaci, ma trattandosi di una tela lo escluderei, per esempio un mio stemma sito accanto all'altare della nostra cappellina a firenze è stato,in seguito all'alluvione di storica memoria, ridipinto con colori diversi ma si tratta di un altorilievo in pietra alla quale l'alluvione aveva completamente cancellato gli smalti, invece di documentarsi certi "restautatori" preferiscono l'invenzione creativa.
Massimo cavalloni
Avatar utente
Massimo Cavalloni
 
Messaggi: 82
Iscritto il: martedì 3 aprile 2007, 20:06
Località: marina di pietrasanta

Re: Stemma dei Marullo oppure...

Messaggioda duemulini » mercoledì 24 luglio 2019, 14:24

Riprendo questa vecchissima discussione per aggiungere un elemento che potrebbe essere utile a spiegare il mistero relativo al colore dello sfondo di uno stemma dipinto su una tela (vedi primo post).
Riassumendo: ci sono parecchi indizi che portano a pensare che la tela in questione sia stata commissionata dalla famiglia Marullo, ma lo stemma dipinto ha uno sfondo blu mentre quello conosciuto della famiglia è rosso/oro.

Girovagando sulla rete ho trovato questa immagine tratta da un testo di SCIPIONE MAZZELLA di Napoli del 1586:

https://ibb.co/wYhBDkp

Il testo è visionabile anche su Google Libri (pag. 436): https://books.google.it/books?id=n1DqyCum4poC&lpg=PA432&ots=dIyYs-7ErQ&dq=gio%20battista%20marvllo%20condianne&hl=it&pg=PA436#v=onepage&q&f=false

Eravate a conoscenza di questa variante dello stemma dei Marullo?
duemulini
 
Messaggi: 27
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 11:17

Re: Stemma dei Marullo oppure...

Messaggioda duemulini » lunedì 19 agosto 2019, 17:39

Mi sa che nessuno ne era a conoscenza (neanche la famiglia Marullo [cool.gif] )...
duemulini
 
Messaggi: 27
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 11:17

Re: Stemma dei Marullo oppure...

Messaggioda Messanensis » martedì 20 agosto 2019, 14:01

Anticamente in Sicilia l'usanza di utilizzare brisure per differenziare i vari rami di una famiglia era più diffusa di quanto si pensi.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1549
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Stemma dei Marullo oppure...

Messaggioda Messanensis » martedì 20 agosto 2019, 14:11

D. Matteo Marullo era figlio di D. Francesco e di Donna Lavinia Miano (figlia quest'ultima di un Matteo Miano). Sposò Elisabetta Cocuzza di Castroreale ed ebbe Donna Giuseppa e Donna Giovanna. Era fratello di D. Giovanni (che si spostò a Milazzo) e D. Nicolò (che si spostò a S. Lucia) di cui facevo cenno in un precedente post.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1549
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Re: Stemma dei Marullo oppure...

Messaggioda duemulini » mercoledì 21 agosto 2019, 11:35

Grazie mille per queste preziose informazioni!
duemulini
 
Messaggi: 27
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 11:17

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti