stemma ecclesiastico

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 27 aprile 2005, 16:46

sebpasq ha scritto:Sarebbe a dire che vorrei aiutare questi sacerdoti ad avere degli stemmi, ma prima che lei mi rispondesse non sapevo se questi si dovessero registrare presso qualche elenco, ufficio o registro.

No, non esiste alcun obbligo del genere.

Intuisco anche che l'obbligo di avere uno stemma c'è solo per i vescovi e l'alto clero in genere, ma non per i parroci.

Intuisci bene.

Se non erro una volta il Vaticano aveva un ufficio apposito per l'araldica o sbaglio?
Saluti.


Di fatto, la pubblicazione dei primi Annuari Pontifici senza gli stemmi dei Cardinali (negli anni '70/'80) ha segnato la fine di ogni attività araldica da parte vaticana.

Bene :D vale
Ultima modifica di fra' Eusanio da Ocre il mercoledì 27 aprile 2005, 16:53, modificato 1 volta in totale.
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda MMT » mercoledì 27 aprile 2005, 16:49

Non si tratta di obbligo ma di necessità!

Si il Vaticano aveva un ufficio di araldica e se non erro lo presiedeva Mons. Heim... ma è stato chiuso :roll: e non vado avanti sennò poi dite che cell'ho sempre con lo stesso papa. :roll:


Michele.
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 27 aprile 2005, 16:54

Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:Non si tratta di obbligo ma di necessità! Si il Vaticano aveva un ufficio di araldica e se non erro lo presiedeva Mons. Heim...(omissis)...


No, Mons. Heim operava a titolo personale.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda MMT » mercoledì 27 aprile 2005, 16:55

allora ricordavo male. Grazie per la correzione, vecchio mio! :wink:


Michele.
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda sebpasq » mercoledì 27 aprile 2005, 17:02

Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:Non si tratta di obbligo ma di necessità!
Michele.


E infatti proprio per questo che mi vorrei adoperare per aiutare i parroci interessati ad adottare uno stemma e far capire loro l'importanza dell'araldica nel loro campo.
Sono sicuro che prima o poi lo IAGI o qualche sua "costola" organizzerà un convegno sulla necessità e l'utilità dell'araldica in genere ed in particolare di quella ecclesiastica.

Saluti.
sebpasq
 
Messaggi: 321
Iscritto il: venerdì 17 gennaio 2003, 18:08

Messaggioda MMT » mercoledì 27 aprile 2005, 17:05

Già, per esempio potresti dire lorom se hanno un capitolo di una cattedrale (per esempio), che gli stemmi dei canonici potrebbero essere dipinti o comunque visualizzati sul coro.

Questa è la prima idea che mi viene in mente.


Michele.
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda sebpasq » mercoledì 27 aprile 2005, 17:16

Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:Già, per esempio potresti dire lorom se hanno un capitolo di una cattedrale (per esempio), che gli stemmi dei canonici potrebbero essere dipinti o comunque visualizzati sul coro.

Questa è la prima idea che mi viene in mente.


Michele.


Anche se non sono completamente digiuno circa l'araldica ecclesiastica, non posso definirmi un esperto per cui alfine di evitare brutte figure e stemmi "errati" credo che chiederò l'aiuto ed il supporto di qualche esperto (magari qualcuno appartenente allo IAGI).
Prima però credo sia giusto chiedere all'Arcivescovo della Diocesi se loro non hanno già qualche consulente, non vorrei scavalcare eventuale personale già qualificato e addetto alle questioni araldiche; so che Mons. Forte (tra l'altro nominato proprio dal Card. Ratzinger) tiene molto alla simbologia, per cui credo che prima mi consulterò con lui.

Grazie.
sebpasq
 
Messaggi: 321
Iscritto il: venerdì 17 gennaio 2003, 18:08

Messaggioda MMT » mercoledì 27 aprile 2005, 17:20

Non capisco: sentire il vescovo senza convincere i parroci, che senso ha? :shock:
Piuttosto bisogna convincere i parroci che poi si rivolgeranno al vescovo, anche se non ho ben capito perchè quest'ultimo si dovrebbe risentire, visto che ognuni parroco può scegliere l'artista che gli pare per farsi fare uno stemma personale! :shock: :shock: :shock:

Michele.
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 27 aprile 2005, 17:31

sebpasq ha scritto:Anche se non sono completamente digiuno circa l'araldica ecclesiastica, non posso definirmi un esperto per cui alfine di evitare brutte figure e stemmi "errati" credo che chiederò l'aiuto ed il supporto di qualche esperto (magari qualcuno appartenente allo IAGI).

Bravo.

Prima però credo sia giusto chiedere all'Arcivescovo della Diocesi se loro non hanno già qualche consulente, non vorrei scavalcare eventuale personale già qualificato e addetto alle questioni araldiche; so che Mons. Forte (tra l'altro nominato proprio dal Card. Ratzinger) tiene molto alla simbologia, per cui credo che prima mi consulterò con lui.
Grazie.


Giusta premura, la tua. Ma attenzione: la figura del "consulente" non è poi così diffusa, e se :roll: davvero le diocesi disponessero di "qualificati addetti", sarebbe cosa nota, risaputa, e... buona! :P

Inoltre, siccome il parroco che (a livello personale) volesse usare uno stemma si trova esattamente sullo stesso livello di un qualsiasi privato, non credo proprio che abbia bisogno di chiedere il permesso a chicchessia... ferma restando una devota e filiale informativa ufficiosa nei confronti del Vescovo, se ritenuta necessaria!

Ma solo se volesse, non certo perchè deve!

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda sebpasq » mercoledì 27 aprile 2005, 17:35

Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:Non capisco: sentire il vescovo senza convincere i parroci? :shock:
Piuttosto bisogna convincere i parroci che poi si rivolgeranno al vescovo, anche se non ho ben capito perchè quest'ultimo si dovrebbe risentire, visto che ognuni parroco può scegliere l'artista che gli pare per farsi fare uno stemma personale! :shock: :shock: :shock:

Michele.

E' vero ma mi darà ragione del fatto che se l'Arcivescovo ha già incaricato qualcuno di occuparsi di questa questione forse sarà meglio saperlo, no? Almeno io la penso così.
A convincere i parroci non è che ci voglia molto, ma comunque voglio capire se nella Diocesi ci sono già progetti a riguardo; secondo me prima di contattare i parroci è sempre meglio sentire prima i vescovi, ma posso anche sbagliarmi, ripeto non sono un esperto delle procedure per l'araldica ecclesiastica e non so per esempio se i parroci possono crearsi lo stemma che vogliono senza seguire una linea della Diocesi o viceversa.
Per esempio: lo stemma della Diocesi può essere usato solo dal Vescovo o anche da altri appartenenti a quella Diocesi? Questa è solo una delle tante questioni da affrontare.
Comunque sono sicuro che sarà molto affascinante aiutare i parroci a creare il loro stemma, soprattutto uno stemma che rispetti tutte le regole araldiche e che segua la filosofia dell'araldica ecclesiastica (ovvero utilizzare i simboli più adatti, i motti più adatti, etc).

Saluti.
sebpasq
 
Messaggi: 321
Iscritto il: venerdì 17 gennaio 2003, 18:08

Messaggioda sebpasq » mercoledì 27 aprile 2005, 17:39

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:
sebpasq ha scritto:Anche se non sono completamente digiuno circa l'araldica ecclesiastica, non posso definirmi un esperto per cui alfine di evitare brutte figure e stemmi "errati" credo che chiederò l'aiuto ed il supporto di qualche esperto (magari qualcuno appartenente allo IAGI).

Bravo.

Prima però credo sia giusto chiedere all'Arcivescovo della Diocesi se loro non hanno già qualche consulente, non vorrei scavalcare eventuale personale già qualificato e addetto alle questioni araldiche; so che Mons. Forte (tra l'altro nominato proprio dal Card. Ratzinger) tiene molto alla simbologia, per cui credo che prima mi consulterò con lui.
Grazie.


Giusta premura, la tua. Ma attenzione: la figura del "consulente" non è poi così diffusa, e se :roll: davvero le diocesi disponessero di "qualificati addetti", sarebbe cosa nota, risaputa, e... buona! :P

Inoltre, siccome il parroco che (a livello personale) volesse usare uno stemma si trova esattamente sullo stesso livello di un qualsiasi privato, non credo proprio che abbia bisogno di chiedere il permesso a chicchessia... ferma restando una devota e filiale informativa ufficiosa nei confronti del Vescovo, se ritenuta necessaria!

Ma solo se volesse, non certo perchè deve!

Bene :D vale


Caro frate
la ringrazio è proprio questo che volevo sapere.
Sinceramente non so se la Diocesi si avvalga già di un consulente; magari sono io che non ne sono a conoscenza, ma mi informerò.

Saluti.
sebpasq
 
Messaggi: 321
Iscritto il: venerdì 17 gennaio 2003, 18:08

Messaggioda MMT » mercoledì 27 aprile 2005, 17:46

sebpasq ha scritto:
Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:Non capisco: sentire il vescovo senza convincere i parroci? :shock:
Piuttosto bisogna convincere i parroci che poi si rivolgeranno al vescovo, anche se non ho ben capito perchè quest'ultimo si dovrebbe risentire, visto che ognuni parroco può scegliere l'artista che gli pare per farsi fare uno stemma personale! :shock: :shock: :shock:

Michele.

E' vero ma mi darà ragione del fatto che se l'Arcivescovo ha già incaricato qualcuno di occuparsi di questa questione forse sarà meglio saperlo, no? Almeno io la penso così.
A convincere i parroci non è che ci voglia molto, ma comunque voglio capire se nella Diocesi ci sono già progetti a riguardo;
non credo sia ritenuta, purtroppo cosa così importante da investire tutta la diocesi! già è tanto che se ne interssi una parrocchia...
secondo me prima di contattare i parroci è sempre meglio sentire prima i vescovi, ma posso anche sbagliarmi, ripeto non sono un esperto delle procedure per l'araldica ecclesiastica e non so per esempio se i parroci possono crearsi lo stemma che vogliono senza seguire una linea della Diocesi o viceversa.
non riesco a capire, aiutami, come una cosa personale possa esser stabilità da un ente grande come una diocesi! :shock:
Per esempio: lo stemma della Diocesi può essere usato solo dal Vescovo o anche da altri appartenenti a quella Diocesi? Questa è solo una delle tante questioni da affrontare.
Lo stemma della diocesi è meglio che lo usi esclusimavente il vescovo, inquartandolo o comunque aggiungendolo al proprio, a scanso di equivoci!
Comunque sono sicuro che sarà molto affascinante aiutare i parroci a creare il loro stemma, soprattutto uno stemma che rispetti tutte le regole araldiche e che segua la filosofia dell'araldica ecclesiastica (ovvero utilizzare i simboli più adatti, i motti più adatti, etc).

Saluti.


in bocca al lupo! :wink:

Michele.
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 27 aprile 2005, 17:54

sebpasq ha scritto:E' vero ma mi darà ragione del fatto che se l'Arcivescovo ha già incaricato qualcuno di occuparsi di questa questione forse sarà meglio saperlo, no?

Aspetta: intendi dire che in una certa diocesi si intende procedere all'assegnazione a tappeto di uno stemma per ogni parroco? :shock:

A convincere i parroci non è che ci voglia molto,

:shock: ...e magari un'assegnazione coattiva!?

...(omissis)...lo stemma della Diocesi può essere usato solo dal Vescovo

Lo stemma della diocesi (se esiste) è della Diocesi... il Vescovo invece ha sempre il proprio, che può contenere simboli che richiamano la diocesi, oppure no.

...(omissis)... sono sicuro che sarà molto affascinante aiutare i parroci a creare il loro stemma, soprattutto uno stemma che rispetti tutte le regole araldiche e che segua la filosofia dell'araldica ecclesiastica (ovvero utilizzare i simboli più adatti, i motti più adatti, etc).
Saluti.


La fase creativa, in araldica, è sempre affascinante... ma talora è anche la più ostica, soprattutto quando il titolare ha in mente idee poco araldiche, che è sempre :oops: duro cercare di controbattere scientificamente!

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda sebpasq » giovedì 28 aprile 2005, 10:06

No non credo proprio che in una "certa" Diocesi si proceda all'assegnazione a tappeto di stemmi ad ogni parroco. Scusi ma da cosa deduce cio? Non mi sembra io abbia mai voluto sottintenderlo!
Sono d'accordo che la creazione di uno stemma serio, specie per un prelato, sia un impegno, ma anche un piacere e anche se l'araldica ha delle regole, almeno secondo me, bisognerebbe abbandonarsi alla fantasia e all'estro (se uno ce l'ha) pur restando nell'orbita delle regole tradizionali. Nel caso il prete volesse inventare uno stemma senza senso vorrebbe dire che non avrebbe bisogno più di me e sarebbe lasciato al suo destino araldico; comunque sono proprio curioso di constatare sia il livello di cultura araldico-simbologica dei sacerdoti e che cosa ne può uscire con questa operazione di "araldizzazione" di alcuni preti che conosco.
Spero di inziare questa "missione" il più presto possibile e naturalmente vi terrò aggiornati su eventuali novità o su eventuali consigli che potreste darmi.

A presto.
sebpasq
 
Messaggi: 321
Iscritto il: venerdì 17 gennaio 2003, 18:08

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 29 aprile 2005, 17:35

sebpasq ha scritto:No non credo proprio che in una "certa" Diocesi si proceda all'assegnazione a tappeto di stemmi ad ogni parroco. Scusi ma da cosa deduce cio? Non mi sembra io abbia mai voluto sottintenderlo!

Certo che no! Infatti la domanda te l'ho fatta per chiarirmi le idee, che avevo confuse... ora ho capito, ti ringrazio e mi scuso dell'involontario malinteso.

Sono d'accordo che la creazione di uno stemma serio, specie per un prelato, sia un impegno, ma anche un piacere e anche se l'araldica ha delle regole, almeno secondo me, bisognerebbe abbandonarsi alla fantasia e all'estro (se uno ce l'ha)

É questo il problema: a volte se ne ha anche troppa... :roll:

pur restando nell'orbita delle regole tradizionali. Nel caso il prete volesse inventare uno stemma senza senso vorrebbe dire che non avrebbe bisogno più di me e sarebbe lasciato al suo destino araldico;

No, :oops: perdonami, ma invece questo sarebbe proprio il momento in cui egli avrebbe bisogno di essere araldicamente aiutato! :shock: :wink:

comunque sono proprio curioso di constatare sia il livello di cultura araldico-simbologica dei sacerdoti e che cosa ne può uscire con questa operazione di "araldizzazione" di alcuni preti che conosco. Spero di inziare questa "missione" il più presto possibile e naturalmente vi terrò aggiornati su eventuali novità o su eventuali consigli che potreste darmi.
A presto.


A tua disposizione, come sai già... :wink:

Aspetto tue.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

PrecedenteProssimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti