Pagina 1 di 1

Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: sabato 12 agosto 2017, 15:08
da heraldfinder
Buongiorno,

chiedo gentilmente un parere sullo stemma qui sotto riportato, si tratta di un inquartato con lo stemma Aldobrandini nei quarti principali, ma non riesco ad identificare il secondo stemma. Esso è preso da una poltrona seicentesca, da cui si deduce possa essere un arredo creato a fronte del matrimonio di un principe Aldobrandini con una donna dallo stemma non identificato. In questo stemma è presente una linea orizzontale, inizialmente pensavo identificasse una capo (secondo quarto), ma poi osservando il terzo quarto pare quasi una fascia stilizzata. Si potrebbe pensare allo stemma Albani, ma non mi risultano matrimoni tra Aldorbandini e Albani nel seicento. Confido in un vostro parere :P .

Immagine

Grazie

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: sabato 12 agosto 2017, 16:00
da Romegas
Gli Albani non portavano nello stemma una fascia così ridotta.

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: sabato 12 agosto 2017, 17:07
da Romegas
Inoltre la stella degli Albani è di otto punte.

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: sabato 12 agosto 2017, 17:11
da heraldfinder
Romegas ha scritto:Inoltre la stella degli Albani è di otto punte.


Giusta considerazione, ma dal momento che anche le stelle degli Aldobrandini qui sembrano più che altro delle piccole sfere, ho idea che l'artigiano si sia arrangiato con gli "stampi" che aveva a disposizione.

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: sabato 12 agosto 2017, 18:16
da bardo
Se dovessi dare un parere, stante l'esecuzione approssimativa di tutto l'insieme, direi senza dubbio Albani. Bisognerebbe forse meglio indagare le genealogie delle due famiglie.

Un saluto,
Luca

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: domenica 13 agosto 2017, 23:58
da Antonio Pompili
A parte la rappresentazione alquanto approssimativa in genere, vale la pena ricordare che nel XVII secolo ancora non si badava sempre con la stessa attenzione alla differenza del numero di punte in una stella.

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: lunedì 14 agosto 2017, 8:24
da Tilius
La tipologia dei punzoni utilizzati é seicentesca? Really?

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: lunedì 14 agosto 2017, 11:33
da Cawdor
Se invece fosse Aldobrandini e l'altro NON Albani, a me sembra Troncato la linea dividerebbe 2 campi distinti
Le punzonature per la foglia oro son di svariati tipi non è detto che uno li abbia tutti gli esistenti e varianti
esempio: http://www.iconografiatavolelegno.it/wp ... 51x300.jpg

Se
Papa Clemente VIII, Ippolito Aldobrandini (Fano 1536 – Roma 1605) (+ 7 Cardinali vari)
Papa Clemente XI, Giovanni Francesco Albani (Urbino 1649 – Roma 1721) (+4 Cardinali, +1 bergamasco)
Fano e Urbino son entrambe della prov. di Pesaro-Urbino
si puo' dedurre che le due Fam. si conoscessero, e di sicuro si saranno imparentate almeno una volta (supposizione naturalmente)
Come:
Immagine
Ludovico Chigi Albani della Rovere (1866 - 1951), VIII principe di Farnese, Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta, sposò Anna Aldobrandini

Curiosità
Ospedale VILLA ALBANI - Via Pietro Aldobrandini 32 - 00042 Anzio (RM)
Annibale Carracci fu sostituito da Francesco Albani (1578–1660) per la commissione di dipinti del Cardinale Pietro Aldobrandini (1571–1621)
Da loro prende il nome Palazzo Chigi, un edificio storico di Roma, acquistato dagli Aldobrandini nel 1659.

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: lunedì 14 agosto 2017, 12:24
da Romegas
I Chigi Albani hanno il monte all'italiana di 6 cime. Anche io avevo pensato a questa famiglia.

Re: Inquartato Aldobrandini da identificare

MessaggioInviato: lunedì 14 agosto 2017, 15:48
da Tilius
Quanto é grande questo stemma?
Voglio dire che lo schienale ( ? ) di un poltrona é bello largo, non é il minuscolo spazio di un breviario o altro volume di contenute dimensioni.
Mi lascia perplesso soprattutto la fascia contratta in forma di linea, ma in generale tutto l'insieme molto raffazzonato.
Capisco l'arrangiarsi con i ferri a disposizione; capisco meno il generale disordine che connota questo stemma - qualunque sia lo stemma che qui vediamo - a meno di non ammettere la presenza di un artigiano assai poco abile a fare il suo lavoro (nel qual caso, vale tutto: andando per verosimiglianza, assomiglia più a una pessima versione dello stemma Albani che non a qualsiasi altra cosa, nenche a una ipotetica versione parziale, e depotenziata nei monti, dello stemma Chigi-Albani).