Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Nessuno » domenica 25 febbraio 2018, 21:29

Buonasera a tutti,


un caro amico di famiglia mi ha chiesto un parere intorno allo stemma da lui ideato per sé e per i suoi figli miei coetanei. Il suo cognome è Lanzanova. Fin dal principio, ho pensato di dirottarlo verso un'arma parlante, dunque che rappresentasse almeno una lancia e riportasse colori cari al possessore. Vorrei, pertanto, chiederVi se poteste offrirmi il vostro parere intorno allo stemma di cui offro la blasonatura:

di rosso, al leone rampante d'argento tenente con le branche anteriori una lancia d'oro.

Io gli ho detto che non mi pareva una cattiva idea: semplice, diretto, abbastanza elegante. L'unica cosa che mi lascia perplesso è la presenza di ben due metalli. Egli mi ha risposto che voleva rendere differente e far risaltare la lancia, dal momento che è elemento essenziale del suo cognome.

Per quanto riguarda il motto, io, da amante delle cose brevi, gli ho suggerito "Deus et lancea". Ho inserito anche Deus perché la sua famiglia è cattolica praticante ed è molto collaborativa con il clero locale da più generazioni. Inoltre, durante il 1800, da ricerche che ho svolto io per lui, ho trovato un suo trisavolo enfiteuta della parrocchia locale. Altrimenti, un più romanzato "Lancea nos sustinet", oppure un "Deus et lancea nos sustinent" potrebbero andare meglio?

Ah, ho scelto come termine per il motto lancea al posto di hasta perché ha il sentore di latino medievale... mentre hasta è proprio classico...

Che cosa ne pensate? Occorre suggerirgli di cambiare qualcosa? Grazie a tutti per l'interessamento.
Nessuno
 
Messaggi: 213
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Antonio Pompili » mercoledì 28 febbraio 2018, 23:07

Quanto alla presenza di due metalli diversi non ci vedo nessun problema, anche considerata la semplicità dell'arma. Anzi, direi che soprattutto considerata la semplicità di composizione - con la presenza di una figura principale diffusa come nessun'altra tra le figure animali, il leone, che ne tiene un'altra pure non rara a vedersi negli stemmi tra le varie figure artificiali possibili quale la lancia - la presenza dei due metalli può meglio esser garanzia di originalità.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Nessuno » giovedì 1 marzo 2018, 20:18

Antonio Pompili ha scritto:Quanto alla presenza di due metalli diversi non ci vedo nessun problema, anche considerata la semplicità dell'arma. Anzi, direi che soprattutto considerata la semplicità di composizione - con la presenza di una figura principale diffusa come nessun'altra tra le figure animali, il leone, che ne tiene un'altra pure non rara a vedersi negli stemmi tra le varie figure artificiali possibili quale la lancia - la presenza dei due metalli può meglio esser garanzia di originalità.


Grazie mille per il parere, davvero assai prezioso.

Dunque, non sarebbe opportuno suggerire di rendere più complessa l'arme?
Nessuno
 
Messaggi: 213
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Giorgio Aldrighetti » venerdì 2 marzo 2018, 18:55

In Araldica vide il motto: "chi ha meno, ha più", lasciando capire che un stemma che carica poche figure o non é inquartato, ecc. ecc. é più bello e più leggibile. Per la blasonatura consiglierei di togliere il lemma "rampante" essendo la positura normale del leone e di conseguenza non si blasona.
Giorgio
Avatar utente
Giorgio Aldrighetti
 
Messaggi: 408
Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 14:04
Località: Chioggia

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Nessuno » sabato 3 marzo 2018, 11:25

Giorgio Aldrighetti ha scritto:In Araldica vide il motto: "chi ha meno, ha più", lasciando capire che un stemma che carica poche figure o non é inquartato, ecc. ecc. é più bello e più leggibile. Per la blasonatura consiglierei di togliere il lemma "rampante" essendo la positura normale del leone e di conseguenza non si blasona.


Grazie davvero per il riscontro... riferisco tutto al creatore dello stemma.

Per quanto riguarda il motto proposto, può andar bene così espresso?
Nessuno
 
Messaggi: 213
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Giorgio Aldrighetti » sabato 3 marzo 2018, 11:40

Personalmente negli stemmi nuovi di famiglia non inserisco il motto, ma è un'opinione mia.
Giorgio
Avatar utente
Giorgio Aldrighetti
 
Messaggi: 408
Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 14:04
Località: Chioggia

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 3 marzo 2018, 13:15

Mi piace di più "Lancea nos sustinet" ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6459
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Un parere intorno alla blasonatura e al motto

Messaggioda Nessuno » sabato 3 marzo 2018, 19:36

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Mi piace di più "Lancea nos sustinet" ;)


Ti ringrazio per il tuo assai prezioso e gradito parere!
Nessuno
 
Messaggi: 213
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2009, 22:08


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti