BLASONATURA E DISEGNO

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

BLASONATURA E DISEGNO

Messaggioda cleobulo » giovedì 8 febbraio 2018, 1:21

Salve, vorrei sottoporvi un punto di vista differente di blasonare, ossia la descrizione dello stemma fatta dall'artista/artigiano che lo dipinge. Per capire, uno stemma può essere descritto in vari modi, non esiste una blasonatura univoca, es: troncato di rosso, alla stella d'oro e d'argento, al crescente di nero; alla fascia di nero attraversante sulla troncatura (o sulla partizione); oppure: troncato da una fascia di nero; nel I di rosso, alla stella d'oro e nel II d'argento, al crescente di nero. Nel secondo caso il disegnatore mentre legge disegna senza errori; nella prima descrizione dopo aver tracciato la troncatura dovrebbe cancellarla per far posto alla fascia. Voi cosa ne pensate? Scusate se non sono stato chiaro.
cleobulo
 
Messaggi: 207
Iscritto il: sabato 13 settembre 2008, 16:54

Re: BLASONATURA E DISEGNO

Messaggioda bardo » giovedì 8 febbraio 2018, 2:26

Buonasera,
perdoni la franchezza, ma entrambe le blasonature sono abbastanza bruttine, non me ne voglia. Presupponendo che un eventuale araldista voglia cimentarsi nel disegno di questo stemma - come di qualunque altro, del resto - mi sembra molto più logico che prima voglia leggere l'intera blasonatura, e non iniziare a disegnare di getto, non crede?

Troncato: nel 1° di rosso, alla stella (?) d'oro; nel 2° d'argento, al crescente di nero; alla fascia attraversante sulla partizione di nero.

La parola ai più esperti. ;)

un saluto,
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
bardo
 
Messaggi: 1424
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: BLASONATURA E DISEGNO

Messaggioda Tilius » giovedì 8 febbraio 2018, 11:51

cleobulo ha scritto:Salve, vorrei sottoporvi un punto di vista differente di blasonare, ossia la descrizione dello stemma fatta dall'artista/artigiano che lo dipinge. Per capire, uno stemma può essere descritto in vari modi, non esiste una blasonatura univoca, es: troncato di rosso, alla stella d'oro e d'argento, al crescente di nero; alla fascia di nero attraversante sulla troncatura (o sulla partizione); oppure: troncato da una fascia di nero; nel I di rosso, alla stella d'oro e nel II d'argento, al crescente di nero. Nel secondo caso il disegnatore mentre legge disegna senza errori; nella prima descrizione dopo aver tracciato la troncatura dovrebbe cancellarla per far posto alla fascia. Voi cosa ne pensate? Scusate se non sono stato chiaro.


Io spererei solo che il disegnatore non sia un analfabeta funzionale che comincia a lavorare prima di avere letto l'intera blasonatura...
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 11977
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: BLASONATURA E DISEGNO

Messaggioda marco foppoli » venerdì 9 febbraio 2018, 19:43

Tilius ha scritto:
cleobulo ha scritto:Salve, vorrei sottoporvi un punto di vista differente di blasonare, ossia la descrizione dello stemma fatta dall'artista/artigiano che lo dipinge. Per capire, uno stemma può essere descritto in vari modi, non esiste una blasonatura univoca, es: troncato di rosso, alla stella d'oro e d'argento, al crescente di nero; alla fascia di nero attraversante sulla troncatura (o sulla partizione); oppure: troncato da una fascia di nero; nel I di rosso, alla stella d'oro e nel II d'argento, al crescente di nero. Nel secondo caso il disegnatore mentre legge disegna senza errori; nella prima descrizione dopo aver tracciato la troncatura dovrebbe cancellarla per far posto alla fascia. Voi cosa ne pensate? Scusate se non sono stato chiaro.


Io spererei solo che il disegnatore non sia un analfabeta funzionale che comincia a lavorare prima di avere letto l'intera blasonatura...


:lol: [thumbup.gif]
Avatar utente
marco foppoli
 
Messaggi: 154
Iscritto il: venerdì 21 novembre 2003, 13:12

Re: BLASONATURA E DISEGNO

Messaggioda Antonio Pompili » mercoledì 14 febbraio 2018, 11:51

Purtroppo ci sono anche alcuni disegnatori e 'artisti' araldici - o sedicenti tali che dell'arte del blasone - sanno ben poco.
Una cosa è certa: se un blasone è ben composto e chi disegna conosce davvero l'araldica, errori saranno difficili, e il disegnatore saprà sempre da dove cominciare, come continuare e arrivare al compimento dell'opera.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: BLASONATURA E DISEGNO

Messaggioda cleobulo » venerdì 16 febbraio 2018, 1:29

Quindi tutti concordate nel blasonare l'esempio esposto in questo modo ossia Troncato: nel I di rosso, alla stella d'oro; nel II d'argento, al crescente di nero; alla fascia di nero attraversante sulla partizione (o troncatura).
cleobulo
 
Messaggi: 207
Iscritto il: sabato 13 settembre 2008, 16:54


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti