MARONE CINZANO Lo stemma e il marchio

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

MARONE CINZANO Lo stemma e il marchio

Messaggioda contegufo » martedì 26 settembre 2017, 11:26

Salve

" I Marone e i Cinzano si unirono in un'influente famiglia alla fine dell'Ottocento attraverso il matrimonio di Alberto Marone (agiato personaggio di origine meridionale) con l'ultima dei Cinzano Paolina. Dall'unione nacquero Enrico Eugenio e Alfredo. I due fratelli utilizzarono i due cognomi insieme e il primo ricevette, nel 1940, dal re d'Italia Vittorio Emanuele III il titolo comitale".

La storia del marchio Cinzano

" La produzione di spumanti e vermouth è conosciuta sin dal 1757 grazie all’opera di Carlo Stefano e Giovanni Giacomo Cinzano anche se, ufficialmente, nel 1817 la fabbrica fu fondata a Torino da Francesco Cinzano.

Immagine

Il primo marchio fu depositato nel 1914 e raffigurava un leone rampante appoggiato all’intreccio delle lettere “FCC”, cioè “Francesco Cinzano e Co.”; questo simbolo araldico ha contraddistinto la produzione degli spumanti e l’immagine aziendale anche se, negli anni Venti, coesistevano altri marchi disegnati “ad hoc” da diversi artisti e risentivano delle movenze tipiche dello stile liberty. In quegli anni, alcune etichette degli spumanti furono disegnate da Antonio Boggeri.

Immagine

Nel 1929 fu depositato il marchio rettangolare con il leone e la scritta in caratteri bastoni caratterizzato dalla lettera “Z” più alta delle altre.

Immagine

Nel 1935 il solo logotìpo era scritto su di un rettangolo composto da due elementi diagonali rosso e blu; negli anni Cinquanta il logotìpo presentava una linea mediana e sulle etichette, curiosamente, il leone rampante era rivolto verso dx.

Immagine

Nel 1957 fu affidato ad un giovane Massimo Vignelli l'incarico del restyling; con questo marchio l’azienda è diventata la più grande produttrice internazionale di vermouth.

Immagine

Nel 1974 la comunicazione visiva è stata affidata ad un marchio, disegnato da Landor Associates, che ha ripreso il leone araldico seppur stilizzato.

Immagine

A partire dal 1990 Maurizio Di Robilant ha attuato un’operazione di aggiornamento grafico adoperando il leone in una versione più moderna con il logotìpo bordato di oro.

Immagine

Nel 2010 viene incaricata l'agenzia Lumen per il restyling del marchio: la nuova proposta reinterpreta in chiave moderna la tradizione e l'italianità propria del brand con l'arrotondamento della cornice rettangolare."

Immagine

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti