Significato di questo Stemma

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Significato di questo Stemma

Messaggioda aufbau » martedì 28 aprile 2020, 15:10

Salve a tutti.

Volevo chiedervi lumi sul significato e sui simboli che compaiono nel seguente stemma raffigurato nell'immagine che allego assieme a questo thread. In particolare le tre stelle, l'animale che compare sotto e i colori. Cosa significano esattamente e che animale è quello ivi raffigurato?

Vi ringrazio anticipatamente

https://ibb.co/P1LrCXZ
aufbau
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 10 novembre 2015, 1:15

Re: Significato di questo Stemma

Messaggioda Romegas » martedì 28 aprile 2020, 19:25

Sembra la testa di un lupo.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Significato di questo Stemma

Messaggioda aufbau » mercoledì 29 aprile 2020, 17:18

Salve Romigas,

ti ringrazio per la risposta. Io ero quasi convinto che si trattasse di un felino, ma in effetti alcune raffigurazioni araldiche di lupi sembrano essere simili a quell'immagine raffigurata. Cosa simboleggiano invece i colori?

Volevo inoltre chiedervi spiegazioni su quest'altro stemma https://ibb.co/2MDJbRN

L'uccello raffigurato è una aquila? E cosa sono le tre figure tondeggianti verdi sotto? Inoltre, sempre della famiglia Monti, ho trovato un altro stemma associato alla stessa famiglia. Una famiglia può avere più di uno stemma araldico?
aufbau
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 10 novembre 2015, 1:15

Re: Significato di questo Stemma

Messaggioda Romegas » mercoledì 29 aprile 2020, 18:39

Si, penso sia proprio un'aquila. Per quanto concerne i colori, ci sono teorie di un loro significato che deriva dalla simbologia, basta pensare al saggio del Portal o a quelli del Pastoreau piu' recentemente. Io penso piu' ad un gusto estetico, ma questa rimane una mia ipotesi. Una famiglia ha in genere un solo stemma, che puo' variare per i vari rami della medesima, vedasi le brisure, ma grossomodo non cambia radicalmente. Per esempio per le brisure basta vedere l'araldica dei Borbone di Francia o quella della monarchia inglese nei vari secoli.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Significato di questo Stemma

Messaggioda aufbau » sabato 2 maggio 2020, 23:12

Salve Romegas,

nuovamente, porgo ringraziamenti per la gentilezza e pazienza. I tre elementi tondeggianti di colore verde, sotto, a quanto pare sono proprio dei "monti", ovverosia vi sono tre monti sotto l'Aquila. Se ho ben capito, dunque, una sorta di stemma parlante.

Piccolo OT: se volessi fare uno stemma che raccolga parte del primo e del secondo di cui ho qui discusso (senza copiare spudoratamente, chiaro) sarebbe illegale?
Premetto che non ho la più pallida idea di chi ne possegga i titoli, ma ripeto che non voglio copiarli, ma trarre spunto da questi prendendo, ad esempio, l'aquila dall'uno, le stelle e lo sfondo dall'altro e i monti.
aufbau
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 10 novembre 2015, 1:15

Re: Significato di questo Stemma

Messaggioda Antonio Pompili » mercoledì 6 maggio 2020, 0:45

aufbau ha scritto:Salve Romegas,

nuovamente, porgo ringraziamenti per la gentilezza e pazienza. I tre elementi tondeggianti di colore verde, sotto, a quanto pare sono proprio dei "monti", ovverosia vi sono tre monti sotto l'Aquila. Se ho ben capito, dunque, una sorta di stemma parlante.

Direi che lo stemma sia parlante in modo evidente. Molte famiglie e diversi enti innalzano dei monti nei loro stemmi con chiaro valore di arma parlante.

Piccolo OT: se volessi fare uno stemma che raccolga parte del primo e del secondo di cui ho qui discusso (senza copiare spudoratamente, chiaro) sarebbe illegale?
Premetto che non ho la più pallida idea di chi ne possegga i titoli, ma ripeto che non voglio copiarli, ma trarre spunto da questi prendendo, ad esempio, l'aquila dall'uno, le stelle e lo sfondo dall'altro e i monti.

Quando parliamo di queste figure araldiche parliamo di figure utilizzate nel corso dei secoli in migliaia e migliaia di stemmi... D'altra parte l'araldica si è sviluppata in maniera vertiginosa anche grazie al fenomeno dell'imitazione. Purché uno stemma creato ex-novo non sia riconducibile ad un altro preesistente a motivo di plagio, trarre spunto è legittimo. L'ispirazione è cosa ben diversa da una copia totale o anche parziale.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3615
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron