Riconoscimento stemmi

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Riconoscimento stemmi

Messaggioda Valeria Maria » lunedì 26 febbraio 2018, 21:53

Buona sera, stiamo cercando di identificare questo stemma. Qualche idea? Grazie
Allegati
Hampel auction.jpg
Valeria Maria
 
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 15:54

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Romegas » lunedì 26 febbraio 2018, 23:14

Lo scudo in punta ha la decorazione di cavaliere di Malta. Da dove proviene? Altre indicazioni?
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4431
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Valeria Maria » martedì 27 febbraio 2018, 3:42

Purtroppo nessuna. Grazie
Valeria Maria
 
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 15:54

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Tilius » martedì 27 febbraio 2018, 8:46

Romegas ha scritto:Lo scudo in punta ha la decorazione di cavaliere di Malta.

Potrebbe tranquillamente essere anche S.Stefano Papa & Martire...
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12224
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Romegas » martedì 27 febbraio 2018, 9:13

Non credo, in quanto si intravede una corona sopra la Croce ottagona, almeno sembra.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4431
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Tilius » martedì 27 febbraio 2018, 9:59

Anche il Santo Stefano sfoggia corone a go-go.

Immagine

Immagine
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12224
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Elmar Lang » martedì 27 febbraio 2018, 13:20

L'oggetto presenta dei punzoni? Di quale oggetto si tratta?

Tutti fattori che potrebbero aiutare.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 2984
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 27 febbraio 2018, 15:27

Valeria Maria ha scritto:Buona sera, stiamo cercando di identificare questo stemma. Qualche idea? Grazie


Dottoressa benvenuta nel forum IAGI.

Per quanto riguarda lo stemma guardando al trofeo d'armi penserei subito all'Ordine di Malta.
Ce ne sono molti simili, infatti, a Malta.
Se fosse un professo però avrebbe la croce ottagona dietro lo scudo, come ancora oggi si usa.
Penserei dunque a un cavaliere di devozione ottocentesco.
La corona sembra quella di marchese.
Il cimiero è particolare: la fenice che nasce dalle sue ceneri.. potrebbe indicare qualcosa sulla vita del soggetto?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6472
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Tilius » mercoledì 28 febbraio 2018, 8:29

Alessio Bruno Bedini ha scritto:La corona sembra quella di marchese.

Dipende dall'epoca. Se é abbastanza alta, potrebbe anche essere una corona di nobiltà generica.
Il cimiero è particolare: la fenice che nasce dalle sue ceneri.. potrebbe indicare qualcosa sulla vita del soggetto?

No. É semplicemente il cimiero dello stemma familiare (a differenza della parafernalia del trofeo, inclusa la croce cevalleresca in versione multipla - TRIPLA! non sia mai che l'osservatore non se ne accorga - che é tutta roba sicuramente personale).
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12224
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Nessuno » mercoledì 28 febbraio 2018, 9:09

Tilius ha scritto:
Alessio Bruno Bedini ha scritto:La corona sembra quella di marchese.

Dipende dall'epoca. Se é abbastanza alta, potrebbe anche essere una corona di nobiltà generica.
Il cimiero è particolare: la fenice che nasce dalle sue ceneri.. potrebbe indicare qualcosa sulla vita del soggetto?

No. É semplicemente il cimiero dello stemma familiare (a differenza della parafernalia del trofeo, inclusa la croce cevalleresca in versione multipla - TRIPLA! non sia mai che l'osservatore non se ne accorga - che é tutta roba sicuramente personale).


Io credevo che, in qualche maniera, il cimiero dovrebbe riprendere un elemento dello scudo... Non riesco a vedere fenice alcuna nello scudo.
Nessuno
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Tilius » mercoledì 28 febbraio 2018, 9:53

Nessuno ha scritto:Io credevo che, in qualche maniera, il cimiero dovrebbe riprendere un elemento dello scudo... Non riesco a vedere fenice alcuna nello scudo.

Che una cosa accada spesso non significa che accada sempre.
Salvo che per gli antichi estensori di regolette idiote che ancora oggi ci ammorbano.
Un cimiero che non ha nulla a che vedere con gli elementi interni allo stemma é cosa alquanto comune.
Specie in alta epoca, quando lo stemma era una composizione spesso squisitamente geometrica, e quindi il cimiero doveva esere per forza di cose estraneo al contenuto dello stemma.
Immagine Immagine Immagine

Caro Nessuno, cerchiamo di superare queste regolette da bignamino dell'araldica [sweatdrop.gif] (altro esempio - probabilmente il non plus ultra - della regoletta scioccamente bignamesca é la regola degli smalti :roll: ), che recano più danno che beneficio.
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12224
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Nessuno » mercoledì 28 febbraio 2018, 12:44

Tilius ha scritto:
Nessuno ha scritto:Io credevo che, in qualche maniera, il cimiero dovrebbe riprendere un elemento dello scudo... Non riesco a vedere fenice alcuna nello scudo.

Che una cosa accada spesso non significa che accada sempre.
Salvo che per gli antichi estensori di regolette idiote che ancora oggi ci ammorbano.
Un cimiero che non ha nulla a che vedere con gli elementi interni allo stemma é cosa alquanto comune.
Specie in alta epoca, quando lo stemma era una composizione spesso squisitamente geometrica, e quindi il cimiero doveva esere per forza di cose estraneo al contenuto dello stemma.
Immagine Immagine Immagine

Caro Nessuno, cerchiamo di superare queste regolette da bignamino dell'araldica [sweatdrop.gif] (altro esempio - probabilmente il non plus ultra - della regoletta scioccamente bignamesca é la regola degli smalti :roll: ), che recano più danno che beneficio.


Molto interessante, grazie per il contributo.

In effetti, la questione geometrica è molto intrigante: la misura anzitutto.

Effettivamente, è proprio vero che si è assistito alla colonizzazione dei dettami di estensori di regolette... che colpiscono ancora.
Nessuno
 
Messaggi: 216
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Valeria Maria » martedì 20 marzo 2018, 9:03

Buongiorno, potrebbe trattarsi dello stemma dei Certani o Cerretani di Firenze?
Valeria Maria
 
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2018, 15:54

Re: Riconoscimento stemmi

Messaggioda Romegas » martedì 20 marzo 2018, 10:09

I Cerretani hanno tre Cerri nel loro stemma e non hanno le fasce verso la punta. In pratica: l'azzurro, alla banda d'oro caricata di tre cerri al naturale.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4431
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti