"Intestato" o "incapato"

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

"Intestato" o "incapato"

Messaggioda Nunkij » sabato 17 novembre 2018, 15:30

Salve a tutti,
esiste un attributo araldico che indica che la testa di una figura ha uno smalto diverso? Qualcosa come "intestato" o "incapato" insomma! :D

Oppure semplicemente si usa "con la testa di"? Ho trovato "headed" in inglese e mi chiedevo se in italiano ci fosse qualcosa di analogo.
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 110
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Cawdor » domenica 18 novembre 2018, 10:18

intende tipo lo stemma dei Capece Minutolo
http://bibliotecaestense.beniculturali. ... -066-5.jpg
https://encrypted-tbn0.gstatic.com/imag ... ohJXawyStA
ma vien descritto:
di rosso al leone d'oro vestito di vajo
oppure
leone rampante di vajo testa zampe coda di oro su rosso

e/o quello di Brescia
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/ ... Stemma.png
D'argento al leone d'azzurro, armato, linguato e codato di rosso.

e/o Mannini
http://www.archiviodistato.firenze.it/c ... 204/36.jpg
D'argento, al leone di rosso, con la branca anteriore sinistra di nero.

in araldica c'è il termine Incappato o Cappato ma indicano un tipo di partizione
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 868
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Nunkij » mercoledì 28 novembre 2018, 1:06

Grazie mille, gli esempi sono molto chiari.
Sì conosco i termini incappato o cappato e so che non c'entrano niente. Ho usato le virgolette solo per rappresentare una traduzione dell'inglese "headed".
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 110
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 29 novembre 2018, 11:07

A me non è mai capitato di trovare headed in un blasone inglese. Per curiosità ho cercato nei dizionari araldici in questa lingua di cui dispongo, non son riuscito a trovarlo nemmeno tra quelle pagine.
Con questo non voglio escludere che qualche araldista d'oltremanica o d'oltreoceano, magari nel passato, possa averne fatto uso. Del resto, al di là del linguaggio del blasone, il termine sarebbe sensato.

Anyway… in italiano non ricordo ricorrenze di termini del tipo intestato o incapato. E anche se qualche autore ne avesse fatto uso, io preferirei usare una locuzione più estesamente ma anche chiaramente descrittiva come con la testa d'oro e composizioni simili.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3564
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Nunkij » venerdì 30 novembre 2018, 4:30

Sì, su questo concordo anche io, ma a volte, rapiti dal linguaggio poetico del blasone, uno cerca prima il termine tecnico senza ricordarsi che anche in questa scienza il rasoio di Occam dovrebbe essere un'ottima guida!
Anche perché di solito la testa è la parte principale della figura e quindi non sarebbe necessario l'uso di un termine specifico.

Il dubbio mi è venuto quando ho visto un ariete d'assedio rappresentato sia come palo puntuto, sia come palo con testa d'ariete. L'elemento principale è il palo (la testa è solo una decorazione opzionale) e quindi se la testa d'ariete fosse colorata non avrebbe molto senso definirlo come

all'ariete di [colore della testa] ASTATO* di [colore del palo]


* uso astato per capirci, allo stesso modo con cui si blasonerebbe un'arma con la punta e il corpo di colori diversi.

Il ragionamento che ho fatto è corretto o del tutto arbitrario? Lo chiedo perché mi occupo di queste cose in modo sistematico solo da qualche anno e quindi non so se posso "concedermi" certi lussi.
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 110
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 4 dicembre 2018, 2:29

L'ariete da assedio normalmente è al naturale, talora dotato di manici per il trasporto di smalto diverso dal resto della figura. Non mancano i casi in cui la protome di ariete è di smalto diverso rispetto a quello del palo dello strumento bellico.
Come il caso dello stemma di Fra' Andrew Bertie (+ 2008), Gran Maestro dell'Ordine di Malta, che - inquartato con l'arma dell'Ordine - innalzava, su campo d'argento, tre arieti da assedio al naturale, con testa d'acciaio e guarniti dello stesso, sovrapposti in fascia.
Penso possa essere un esempio di blasone utile per il caso qui proposto.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3564
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Nunkij » mercoledì 5 dicembre 2018, 4:08

Ottimo esempio, quindi il mio ragionamento non era troppo distante dall'uso comune. Grazie!
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 110
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: "Intestato" o "incapato"

Messaggioda Cawdor » lunedì 4 marzo 2019, 15:17

e questo come lo si descrive?
Allegati
t.jpg
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 868
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti