Stemma al santuario della Basella (Bg)

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda lor.masche » domenica 16 agosto 2015, 14:58

Buongiorno a tutti,
approfitto ancora una volta della vostra competenza per chiedervi aiuto nel riconoscimento di uno stemma.
Nel santuario della Basella di Urgnano, provincia di Bergamo, si conserva un affresco tardo-trecentesco raffigurante la Madonna in trono con un devoto cavaliere in ginocchio.
Entro la cornice che delimita la scena è rappresentato uno scudo partito (allego immagine): a sinistra di chi guarda mi pare di riconoscere l'arma Orsini. E' corretto? Qualcuno di voi saprebbe identificarlo?
Sull'abito del cavaliere, poi, compare un particolare simbolo, fiancheggiato da alcune lettere, che forse potrebbero facilitare il riconoscimento (allego ingrandimento).
Vi ringrazio in anticipo per la cortesia.
Buone ferie. Saluti
Lorenzo

Stemma: http://postimg.org/image/trh2ekpvv/
Cavaliere: http://postimg.org/image/wj0c56oej/
Officio me afficio
lor.masche
 
Messaggi: 83
Iscritto il: sabato 11 agosto 2012, 13:08

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda Romegas » domenica 16 agosto 2015, 17:25

Concordo con lo stemma Orsini. Per quanto riguarda il cavaliere noto che dietro la schiena ha un cappello da pellegrino. Sarà un cavaliere?
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4880
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda lor.masche » domenica 16 agosto 2015, 18:29

Ho trovato una scheda riguardante l'affresco che riconosce nel personaggio inginocchiato Galeazzo II Visconti, devoto alla Madonna di Basella. Tuttavia non credo sia una lettura corretta: a meno che lo stemma non si riferisca ad un committente (moderno) che desiderava commemorare l'antico evento dell'apparizione. Per quanto riguarda l'abito del devoto, mi pare di riconoscere, oltre al monogramma AY, una specie di torcia. Può essere un emblema personale? Credo che il dettaglio del cappello da pellegrino sia dovuto alla natura devozionale della raffigurazione e al luogo per il quale è stata realizzata (meta di visite sin dai primi anni).
Grazie.
Officio me afficio
lor.masche
 
Messaggi: 83
Iscritto il: sabato 11 agosto 2012, 13:08

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda marcello semeraro » lunedì 17 agosto 2015, 12:42

Ha ragione Romegas, il primo quarto dello stemma partito è di un Orsini. E' probabile che lo stemma, nel suo complesso, sia un' arma di alleanza matrimoniale, raffigurante alla destra araldica lo stemma di un Orsini coniugato con una...?

Comunque sia lo stemma dipinto non ha nulla a che vedere con i Visconti.
Ultima modifica di marcello semeraro il lunedì 17 agosto 2015, 14:15, modificato 1 volta in totale.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda Romegas » lunedì 17 agosto 2015, 14:07

Non scordiamoci che il condottiero Roberto Orsini vissuto nel '400 ottenne anche la nobiltà veneta e che in quel tempo il bergamasco era sotto tutela della Serenissima. Inoltre a questo santuario erano devoti i Colleoni.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4880
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda lor.masche » lunedì 17 agosto 2015, 19:05

Vi ringrazio molto per l'aiuto.
Ho provato a cercare tra i condottieri Orsini (Pietro Giovanni Paolo e Niccolò) al soldo della Serenissima nel corso del Quattrocento, ma non riesco a trovare nessuno cha abbia sposato una donna con lo stemma in questione.
Mi dareste qualche suggerimento circa gli elementi che compongono la sinistra araldica? E' corretto parlare di "lambello" per l'elemento superiore? E per quelli inferiori?
Buona serata a tutti.
L.
Officio me afficio
lor.masche
 
Messaggi: 83
Iscritto il: sabato 11 agosto 2012, 13:08

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda Romegas » lunedì 17 agosto 2015, 19:24

Si è un lambello di 3 pezzi o gocce molto stilizzato. Sotto sembrano scudetti.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4880
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 10 settembre 2015, 22:22

Uno stemma innalzante tre scudetti è passato alla storia in relazione alla Sindone di Torino: Geoffroy de Charny, che fu il primo possessore noto del Sacro Telo, aveva per arma uno scudo di rosso a tre scudetti d'argento [anche se qualcuno sosteneva gli scudetti fossero d'oro, secondo un'informazione riportata da Vittorio Amedeo Cigna-Santi nella sua Serie cronologica de' Cavalieri dell'Ordine Supremo di Savoia detto prima del Collare indi della Santissima Annunziata (Torino 1786, p. 16)].

Qui lo stemma de Charny riprodotto su un medaglione votivo insieme alla Sindone e allo stemma de Vergy (Jeanne de Vergy era la moglie di Goffredo):
Immagine.

L'arma de Charny deriva per brisura da quella della famiglia di Mont Saint-Jean, di rosso a tre scudetti d'oro, che ebbe la baronia del villaggio di Charny.

Non conosco altri stemmi simili al 2° quarto della composizione araldica rappresentata sull'affresco. Almeno non di famiglie originarie della nostra Penisola.

Se poi, secondo una possibilità sollevata da Romegas, dobbiamo ipotizzare l'alleanza matrimoniale di un Orsini con persona proveniente da famiglia veneta, qualcosa che si avvicina ci sarebbe, ovvero lo stemma della famiglia Battaglia: di rosso a tre melograni d'oro, e talora i melograni sono rappresentati con una forma un po' allungata, in qualche modo tendente a quella dello scudetto.
Ma non so di alleanze tra queste due famiglie, né me la sento di dire che quelle tre figure possano esser effettivamente melograni...

Immagine
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3620
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda lor.masche » venerdì 11 settembre 2015, 9:18

Grazie per le risposte e scusate il ritardo.
Nei prossimi giorni vorrei tornare al santuario per scattare una foto più nitida: mi sembra infatti di aver notato, da lontano, che i tre scudetti siano caratterizzati da altri dettagli; forse aiuterebbero a comprenderne il significato.
Approfondirò senza dubbio le due piste suggeritemi da Antonio Pompili.
Di recente ho provato a cercare qualcosa in merito alla parola che sembra intravedersi sull'abito del cavaliere: le due iniziali AY mi hanno portato al motto della famiglia scozzese BRAND OF BABERTON, che recita AY FORWARD (https://books.google.it/books?id=9hFXAAAAYAAJ&pg=PT174&dq=brand+of+baberton+motto&hl=it&sa=X&ved=0CCAQ6AEwAGoVChMI2LSI17fuxwIVQ7gaCh1_7gNL#v=onepage&q=baberton&f=false.
Cosa ne pensate? E' possibile che questo motto fosse stato adottato anche da altre famiglie, forse più vicine geograficamente a noi?
Saluti a tutti e buona giornata
Lorenzo
Officio me afficio
lor.masche
 
Messaggi: 83
Iscritto il: sabato 11 agosto 2012, 13:08

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda Tilius » venerdì 11 settembre 2015, 9:29

lor.masche ha scritto:Ho trovato una scheda riguardante l'affresco che riconosce nel personaggio inginocchiato Galeazzo II Visconti, devoto alla Madonna di Basella. Tuttavia non credo sia una lettura corretta: a meno che lo stemma non si riferisca ad un committente (moderno) che desiderava commemorare l'antico evento dell'apparizione. Per quanto riguarda l'abito del devoto, mi pare di riconoscere, oltre al monogramma AY, una specie di torcia. Può essere un emblema personale?

In effetti ricorda una torcièra a gabbia di ferro battuto.
Però nel patrimonio araldico (imprese) visconteo non ne ho trovato sin'ora traccia.
Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12756
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stemma al santuario della Basella (Bg)

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » sabato 12 settembre 2015, 19:00

Interessante affresco e stemma. I braceri sono verosimilmente un'impresa del personaggio che li raffigurava sulla sua cotta. Abbiamo amplissime testimonianze dell'uso di imprese nell'abbigliamento della casa visconteo-sforzesca desumibili sia dai ritratti che dalle note spese della corte ove sono censite numerose stoffe decorate dalle varie imprese. Questa moda si può ben intuire fosse d'uso comune tra i personaggi di rilievo dell'epoca. Lo stemma Orsini è indubitabile come in effetti appare più complicato sciogliere l'identità della seconda partizione. Nulla si sa delle mogli dei due Orsini condottieri veneziani?
Saluti,
F.
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti