Stemma di un abate di Montevergine del '700

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » domenica 15 gennaio 2017, 16:50

Immagine

Immagine

Immagine

Ai lati dell'altare maggiore (prima foto) della chiesa parrocchiale di San Felice Martire in San Felice a Cancello (CE) ci sono due stemmi; a destra lo stemma della Congregazione di Montevergine (terza foto) e a sinistra lo stemma di un abate. L'altare, in origine, si trovava nel vicino monastero virginiano di San Giovanni di Arienzo - San Felice a Cancello. Secondo i bibliotecari di Montevergine, che non hanno ritrovato copia dello stemma di sinistra, si tratterebbe dello scudo dell'abate del monastero all'epoca della realizzazione dell'altare (non è chiaro se all'inizio o alla fine del 18° secolo); ma questa versione non mi convince per la presenza della croce astile dietro allo stemma personale che farebbe pensare ad un ordinario quale era ed è l'abate generale di Montevergine. Cosa ne pensate?
Grazie per l'aiuto.
PMMO
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Antonio Pompili » domenica 15 gennaio 2017, 20:01

Ancora alla fine del XVIII la croce astile non aveva un valore 'definitivo' come ce l'ha oggi. Poteva indicare dignità vescovile o arcivescovile o patriarcale o cardinalizia. E la croce semplice non era necessariamente contrassegno per un vescovo piuttosto che per un arcivescovo o chierici di ancor più alto grado gerarchico, non essendosi per questi ultimi ancora definitivamente imposta la croce doppia (o patriarcale).
Se anche poteva capitare che la croce fosse rappresentata - secondo un uso che oggi definiremmo improprio - per lo stemma di un ente ecclesiastico, essa non è mai stata insegna propria degli abati, anche se ordinari.
Non è da escludere che lo stemma appartenga a un cardinale o vescovo che ha fatto dono dell'altare.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3417
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » domenica 15 gennaio 2017, 21:01

Antonio Pompili ha scritto:Non è da escludere che lo stemma appartenga a un cardinale o vescovo che ha fatto dono dell'altare.


Condivido. Certamente non è lo stemma di un abate.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 907
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » domenica 15 gennaio 2017, 22:40

Scusate, ma allora come spiegate il fatto che lo stemma di destra sia proprio quello dell'ordine benedettino virginiano? La fattura vi sembra di inizio o di fine del '700? Grazie.
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Antonio Pompili » lunedì 16 gennaio 2017, 3:39

E qual è il problema? Se ammettiamo l'ipotesi (una fra tante) che quello stemma sia di un vescovo che ha donato quell'altare, nulla impedisce che sullo stesso arredo sacro sia rappresentato oltre allo stemma del donatore quello dell'ordine a cui è stato donato.
Quanto alla collocazione del manufatto mi sembrerebbe più da inizi del '700.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3417
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda C.Quaratesi » lunedì 16 gennaio 2017, 9:13

Buongiorno,
Forse dico una sciocchezza: avrebe potuto il prelato in questione essere ad esempio cardinale o protonotario apostolico o canonico ed appartenere anche all'ordine benedettino?
Caterina
C.Quaratesi
 
Messaggi: 410
Iscritto il: martedì 19 ottobre 2010, 13:47

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Romegas » lunedì 16 gennaio 2017, 9:31

Oppure avere in commenda l'abbazia.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Antonio Pompili » lunedì 16 gennaio 2017, 11:02

Ah certamente! Come sopra accennavo le possibilità sono molteplici. Sempre però dovremmo escludere - salvo il caso di uso erroneo della croce astile che, considerata l'epoca, non è ipotesi da scartare - uno stemma prelatizio che non sia legato a dignità cardinalizia o vescovile.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3417
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Romegas » lunedì 16 gennaio 2017, 12:15

Lo stemma del prelato poi è molto comune.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Romegas » lunedì 16 gennaio 2017, 12:20

La prima famiglia che mi viene in mente che ha lo stesso stemma è quella dei Capizucchi di Roma, che avevano un bel palazzo nel rione Campitelli e che diedero alla Chiesa due cardinali, l'ultimo, un domenicano, vissuto alla fine del XVII secolo.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » lunedì 16 gennaio 2017, 14:10

Grazie a tutti per i contributi; ma non capisco perchè state escludendo, a priori, che possa essere lo stemma di un abate virginiano del '700.
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Antonio Pompili » lunedì 16 gennaio 2017, 15:42

In araldica è ben difficile escludere qualcosa a priori, essendo il regno delle eccezioni alle regole...
Semplicemente la croce non convince. Non dovrebbe esserci in uno stemma di abate, anche ordinario.
Deve esser considerata insegna propria dell'ordine episcopale. Almeno questo definitivo significato ha assunto progressivamente e sempre più inequivocabilmente negli ultimi 200 anni (o più).
All'epoca della realizzazione dello stemma la sua presenza in uno stemma ecclesiastico poteva essere più fluida. Anche se già nel '700 (ma anche prima) era ben difficile vederla come ornamento esterno di uno scudo che non fosse vescovile o cardinalizio.
Non so se il mio pensiero - comunque privo di pretesa di infallibilità - è ora più chiaro.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3417
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Romegas » lunedì 16 gennaio 2017, 15:49

Possiedo il libro "L'Italia benedettina"di Padre Placido Lugano del 1929 dove parla anche di Monte Vergine con la lista degli abati.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » lunedì 16 gennaio 2017, 16:49

Provo a sintetizzare la questione croce nelle note che seguono.

Come insegna di dignità, la croce singola apparve in araldica nel XIV secolo negli stemmi degli arcivescovi e dei patriarchi. Nel XV secolo i patriarchi impiegarono la croce doppia, il cui uso si estese ai primati nel XVII secolo. I vescovi cominciarono ad usare la croce singola solo nel Settecento, ma tale uso, dapprima sporadico, si generalizzò progressivamente solo a partire dalla seconda metà di quel secolo. Gli arcivescovi, allora, adottarono la croce doppia per distinguersi dai vescovi. In ogni caso, la croce astile non è stata mai insegna araldica degli abati. Tuttavia, come giustamenene ha osservato un esperto del calibro di Don Antonio, in araldica nulla si può escludere, soprattutto in quel periodo storico.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 907
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Romegas » lunedì 16 gennaio 2017, 17:42

Concordo pienamente.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 3681
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite