Le origini dell'araldica

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Re: Le origini dell'araldica

Messaggioda Tilius » martedì 18 giugno 2019, 18:29

Non dimentichiamo la possibile valenza (opzione alquanto negletta, nella storiografia moderna) della decorazione araldica di uno scudo (inteso come oggetto di uso bellico) quale indicatore di proprietà dell'oggetto medesimo: se i militi la spada se la portavano sempre o quasi al fianco (costava troppo ed aveva una forma che consentiva di tenerla con sè abbastanza agevolente in quasi ogni occasione), lo scudo, troppo ingombrante, doveva sovente essere appoggiato, depositato, abbandonato per periodi di tempo anche lunghi. Quale migliore misura "antifurto" (o anche semplicemente per evitare confusione al momento del recupero) di una ben riconoscibile decorazione personalizzata, e questo vale sia a livello personale - come si nota sul già citato "arazzo" - che, anche e soprattutto, per una proprietà collettiva da parte di un ente statuale o personaggio aristocratico o leader militare che fosse: la cosa é abbastanza evidente per chiunque abbia visitato un arsenale di origine quattro-cinquecentesca (di più antichi, ahimé, non ne sono pervenuti), dove l'ossessiva ripetizione - letteralmente la clonazione - della stessa identica decorazione araldica sugli scudi é molto eloquente in tal senso.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12618
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Le origini dell'araldica

Messaggioda pierluigic » sabato 29 giugno 2019, 10:52

Prima un ringraziamento al sig, Semeraro
Link preziosi

Sono interessato ai legami cognome stemma in Toscana come detto in altro topic ed a capire la cronologia della nascita del cognome e dello stemma

Mi sono trascinato faticosamente armato di un francese maccheronico lungo le pagine del saggio di Hablot ed ho inteso la cosa cosi

Mi pare che l’intento sia di contestare il legame tra scudo con stemma e fatto guerresco veicolato da Pastoreau

la visione che lega lo stemma al riconoscimento del singolo guerriero in battaglia cozza come dice Hablot prima di tutto contro il buonsenso

E’ evidente che in battaglia la prima necessita’ sia distinguere l’amico dal nemico ( e serve un uniforme che non lasci dubbio alcuno ( segno collettivo del gruppo ) e non una indistinguibile cacofonia di stemmi
Ed anche e’ , nello stesso frangente guerresco , una necessita’ distinguere il proprio capo per eseguirne le direttive
Quindi mostra l’evidenza che il capo dovesse avere un tratto distintivo ( segno individuale ?)
Quindi uniformita’ e diversita’

In quanto alla diffusione dei segni individuali nella societa’ feudale messo in chiaro che niente ha a che fare col fatto guerresco , mi pare Hablot lasci la questione abbastanza indecifrata
E se rimanda la pratica ai tornei non lo fa con grande forza documentaria

Nieus si concentra invece a dimostrare l’ereditarieta’ dei simboli dello stemma che da segno individuale iniziale passano a simbolo familiare

Niente pero' nei due saggi contraddice la possibilita’ che l’araldica entri in Toscana intorno al 1150
Quindi che l'araldica almeno in Toscana preceda il cognome

Ho inteso bene ?

grazie di ogni ulteriore spiegazione

pierluigi
pierluigic
 
Messaggi: 843
Iscritto il: lunedì 5 settembre 2005, 22:40
Località: la spezia pierluigi18faber@libero.it

Re: Le origini dell'araldica

Messaggioda marcello semeraro » sabato 29 giugno 2019, 16:36

Più o meno ha inteso bene, anche se Nieus dimostra come l'araldica sia legata alla famiglia sin dalle origini.

Hablot è comunque ritornato sull'argomento nel suo Manuel de héraldique emblématique médiévale.

Niente pero' nei due saggi contraddice la possibilita’ che l’araldica entri in Toscana intorno al 1150
Quindi che l'araldica almeno in Toscana preceda il cognome


A cosa si riferisce esattamente, forse mi è sfuggito qualcosa in altri topic?
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1116
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Le origini dell'araldica

Messaggioda pierluigic » sabato 29 giugno 2019, 17:04

Scrivo col cellulare e non so mettere il link
In un topic precedente prendevo in considerazione come il cognome a Firenze nasca a cavallo del duecento sr non nelle prime due decadi del 200 e l ipotesi di una presenza araldiça possa riferirsi aglianni intorno al 1150
Ritenevo che l araldica avesse svolto una fnz aggregante della stirpe quando il sistema patronimico si rivelava insufficiente a questo scopo
pierluigic
 
Messaggi: 843
Iscritto il: lunedì 5 settembre 2005, 22:40
Località: la spezia pierluigi18faber@libero.it

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti