Stemma di un abate di Montevergine del '700

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » lunedì 16 gennaio 2017, 18:00

Qui la cronotassi degli abati e altre informazioni: https://archive.org/stream/montevergine ... 6/mode/2up
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 939
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » lunedì 16 gennaio 2017, 21:51

Grazie ancora a tutti per i chiarimenti e i contributi. In rete ci sono due stemmi di abati generali di Montevergine della metà dell'800 con la croce astile accanto al pastorale. Si tratta degli stemmi di Raffele de Cesare e Giacomo Abignente:

Immagine

Immagine
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » martedì 17 gennaio 2017, 0:08

Effettivamente, da una rapida ricerca sul web, risulta che anche altri abati generali di Montevergine impiegarono la croce astile accollata allo scudo, come si vede nello stemma dell'abate Matteo Jacuzio raffigurato su un'incisione tratta dalla sua opera "Sacra imp. caes. fl. Constantini Magni historia quae partes duas complectitur”.


Immagine

Resta da capire come mai questi abati generali si equiparavano ai vescovi tanto da assumerne le insegne? Usurpazione o altro?
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 939
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 17 gennaio 2017, 0:28

marcello semeraro ha scritto:Resta da capire come mai questi abati generali si equiparavano ai vescovi tanto da assumerne le insegne? Usurpazione o altro?

Forse più che un'equiparazione con relativo riflesso nell'uso araldico, possiamo parlare semplicemente di un uso sporadico che poi non ha avuto la sua consacrazione attraverso una prassi consolidata nel tempo.
Del resto come tu notavi, caro Marcello, ad un certo punto i vescovi cominciarono ad ornare i loro scudi con la croce (semplice), come era più anticamente uso per ecclesiastici appartenenti a più alti gradi gerarchici, che facevano effettivamente uso di quella croce nella realtà. Il nuovo uso araldico della croce da parte dei vescovi - hai opportunamente e correttamente ricordato - ha portato gli arcivescovi ad adottare una croce doppia.
E - possiamo ora aggiungere - l'uso comune della croce (semplice o doppia) per gli ecclesiastici insigniti dell'episcopato, corrispondenti ai diversi gradi gerarchici (vescovi, arcivescovi, primati, patriarchi), ha fatto sì che questo ornamento divenisse segno distintivo dell'ordine episcopale in araldica.
Naturale che alcuni tra gli abati, che con i vescovi hanno condiviso da sempre molto (non tutto) delle vesti e delle insegne (anche araldiche ma non solo), abbiano adottato l'uso araldico della croce contemporaneamente ai primi vescovi che lo fecero. Benché né abati né vescovi nella realtà (cioè nell'uso para-liturgico) di quella croce non avessero mai fatto uso... Una prassi che però per gli abati non ha avuto un seguito.
Quindi più che di usurpazione potremmo parlare di un uso che oggi chiameremmo improprio, ma che al tempo era solo in qualche luogo 'sperimentale'.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3422
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » martedì 17 gennaio 2017, 0:40

Non si finisce mai di imparare...
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 939
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda bardo » martedì 17 gennaio 2017, 1:40

Porto un altro esempio all'interessante discussione:

Immagine
[Abate Raimondo Morales, 1829]
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
bardo
 
Messaggi: 1393
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » martedì 17 gennaio 2017, 16:24

Immagine

Anche l'abate Gubitosa, in carica fino al 1990, usava la croce astile.
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » martedì 17 gennaio 2017, 16:39

si tratta quindi di un uso (o meglio di un abuso) consolidato.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 939
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 17 gennaio 2017, 16:53

In questo caso sembrerebbe di sì. Sarebbe interessante notare se l'abate attuale di quel monastero fa uso di un'insegna con gli stessi ornamenti (ammesso che abbia voluto dotarsi di uno stemma personale e non usi quello dell'abbazia).
Del resto, non molto distante da Montevergine, gli Arcivescovi di Benevento, anche in tempi molto recenti - arrivando, non ricordo ora se fino al penultimo o all'ultimo precedente a quello attualmente in carica, che si distanzia da tale uso - hanno adottato la tiara con una sola corona, che pure era stata a suo tempo proibita da Roma...
Una croce astile può passare più facilmente, dai! :D
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3422
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » martedì 17 gennaio 2017, 16:53

marcello semeraro ha scritto:si tratta quindi di un uso (o meglio di un abuso) consolidato.



Sembrerebbe proprio di si, visto lo stemma della Congregazione in uso nel 1750:

http://www.bibliotecastataledimontevergine.beniculturali.it/getFile.php?id=159
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » giovedì 19 gennaio 2017, 16:42

Aggiungo che nell'attuale chiesa di San Giovanni Evangelista di San Felice a Cancello (CE), in cui si trovava fino al 1810 circa l'altare con gli stemmi virginiani, si trova un altro altare molto simile al primo e censito dal MIBACT:

http://www.catalogo.beniculturali.it/images/fullsize/ICCD50007106/ICCD3867704_FTAN%2047821.jpg

http://www.catalogo.beniculturali.it/sigecSSU_FE/schedaCompleta.action?keycode=ICCD3867703.

La Soprintendenza lo ha datato l'al 3° quarto del 18° secolo (1750-1775).
Secondo me possiamo datare allo stesso periodo anche l'altro altare e di conseguenza i due stemmi presenti ai suoi latri. Voi cosa ne pensate?
Grazie.
PMMO
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Stemma di un abate di Montevergine del '700

Messaggioda marcello semeraro » giovedì 19 gennaio 2017, 19:26

Pasquale M. M. Onorati ha scritto:
La Soprintendenza lo ha datato l'al 3° quarto del 18° secolo (1750-1775).
Secondo me possiamo datare allo stesso periodo anche l'altro altare e di conseguenza i due stemmi presenti ai suoi latri. Voi cosa ne pensate?
Grazie.
PMMO


Io credo che bisognerebbe procedere con l'identificazione del titolare (probabilmente un'abate generale) dello stemma. Solo così potremmo avere dati cronologici certi sul "contesto". Insomma, questo mi sembra il classico caso in cui l'attribuzione di uno stemma fornirebbe uno "stato civile" al monumento su cui è riprodotto.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 939
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti