Pagina 1 di 1

Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: lunedì 20 marzo 2017, 11:23
da veneziano
Ecco un altro quesito dai miei giri per Venezia.
In Campielo del Basegò (che in veneziano vuol dire basilico) c'è questa bella vera da pozzo in marmo rosso di Verona che reca tre stemmi: uno dei Cappello (chiaramente identificabile) e due attribuiti alla famiglia Basilicò, che potrebbe aver abitato in zona nel '600. Questo stemma viene riportato in una pietra (moderna) apposta sul muro di una casa del campiello stesso.

https://www.4shared.com/photo/v4Bgc4Aaei/DSC_0026__1_.html
https://www.4shared.com/photo/OB05LIKOei/campielo_baseg.html

L'immagine però potrebbe suggerire una attribuzione alla famiglia Gallo, che visse in una corte vicina.
Qualche aiuto?
Grazie.

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: lunedì 20 marzo 2017, 22:49
da Romegas
Nello stemma si evince chiaramante la figura di un gallo, quindi sarei propenso a considerare che appartenga ai Gallo.

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: martedì 21 marzo 2017, 21:18
da marcello semeraro
Gallo, non basilisco

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: martedì 21 marzo 2017, 22:01
da Cawdor
Tommaso Tomasini, O.P. † (10 ottobre 1440 - 24 marzo 1446 Vescovo di Belluno)
Immagine
il suo stemma è presente sia sul Duomo di Belluno che in una villa privata ove ho fatto una parte di restauro

ImmagineImmagineImmagine

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: martedì 21 marzo 2017, 22:04
da Romegas
Ecco quel cappello che si vedeva, era una mitria.

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: mercoledì 22 marzo 2017, 1:20
da Antonio Pompili
Il copricapo utilizzato dai vescovi per timbrare i loro scudi ancora per tutto il XV secolo e buona parte del XVI secolo (scomparendo poi sempre più velocemente per far post al cappello prelatizio).
Peraltro un bellissimo esempio di arte araldico-ecclesiastica, con una decorazione floreale di quella mitria appena abbozzata - mi riferisco a uno dei primi stemmi linkati - che sembra riprendere da vicino le rose innalzate dall'arma insieme al gallo.

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: mercoledì 22 marzo 2017, 9:47
da marcello semeraro
Antonio Pompili ha scritto:Il copricapo utilizzato dai vescovi per timbrare i loro scudi ancora per tutto il XV secolo e buona parte del XVI secolo (scomparendo poi sempre più velocemente per far post al cappello prelatizio).
Peraltro un bellissimo esempio di arte araldico-ecclesiastica, con una decorazione floreale di quella mitria appena abbozzata - mi riferisco a uno dei primi stemmi linkati - che sembra riprendere da vicino le rose innalzate dall'arma insieme al gallo.


Condivido.

Re: Basilico o Gallo?

MessaggioInviato: mercoledì 22 marzo 2017, 19:51
da veneziano
Ringrazio Cawdor per la sua risposta, che trova conforto (perchè non ci ho pensato prima?) nelle indicazioni riportate da Emmanuele Antonio Cicogna che riuscì a trascrivere gran parte della scritta in gotico incisa sull’anello del pozzo stesso e oggi difficilmente leggibile.
https://www.4shared.com/photo/TsRk7Q5Tei/tomasini.html
Sulla base di questa iscrizione egli suggerì che la vera fosse in origine presso il monastero di San Salvador (probabilmente da lì successivamente spostata per il rifacimento del monastero) poichè il Papa veneziano Eugenio IV, Gabriele Condulmer, confermò Tommaso Tommasini Paruta, vescovo di Recanati e Macerata, quale amministratore e governatore perpetuo del Monastero di San Salvador.

Mi resta però il dubbio: (Crollalanza) D’azzurro, ad un gallo di nero, imbeccato e membrato d’oro, crestato e barbato di rosso, accompagnato da tre rose d’oro oppure (Spreti) Gallo al naturale accompagnato da tre rose di rosso poste 2,1 tutto su argento?