Pagina 1 di 1

Stemma Regno Due Sicilie su atti comunali

MessaggioInviato: sabato 16 maggio 2020, 10:27
da Carvilius
Sperando di farvi cosa gradita, vi segnalo un fatto assai curioso accaduto a Castellino del Biferno, ameno comune di circa cinquecento anime della Valle del Biferno, in provincia di Campobasso.

Come si apprende dalla stampa, da circa due anni l'amministrazione comunale utilizza indisturbata sulla propria carta intestata lo stemma del Regno delle Due Sicilie. Tutto liscio sin quando, con l'emergenza coronavirus, la medesima amministrazione ha fatto il passo più lungo della gamba, balzano alla cronaca nazionale per l'emissione di una simil-moneta destinata ai cittadini in difficoltà economica a causa della situazione di emergenza. Simili a banconote, i "ducati" di Castellino del Biferno si caratterizzano per la presenza di significativi soggetti allegorici, tra i quali la statua di Padre Pio, il Cristo benedicente, la Vergine Maria, una foto di gruppo (forse della Giunta comunale) ed un'altra singola del primo cittadino (molto simile, invero, ad una foto segnaletica, con visione simultanea laterale e frontale). Su tutte le simil-banconote, poi, lo stemma comunale e quello del Regno delle Due Sicilie, con lo slogan Sud ribelle. Questa la cronaca del Corriere: https://www.corriere.it/cronache/20_apr ... 7c32.shtml

Per la serie meglio tardi che mai, la Prefettura di Campobasso (alla quale è comunque difficile immaginare che negli ultimi due anni non sia mai giunta neppure una missiva del comune di Castellino del Biferno su carta intestata "borbonica") con decreto prefettizio del 7 maggio ha diffidato il sindaco a rimuovere lo stemma del Regno delle Due Sicilie dagli atti comunali, pena l'avvio del procedimento di decadenza.

Pare, tuttavia, che il primo cittadino non l'abbia presa bene, preannunciando ricorso al TAR del Molise.

Questa la cronaca sulla stampa locale: https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020 ... e-ricorsi/

Chissà come andrà a finire? [hmm.gif]

Re: Stemma Regno Due Sicilie su atti comunali

MessaggioInviato: venerdì 29 maggio 2020, 19:49
da decio mure
Che razza di ciarlatano ignorante, andrebbe rimosso dall’incarico di sindaco.