Buongiorno + stemma da identificare

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda vanical » mercoledì 25 aprile 2018, 11:45

Buongiorno a tutti

Mi chiamo Massimiliano e sono un collezionista di lettere antiche.
Mi è capitato di acquistare una minilettera (grande come 2 monete da 1 euro affiancate) ancora sigillata e per riuscire a capire il periodo in cui è stata scritta ho bisogno di identificare il destinatario (in questo caso mi sta aiutando un'archivista decifrando l'indirizzo) ed il mittente. E' quì che chiedo umilmente aiuto ai componenti di questo forum.
Non ho conoscenze in materia di araldica e provando a fare qualche ricerca sono solo riuscito a capire che il sigillo dovrebbe essere di un cardinale o di un arcivescovo.
Qualcuno di voi è in grado di aiutarmi ad indentificare il possessore del sigillo oppure a dirmi dove indirizzare le mie ricerche ?

Grazie a tutti in anticipo dell'aiuto !!
Allegati
Sigillo2.JPG
IMG_2760.JPG
vanical
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 24 aprile 2018, 22:50

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Romegas » mercoledì 25 aprile 2018, 12:05

Buongiorno, nello stemma si nota uno scudetto recante le insegne dei Braschi, famiglia di papa Pio VI, quindi deduco che l'arcivescovo o cardinale sia stato creato sotto questo pontefice. Si legge poi il nome di un vescovo verulano, Giovanni Battista Jacobini, ed il nome di un cardinale che sembrerebbe non essere italiano.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4408
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda dpascale » mercoledì 25 aprile 2018, 12:08

Gentile Massimiliano,
Non si tratta propriamente di una lettera, ma di una reliquia (ex cineribus Sancti Stanislai), inviata dal cardinale svizzero Giacinto Sigismondo Gerdil (qua lo stemma: http://www.araldicavaticana.com/biogerd ... smondo.htm) al vescovo di Veroli Giovanni Battista Giacobini.
dpascale
 
Messaggi: 1157
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Zaccheo » mercoledì 25 aprile 2018, 17:20

Nello stemma impresso nel sigillo in questione, l'arma familiare o personale utilizzata dal cardinale francofono Giacinto Sigismondo Gerdil, appare accanto all'insegna araldica dei Chierici Regolari di San Paolo (detti Barnabiti), di cui il religioso fu membro. Con una modalità stilistica tipica di quell'epoca, nello stemma è presente, inoltre, anche l'arma di papa Pio VI (Braschi) che promosse al servizio cardinalizio questo religioso barnabita.
Notizie biografiche: http://www.treccani.it/enciclopedia/gia ... rafico%29/
Araldica: http://www.araldicavaticana.com/gx027.htm

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2235
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda vanical » mercoledì 25 aprile 2018, 17:48

Siete davvero in gamba, complimenti !!! [clapping.gif] [clapping.gif] [clapping.gif]
Con la velocità con cui mi avete risposto per voi è stato un gioco da ragazzi.

Vediamo ora se sono bravo a decifrare lo stemma, ricordate però che per me è la prima volta quindi non conosco tutti i termini esatti, siate indulgenti nel giudicarmi:
- il cappello con i fiocchetti indica che è un Cardinale
- lo stemma centrale delle famiglia Braschi, le 3 stelle con il soffio di Borea (l'ho trovato scritto in un vecchio topic :D :D ), indica che è statoo nominato da Pio VI
- la croce nella metà sinistra con le lettere P A indica Gerdil Giacinto Sigismondo perchè fa parte del suo stemma
- mi manca invece il significato della metà di destra, a osa fa riferimento ?

A questo punto la datazione di questa reliquia è tra il 1777, data della consacrazione del Cardinale Gerdil Giacinto Sigismondo, e il 1802, data della sua morte, giusto ?
Devo però ancora incrociare i dati con quelli del destinatario vescovo di Veroli Giovanni Battista Giacobini, solo che su google non riesco a trovare nessuna biografia. Voi avete qualche fonte alternativa ?

Ora c'è l'ultima domanda: cosa vuol dire che non è una minilettera ma una reliquia ?
Non posso aprirla perchè rovinerei il fatto che è ancora integra, ma cosa ci potrebbe essere dentro secondo voi ?
Dubito oggetti perchè al tatto non si sentono protuberanze, percepisco solo carta ripiegta su se stessa.
Azzardo comunque qualcosa d'importante perchè per farla così piccola ci sarà stato alla base un discorso di "segretezza", altrimenti avrebbero utilizzato un formato standard di lettera, non trovate ?.... o sto viaggiando trooppo di fantasia ?? :D :D

Massimiliano
vanical
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 24 aprile 2018, 22:50

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Romegas » mercoledì 25 aprile 2018, 18:38

La parte dello stemma con la croce e le lettere e' riferito ai Barnabiti ai quali apparteneva il cardinale, il cui stemma familiare e' quello posto alla destra di chi vede.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4408
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Romegas » mercoledì 25 aprile 2018, 18:42

Il Giacobini fu vescovo di Veroli dal 1761 al 1786.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4408
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda vanical » mercoledì 25 aprile 2018, 18:45

Grazie della precisazione !!
vanical
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 24 aprile 2018, 22:50

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Romegas » mercoledì 25 aprile 2018, 22:27

Il Giacobini o Jacobini proveniva da una famiglia di Genzano, a sua volta originaria di Parma, che diede in seguito anche due cardinali e un vescovo di Bagnoregio. A Genzano si può ammirare il settecentesco palazzo di famiglia.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4408
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda cleobulo » mercoledì 25 aprile 2018, 23:56

Per l'esattezza si tratta, con ogni probabilità, di un'autentica di reliquia. Quando una reliquia veniva concessa dal Sacrario apostolico il sacrista pro tempore emetteva un'autentica in cui erano riportate tutte le informazioni necessarie a caratterizzarla: contenuto, santo di appartenenza, data del documento addirittura il colore del filo di seta che ne chiudeva la teca ecc. ecc. Documento e reliquia erano poi consegnati al futuro detentore che ne avrebbe dovuto curare la conservazione e il relativo culto del santo. Il sigillo è la firma del garante ecclesiastico.
cleobulo
 
Messaggi: 213
Iscritto il: sabato 13 settembre 2008, 16:54

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 26 aprile 2018, 11:42

vanical ha scritto:- il cappello con i fiocchetti indica che è un Cardinale

Sì. Anche se a quel tempo di per sé il numero dei fiocchi non era ancora stato fissato per i cardinali. E tuttavia qua - se ben vedo - corrisponde già al numero che verrà a suo tempo codificato: 15 fiocchi per parte.

- lo stemma centrale delle famiglia Braschi, le 3 stelle con il soffio di Borea (l'ho trovato scritto in un vecchio topic :D :D ), indica che è statoo nominato da Pio VI

Notiamo che lo stemma pontificio è apposto come scudetto sul tutto. In alternativa troviamo l'arma cardinalizia partita con quella del pontefice che ha concesso la porpora. Ma qui si è imposta la soluzione che vediamo anche per una questione stilistica: l'arma personale (ovvero di famiglia) del prelato è già partita con quella della congregazione religiosa di provenienza.

Ora c'è l'ultima domanda: cosa vuol dire che non è una minilettera ma una reliquia ?
Non posso aprirla perchè rovinerei il fatto che è ancora integra, ma cosa ci potrebbe essere dentro secondo voi ?
Dubito oggetti perchè al tatto non si sentono protuberanze, percepisco solo carta ripiegta su se stessa.


Penso anche io che si tratti di una lettera di autentica. Anche se non è detto che non ci sia un contenuto. Potrebbe esserci ad esempio una reliquia ex linteis (un brandello di tessuto venuto in contatto con un santo durante la sua vita), o ex idumentis (un brandello di tessuto venuto in contatto con il santo durante la sua vita o dopo la sua morte). Se ne potrebbe aver certezza solo aprendo il tutto. Ma togliere il sigillo significherebbe far scendere di molto il valore dell'oggetto. Se non c'è una motivazione precisa per farlo (a parte la pur nobile curiosità) non lo consiglierei.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda vanical » giovedì 26 aprile 2018, 12:28

Grazie davvero a tutti del grosso aiuto che mi avete dato !!!

Ogni tanto, quando recupero qualcosa di diverso dal solito, scrivo un articolo per una piccola rivista di filatelia di una società a cui sono iscritto.... tutto a titolo gratuito.
Mi divertirò a scrivere un articolo su questo oggetto e citerò il prezioso aiuto ricevuto da questo forum.
Magari, prima di mandarlo in stampa, ve lo farò leggere per sapere se ritenete opportuno qualche correzione.

Una curiosità: avete qualche teoria sul fatto che questo documento sia così confezionato in maniera così piccola ?

Quanto al fatto che sia ancora sigillato mi è venuto da pensare che magari sia stato consegnato in concomitanza con la morte del vescovo destinatario e quindi nessuno l'abbia poi più aperto.
Scarterei l'ipotesi che sia stato trafugato prima della consegna perchè in quel caso il ladro l'avrebbe aperto, non pensate ?
Certo, sono tutte teorie, ma servono a creare un po' di curiosità nel lettore.

Saluti Massimiliano
vanical
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 24 aprile 2018, 22:50

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda enza » giovedì 26 aprile 2018, 14:01

Scusate l' intromissione, visto che è una reliquia in particolare delle ceneri di san Stanislao forse la quantità delle stesse è infinitesimale di conseguenza la confezione è piccola, buon lavoro Enza
enza
 
Messaggi: 74
Iscritto il: venerdì 3 ottobre 2008, 7:53

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 26 aprile 2018, 14:14

Il dettaglio della cenere mi era proprio sfuggito (mea culpa! non avevo letto nemmeno il testo latino...).
Mi pare ragionevole. Se anche pochissime particelle di cenere fossero contenute, anche in un eventuale pezzetto di carta velina all'interno dell'involucro cartaceo con il sigillo, la mancanza di grande spessore sarebbe facilmente spiegabile.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Buongiorno + stemma da identificare

Messaggioda vanical » giovedì 26 aprile 2018, 14:55

Scusate, ma dove avete letto delle ceneri ?
Forse nel testo che c'è scritto ?
Se è così per cortesia me lo potete trascrivere ?

Grazie !!
vanical
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 24 aprile 2018, 22:50

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 8 ospiti