Pagina 1 di 1

stemmi nei piatti

MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 12:14
da Giorgio Aldrighetti
Una cortesia dai Forumisti...
Tra poco verranno pubblicati due piatti, uno con un stemma comitale, d'azzurro alla "dolce" d'oro (così sembra) e l'altro, che é stemma prelatizio. ma che dallo smalto non si capisce se é di un vescovo - ma non dovrebbe esserci allora la croce patriarcale - o di un cardinale di SRE prima della riforma, quando i porporati portavano il galero a tre ordini di nappe, il tutto di rosso, e sempre, sembra, con una "dolce", per sapere chi ne erano i legittimi proprietari. Quello comitale, forse Leopardi? Ancora rongraziando per le eventuali risposte, ricordo che la "dolce" è un termine araldico, per indicare una specie di volpe, detta anche "golpe", in positura di rampante e, talora, soffiante fiamme, che trovasi, in particolare, in scudi veneti e istriano-dalmati.

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 12:52
da Antonio Pompili
Immagine
Immagine

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 18:52
da marcello semeraro
La dolce è un animale chimerico rappresentato come un leone rampante dal corpo più snello, senza criniera, munito di una testa allungata e grandi orecchie. Come è stato detto, il suo uso si limita a Venezia e alla costa dalmata.

Negli stemmari veneziani se ne trovano vari esempi, come nel bellissimo Cod.icon. 272 (metà XVI secolo) conservato presso la Biblioteca Nazionale Bavarese. Qui sotto vediamo lo stemma parlante dei Dolce.

Immagine
Famiglia Dolce



Alla luce di ciò, i due quadrupedi raffigurati sui piatti non hanno nulla di riconducibile a una dolce: nel primo caso sembra un leopardo illeonito o un leopardo al naturale (dall'immagine non si capisce se il mantello è maculato o meno); nel secondo è sicuramente un leone.

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 22:35
da Giorgio Aldrighetti
Comunque sia, esiste qualcuno che mi può ricondurre ai proprietari dei due stemmi in parola ? grazie sin d'ora.

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 0:18
da cleobulo
Salve, si conosce l'area geografica di provenienza? Il primo potrebbe essere dei conti Bonaccorsi di Macerata

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 0:20
da cleobulo
Qualcuno può istruirci su questo animale chimerico? Grazie

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 8:16
da Giorgio Aldrighetti
Grazie, ma non sono a conoscenza della provenienza geografica dei piatti.

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 9:29
da marcello semeraro
cleobulo ha scritto:Qualcuno può istruirci su questo animale chimerico? Grazie


Quale sarebbe questo animale chimerico?

Re: stemmi nei piatti

MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 11:01
da Romegas
Effettivamente il primo stemma sembrerebbe dei Bonaccorsi marchigiani, vedendo anche che il campo e' azzurro.