Pagina 1 di 1

La croce ricrociata

MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 17:27
da Nunkij
Salve a tutti,
vi pongo un quesito riguardo a un dettaglio (forse) minimo: insomma quel genere di cose che adoro io!

La croce ricrociata ha un segmento su ogni estremità. Si distingue dalla croce potenziata perché la posizione di questi segmenti è un po' più all'interno rispetto alla lunghezza massima del "semi-braccio". Fin qui siamo tutti d'accordo.
Se consideriamo una croce ficcata o dal piede aguzzo, e vogliamo renderla anche ricrociata, secondo voi il segmento andrebbe aggiunto sulla parte inferiore del palo?
Perché ho alcuni esempi discordanti.

Per quanto riguarda l'antico stemma del Regno di Galizia, sì.
Il ducato di Bar e lo stemma della famiglia Pazzi di Firenze hanno, invece, le croci con solo "tre braccia" ricrociate.

Voi cosa ne pensate? Si possono considerare uguali oppure una tale differenza andrebbe specificata nel blasone?

(mai come questa volta, sono felice di porre una domanda a tanti esperti e appassionati di araldica religiosa ahahaha).

Grazie a tutti :)

Re: La croce ricrociata

MessaggioInviato: martedì 19 novembre 2019, 19:19
da Tilius
stemma-maiolica-famiglia-de-pazzi-firenze-robbiano-santi-buglioni.jpg
...
bf6d5d2d067325583e9264f3df6de871.jpg
...
bf6d5d2d067325583e9264f3df6de871.jpg (90.18 KiB) Osservato 930 volte


Esistono varianti Pazzi ricrociate anche in basso (che poi nello specifico io le croci Pazzi le ho sempre viste trilobate, ma vabbuò).
Segno che, almeno in antico, erano considerate abbastanza equivalenti...

Re: La croce ricrociata

MessaggioInviato: giovedì 21 novembre 2019, 2:17
da Nunkij
In effetti ho trovato anche io crocette ricrociate in modo diverso per i Pazzi.
Grazie della conferma :)