Pagina 6 di 6

Re: Longhi di Bergamo

MessaggioInviato: giovedì 31 agosto 2017, 11:30
da marcello semeraro
Se qualcuno di voi possiede il testo del Marchetti Longhi, potrebbe gentilmente citare integralmente cosa scrive sullo stemma di Celestino V?

Re: Longhi di Bergamo

MessaggioInviato: venerdì 1 settembre 2017, 15:11
da Romegas
Il Marchetti-Longhi, nella sua opera, nelle pag.30 e 31 dice:" ....nell'aver infine, come supponiamo, assunti qual propri medesimi emblemi nobiliari del Longhi, il leone rampante cioè di nero in campo bianco e sotto banda, qual vediamo intarsiato nel marmo della Basilica di Collemaggio, nella necessità che il pontefice di umilissima nascita ebbe di foggiarsi uno stemma.". A pag.31 nella nota n°4 si legge: "....la nostra supposizione è suggerita dalla duplice coincidenza dello stemma di Celestino con quello dei Longhi, eccetto lieve divario nella disposizione della banda; e del nome di celestino che fu già proprio di Celestino IV dei castiglioni di Seprio, che, come vedremo, furono un altro ramo dei Longhi di Milano derivato dai Conti Longhi di Brescia.".

Re: Longhi di Bergamo

MessaggioInviato: venerdì 1 settembre 2017, 16:25
da marcello semeraro
Grazie Piero, gentilissimo come sempre.

Re: Longhi di Bergamo

MessaggioInviato: lunedì 4 settembre 2017, 19:45
da marcello semeraro
Secondo il Ciacconio, il cardinale Longhi portava uno scudo d’argento, al leone d’azzuro, attraversato da una banda trinciata del primo e di verde. Tuttavia, di questo stemma esistono anche versioni con smalti diversi. Qual è quello autentico?
Gli esemplari presenti sul suo sarcofaco visibile nella basilica di S. Maria Maggiore a Bergano non recando indicazioni cromatiche.

Re: Longhi di Bergamo

MessaggioInviato: domenica 7 ottobre 2018, 10:29
da Kunu
Nel volume Il cardinale Guglielmo de Longis de Adraria di Bergamo editore Staderini Roma il Marchetti Longhi specifica di non avere discendenti ne altri aventi diritto al titolo . Esistono solo i cugini Serventi Longhi ma non nomina mai ne Paoli ne de Paolis.