Titolo nobiliare.

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Titolo nobiliare.

Messaggioda Nino » mercoledì 24 settembre 2003, 19:34

Salve a tutti. Alzando gli occhi all'insu' ho notato su un palazzo della mia città il seguente stemma:
Arma del marchese d'Alcontres , fratello se non erro del principi Stagno d'Alcontres.
Sormontato da una corona a 5 perle (visibili) sormontato da un elmo chiuso a sua volta sormontato da una piccola indecifrabile corona.
Qual è il corretto titolo?
Che presunta parantela lo legava al fu marchese d'Alcontres?

Stemma: Come si blasona?
Arma d'azzurro con un leone rampante d'oro inoronato dello stesso ed una piccola barra
sempre d'oro, che dalla meta dello scudo (sinistra di chi guarda) scende coprendo le parti intime del leone fino alla punta dello scudo?

(Effettivamente la descrizione fa venire l'indigestione....ma non so far di meglio :-)

Grazie
Nino
Nino
 
Messaggi: 61
Iscritto il: venerdì 25 aprile 2003, 11:00

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 26 settembre 2003, 23:43

credo anch'io come lei che la "piccola barra" possa essere una banda, magari diminuita; il dubbio che essa parta o meno dal cantone destro del capo mi sembra risolto dall'anaraldica ma efficacissima descrizione dell'amico Nino in quanto, se la banda avesse avuto una posizione diversa dal normale, non sarebbe riuscita a coprire le "parti intime" del leone...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Nino » sabato 27 settembre 2003, 18:00

Lo stemma in questione è sul portone. In un'altro palazzo ho visto a colori una pessima ricostruzione a colori fatta da un pittore senza cognizione araldica alcuna.

Corona: di marchese.
Arma: d’azzurro al leone rampante d’oro coronato dello stesso, alla banda d’oro diminuita ed abbassata sul tutto.
(à codice d’or dèportè en dextre usando il linguaggio del programma Maitre d’Armes)
(copre comunque le parti intime del leone)
Affinche non si debba dire ch'io non conosca la storia della mia città
Come faccio a sapere a quale famiglia apparteneva?

Saluti
Nino
Nino
 
Messaggi: 61
Iscritto il: venerdì 25 aprile 2003, 11:00

Messaggioda Messanensis » lunedì 29 settembre 2003, 14:09

Anch'io mi sento di escludere che questo stemma appartenga alla famiglia Stagno d'Alcontres. Su quale palazzo lo ha visto con esattezza? E' sicuro che i colori siano proprio quelli descritti?

Cordialmente,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1593
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 29 settembre 2003, 21:01

Cari amici, gli Stagno (dello stesso ceppo dei francesi Estaing) portavano per stemma un semplice e nitido bandato...

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 1 ottobre 2003, 18:13

lo stemma degli Stagno, a me, risulta essere: d'oro alle cinque fasce d'oro diminuite ondate d'azzurro.
Un nuovo enigma?


No, è soltanto :mrgreen: senescenza precoce del sottoscritto (delle cui conseguenti sviste chiedo venia :oops: ).

Le confermo che lo stemma degli Stagno è dato "d'oro, a cinque fasce ondate d'azzurro" sia dal Libro d'oro della nobiltà italiana (a prescindere dall'edizione), che dal Dizionario storico-blasonico (vol. II, pag. 559) del Crollalanza, che dalle Famiglie nobili siciliane (pag. 123) del Palizzolo-Drago.

A parziale scusante della mia decrepitezza :wink: , tuttavia, mi preme precisare che Goffredo di Crollalanza, nella seconda tavola di disegni posti in fondo alla sua Enciclopedia araldico-cavalleresca, mette al centro della fila inferiore uno stemma "di rosso, a tre bande d'argento" a fronte del cognome Stagno. D'accordo, non è il bandato che mi credevo, però... quel disegno esiste, e non solo nei miei vagheggiamenti :roll: ! E, soprattutto, G.d.C. scrisse l'Enciclopedia con tanto di dedica ufficiale al patriziato siciliano, da lui omaggiato nella premessa: poteva permettersi di sbagliare così platealmente uno degli stemmi omaggiati?

Lei chiede se è un nuovo enigma: boh... :shock:...a me mi pare... :| :wink:

Bene :D vale, senectute :cry: complangete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » giovedì 2 ottobre 2003, 18:14

Secondo me è stato un errore di chi disegnò le tavole, di cui il Crollalanza non si avvide, o di cui si avvide troppo tardi.
Per esempio si possono riscontrare numerosi errori di questo tipo nell'opera di V. Palizzolo Gravina "Il blasone in Sicilia": pur essendo esatta la descrizione dell'arma, in diversi casi il relativo disegno nelle tavole risulta clamorosamente errato. Infatti nell'appendice generale alle tavole vi sono le versioni corrette dei non pochi stemmi che erano stati raffigurati in maniera sbagliata.
Penso che abbiamo risolto l'enigma! :wink:
Cordialmente,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1593
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 2 ottobre 2003, 18:34

Speriamo, caro Rosario! :P

Il suo ragionamento è tutt'altro che peregrino, ma un dubbio mi resta: sul problema dello squilibrio fra un testo di araldica e le illustrazioni che l'accompagnano ci sarebbe da :cry: lagnarsi a lungo, ma ad onor del vero va detto che le illustrazioni interne all'Enciclopedia di G.d.C. sono :shock: tutte corrette! Ed anche la maggior parte degli altri stemmi lì disegnati di famiglie nobili siciliane sono esatti, sia nelle tre tavole di coda, che nel grande disegno a inizio testo...

Certo, l'errore del disegnatore (e del correttore di bozze, se non di G.d.C. stesso) è possibile: ma siamo sicuri che nessun ramo degli Stagno abbia avuto mai un "di rosso, a tre bande d'argento"?

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » giovedì 2 ottobre 2003, 19:32

Il Galluppi nel suo "Nobiliario di Messina" (1877) e nello "Stato presente della nobiltà messinese" (1881) scrive che la famiglia Stagno in quell'epoca si trovava divisa in tre rami principali:
1) quello dei principi d'Alcontres che univano all'arma d'oro, a cinque burelle ondate d'azzurro vari quartieri di successione e di alleanza come La Rocca, Ardoino, ecc.;
2) il ramo dei conti Stagno Navarra che portavano lo stemma partito nel I di Stagno e nel II di Navarra;
3) infine il ramo rappresentato dai fratelli Rosario e Salvatore Stagno.

Da ciò si deduce che nell'epoca in cui fu scritto l'enciclopedia del Crollalanza nessun ramo vivente degli Stagno portava l'arma raffigurata nella tavola in questione.
Anche ammettendo che in precedenza un ramo degli Stagno avesse portato un di rosso, a tre bande d'argento, mi sembra strano che, volendo inserire l'arma degli Stagno, il Crollalanza abbia scelto proprio quella di un ramo secondario e per di più probabilmente estinto (visto che il contemporaneo Galluppi non ne fa alcuna menzione).

Secondo me si tratta dell'unico errore che è sfuggito al meticolso controllo del Crollalanza, il quale, bisogna dirlo, realizzò un'opera straordinaria.

Cordiali saluti,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1593
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 2 ottobre 2003, 19:52

Sì, il ragionamento è valido e testimoniato (anche se il Galluppi pare tacere su un eventuale stemma dei fratelli Rosario e Salvatore Stagno :twisted: ...).

Non resta che cercare il movente di quelle tre bande peregrine, e soprattutto dare un titolare allo stemma inizialmente proposto dal Sig. Nino, che è ancora rimasto orfano del suo padrone...

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » giovedì 2 ottobre 2003, 20:09

Il Galluppi tace sullo stemma dei due f.lli rappresentanti il terzo ramo ma mi pare logico attribuire loro l'arma d'oro, a cinque burelle ondate d'azzurro, senza inquartamenti o partizioni ulteriori... Se non fosse stato così penso che il Galluppi l'avrebbe specificato... :P

Riguardo lo stemma descritto dal Sig. Nino non ho proprio idea a chi possa appartenere. Ci vorrebbe qualche altro indizio...
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1593
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 2 ottobre 2003, 20:20

1) "...Il Galluppi tace sullo stemma dei due f.lli rappresentanti il terzo ramo ma mi pare logico attribuire loro l'arma d'oro, a cinque burelle ondate d'azzurro, senza inquartamenti o partizioni ulteriori... Se non fosse stato così penso che il Galluppi l'avrebbe specificato..." : può darsi. Non avendo altre prove, né pro né contro, conviene fermarsi a questo stato di cose.

2) "...Riguardo lo stemma descritto dal Sig. Nino non ho proprio idea a chi possa appartenere. Ci vorrebbe qualche altro indizio...": sì, e per ora restiamo in attesa.

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » giovedì 2 ottobre 2003, 20:23

:oops: Sfogliando il "Blasone di Sicilia" di Palazzolo Gravina ho scoperto di aver fatto una figuraccia....
Il Crollalanza non aveva sbagliato! Un ramo degli Stagno portava le tre bande d'argento in campo rosso! Probabilmente il Galluppi non ne fece menzione o perchè tale ramo era estinto o perchè dimorava fuori Messina.
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1593
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 2 ottobre 2003, 20:33

Figuraccia :shock: ? Ma niente affatto :P ! Che dovrei dire, io, con tutti i miei problemi di senescenza precoce :cry: (vedi :wink: sopra)?

Bene: abbiamo quindi risolto il "problema" delle tre bande: ora resta quello del leone attraversato dalla banda (che lo copre nelle parti intime, forse presago del fatto che avremmo parlato dell'arma dei Colleoni in altro argomento di questo stesso forum... :lol: :lol: :lol: ).

Bene, bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » giovedì 2 ottobre 2003, 20:41

Già, potrebbe darsi... :D

Riguardo i problemi di senescenza precoce ha dimostrato di non averne affatto ed anzi di possedere un'ottima memoria fotografica!
Avessero tutti questi problemi di senescenza precoce! :wink:
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1593
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti