Creazione stemma

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Creazione stemma

Messaggioda chicco9324 » venerdì 27 giugno 2014, 11:50

Buongiorno a tutti,
sono nuovo del forum, ma è da qualche tempo che lo seguo.
Ho iniziato ad interessarmi all'araldica e ho deciso di realizzare un mio stemma personale.
Premetto che la mia famiglia non ha origini nobili e non possiede uno stemma, quindi quello che ho realizzato è solamente una rappresentazione di quello che sono e di quali sono i miei ideali.
Ora che sono finalmente riuscito a disegnare una versione "decente" dello stemma vorrei avere l'opinione di Voi esperti a riguardo in quanto le mie conoscenze di araldica sono limitate.
Vorrei inoltre precisare due cose, non voglio attribuirmi stemmi altrui, io non ne ho trovati di simili ma non essendo un esperto forse ho sbagliato qualcosa nella ricerca, quindi se lo stemma appartiene già a qualche famiglia chiedo la cortesia di farmelo sapere in questo modo provvederò a modificare lo stemma; in secondo luogo come ho già detto non possiedo titoli nobiliari quindi non vorrei che sullo stemma risultasse qualcosa di infondato.
Ringrazio cortesemente tutti coloro che mi vorrano rispondere.
Cordiali saluti
Chicco

Questo è lo stemma che ho realizzato

Immagine
chicco9324
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mercoledì 25 giugno 2014, 13:11

Re: Creazione stemma

Messaggioda alfabravo » venerdì 27 giugno 2014, 18:58

Benvenuto tra noi... e complimenti per il suo stemma.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Re: Creazione stemma

Messaggioda Delehaye » venerdì 27 giugno 2014, 19:10

benvenuto e complimenti, prima di tutto per la nobile Umiltas che proviene dalle tue parole! Chapeau! :)

proporrei delle leggerissime modifiche:
- un libro dalle pagine ... bianche? mmmhhh non mi convince tanto
- il segnalibro rosso al posto d'oro...
- dettaglierei meglio i particolari ed i dettagli del Caduceo (siamo sicuri che DEVE essere un Caduceo o non, magari, invece un Bastone di Asclepio? putroppo spesso sono confusi...): le penne e le piume delle ali... dov'è (se è un Caduceo) il secondo serpente? le squame, gli occhi, la bocca, la lingua...
- uno dei 2 lambrecchini (quello di sinistra araldica, ovvero quello dietro il leopardo) lo farei d'argento e di nero (riprendendo gli altri 2 smalto/metallo dello stemma) rendendo un po' meno monotono il fondo...
- le zampe dei 2 sostegni (grifone e leopardo) li farei un po' meno "invasivi" sullo scudo
- la criniera del leopardo dovrebbe essere molto meno folta di quella del leone... adesso è un leopardo "barbudos" ;)
- quell'unghia rossa affianco all'elmo... se è del grifo non capisco come tiene la zampa, ma sicuramente in maniera alquanto "contratta", se invece è del leopardo, avrebbe una zampa lunga e sproporzionata...
- le lettere del motto tutte maiuscole
- la lista bifida e svolazzante, del colore dello smalto dello scudo

;)
Ultima modifica di Delehaye il sabato 28 giugno 2014, 0:07, modificato 5 volte in totale.
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Creazione stemma

Messaggioda marcello semeraro » venerdì 27 giugno 2014, 19:13

Benvenuto anche da parte mia. Aggiungo alcune osservazioni a quelle utilissime proposte da Delahaye.

La composizione, per quanto interessante, risulta essere un pò troppo carica, soprattutto per la scelta di alcuni ornamenti esterni.

Alcune indicazioni:

- l'elmo: per le persone non nobili è preferibile usare un elmo d'acciaio, liscio, posto di profilo, ma chiuso e non semiaperto come da lei rappresentato;
- sull'elmo ci dovrebbe essere il cercine (con i colori dello scudo) che trattiene gli svolazzi, particolare assente nel suo disegno;
- trovo ridondante l'utilizzo dei due supporti e di tutto ciò che sta sotto di loro (tranne il motto).

Basterebbero semplicemente l'elmo, gli svolazzi, il cercine e il motto, anche per non appesantire troppo la composizione. Ovviamente è solo una mia opinione.

Domanda: la pezza principale dello stemma mi sembra uno scaglione alzato, ritondato e foggiato come se fosse un cappato: è così? ha un significato particolare?
Ultima modifica di marcello semeraro il sabato 28 giugno 2014, 0:32, modificato 3 volte in totale.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1031
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Creazione stemma

Messaggioda chicco9324 » venerdì 27 giugno 2014, 23:58

Ringrazio cordialmente per le indicazioni fornitemi, provvederò ad effettuare le modifiche consigliatemi anche se ho dei piccoli dubbi riguardo alcuni aspetti.

Per Delehaye
Come mi consiglia di fare le pagine del libro? Forse dall'immagine postata non è chiarissimo, ma sono di una tonalità grigio chiara.
Per quanto riguarda il caduceo mi sono reso conto di aver commesso dei grossi errori nella rappresentazione e di questo chiedo venia.
L'unghia rossa vicina all'elmo è del grifone ed effettivamente è in una posizone poco naturale.
In ultimo mi consiglia di fare il cartiglio del motto d'azzurro e bifido anzichè "arrotolato"?

Per marcello semeraro
Provvederò a modificare l'elmo, la modifica che devo apportare al mio è solo chiuderlo il colore e lo stile vanno bene?
La rappresentazione sotto il motto mi piacerebbe mantenerla in quanto ha per me una valenza simbolica in quanto rimanda ai nomi dei miei genitori anche se potrebbe essere rappresentata in altro modo.
La pezza principale è uno scaglione alzato e ripiegato non ha un significato particolare se non secondo il mio gusto di ordinare e definire lo spazio delle figure.

Posterò al piu presto alcune versioni con le modifiche consigliatemi, ringrazio ancora.
Chicco
chicco9324
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mercoledì 25 giugno 2014, 13:11

Re: Creazione stemma

Messaggioda marcello semeraro » sabato 28 giugno 2014, 0:19

Provvederò a modificare l'elmo, la modifica che devo apportare al mio è solo chiuderlo il colore e lo stile vanno bene?


sì.

La rappresentazione sotto il motto mi piacerebbe mantenerla in quanto ha per me una valenza simbolica in quanto rimanda ai nomi dei miei genitori anche se potrebbe essere rappresentata in altro modo


Capisco...massimo rispetto per questa scelta allora :) Ecco, magari cerchi di puntare di più su una maggiore euritmia.

Anche i due supporti sono indispensabili a livello simbolico?
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1031
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Creazione stemma

Messaggioda Delehaye » sabato 28 giugno 2014, 1:26

- su quelle pagine ci scriverei qualcosa e/o disegnerei qualcosa... anche delle sole lettere oppure un simbolo... non lascerei le pagine "bianche" (non di colore, ovviamente, ma nel senso non scritte...). magari però il lasciare intenzionalmente i fogli "bianchi" (non scritti) ha un significato, allora tutto ok! (ma mi piacerebbe sapere il perchè, pura curiosità) ;)

- sul cartiglio prova la resa con le varianti bifida e d'azzurro (le lettere d'oro)... potrebbe anche non essere gradevole, non so... bisognerebbe vederlo. le regole (ultime regole scritte in italia - regno d'italia dei savoia - però imponevano bifida-smaltoscudo). un' "arrotolatura" potrebbe anche esserci con le estremità bifide ;)

- l'elmo ha ancora un qualcosa che non va... la testa è di profilo, la gorgiera è di 3/4 (ovvero si vedono ambedue le spalle). anche quest'ultima andrebbe di profilo (visibile la sola spalla sinistra e il "petto" fino allo "sterno", per capirci)

- la larghezza della gorgiera dovrebbe essere di 5 moduli, mentre l'altezza dell'elmo di 6 moduli, tenendo presente che lo scudo ha una larghezza di 7 moduli. attualmento l'elmo mi sembra un po' piccolino
Immagine
(questo elmo è a 3/4)

- l'acciaio dell'elmo non dovrebbe essere d'acciaio (semplice) ma di acciaio brunito. quindi NON "grigio chiaro (metallico)", ma "antracite"...

- perchè non provi ad usare un'elmo con visiera a mantice, generalmente usato come elmo di cittadinanza? cioè questo:
Immagine
(questo elmo è di profilo)

- si potrebbe ornare l'elmo con 3 piume di struzzo con i colori dello scudo
nel disegno sottostante manca il cercine, che andrebbe, e poi le piume son disegnate malamente...
Immagine

- le piume potrebbero essere meglio disegnate, così:
Immagine Immagine Immagine

- sempre nell'ultima codifica araldica italiana, quella del regno d'italia dei savoia - negli stemmi di cittadinanza è precluso l'uso di sostegni

- quella specie di M fiorata su cui insistono i sostegni la farei un po' più regolare, ovvero lo spessore di quel "cordone" lo farei regolare, non come adesso che in alcune parti è più sottile ed in altre s'allarga... spero d'essermi spiegato ;) potrebbe poi magari essere un ramo (e quindi, "al naturale" ovvero marrone, facendo rimanere magari i fiori d'oro?)... c'è TROPPO oro... stanca un po'...

- quello "scaglione piegato alzato d'ermellino" (così si dovrebbe - salvo errori e/o omissioni! - blasonare) mi piace MOLTO! [thumb_yello.gif]

ricapitolando le ultime codifice del regno d'italia dei savoia avremmo queste regole:

SCUDO:
La figura normale dello scudo d'arme normale tradizionale in Italia è quella detta sannitica, ossia si fa lo scudo in forma di un quadrilatero rettangolo, i lati verticali del quale siano più lunghi degli orizzontali, e l’inferiore di questi ultimi, ritondato agli angoli e ricurvato nel mezzo, e termini in punta.
Per le donne quello ovato. L’altezza dello scudo deve eccederne di un settimo la larghezza in modo che, diviso il lato superiore in sette parti o moduli, i lati verticali siano otto moduli, aggiungendo per la punta un mezzo modulo.
Sono tollerate le altre fogge di scudi riservando la forma romboidale alle armi femminine.
Nelle concessioni si escluderanno le fogge arcaiche e di torneo, inclinate a tacca, a testa di cavallo ecc.
Lo scudo sannitico è anche quello adottato dalla Repubblica Italiana: lo scudo obligatoriamente adottato per la costruzione degli stemmi degli Enti destinatari di un provvedimento formale è quello detto “sannitico moderno”; cioè uno scudo rettangolare con gli angoli inferiori arrotondati. Tale scudo deve mantenere una proporzione di 7 moduli di larghezza per 9 moduli di altezza.
Immagine

ELMO:
Gli elmi delle famiglie di cittadinanza sono d’acciaio liscio abbrunati senza collana, colla visiera chiusa e collocati di pieno profilo a destra
Si possono usare tutte le forme di elmi che sono consuetudinarie nell'araldica. Nelle concessioni si escludono quelle a becco di passero, a berettone ed altre arcaiche.
Gli ecclesiastici, le donne, gli enti morali in massima non usano il fregio dell'elmo.

SVOLAZZI:
Tutti gli elmi si adornano coi loro veli frastagliati a svolazzi moventi e trattenuti da un cercine (bourrelet) cordonato in banda posto nel cocuzzolo dell’elmo; tanto gli svolazzi quanto il cercine debbono farsi dei soli smalti dello scudo, a meno di speciali concessioni o di casi storici di inchiesta, eccettuati per altro gli elmi del Re, e dei Principi Reali, e del sangue che hanno il cercine e gli svolazzi d’oro e d’azzurro (per questo, come detto prima, opterei anche per uno oro/azzurro e l'altro argento/nero)
Nelle concessioni si descrivono gli smalti degli svolazzi escludendo le smaltature all'antica fatte con figure o pezze dello scudo.

SOSTEGNI:
I tenenti e sostegni non si concederanno fuorché alle persone aventi diritto all’uso del manto sulle armi (ossia: Re e Regina, Principi e Principesse Reali, Principi e Principesse del sangue, Cavalieri dell’Ordine Supremo della Annunziata, grandi uffiziali dello Stato, principi e duchi), ai marchesi ed ai conti, escludendo però sempre i sostegni usati dal Re.
I sostegni od i tenenti si possono riconoscere o concedere.
Quindi, nel tuo stemma il grifone ed il leopardo non dovrebbero starci.

MOTTO:
Il motto si collocherà ordinariamente su di una lista bianca svolazzante a guisa di fascia ondata sotto la punta dello scudo. (dal 1870 al 1905)
I motti si scrivono sopra liste bifide e svolazzanti smaltate come nel campo dello scudo e scritte con lettere maiuscole romane. Di regola si collocano sotto la punta dello scudo. Si rispettano le tradizioni storiche per i motti scritti con caratteri speciali e per i gridi d'armi. Nelle concessioni i motti saranno od italiani o latini, nè scritti con lettere arcaiche. (dal 1905 al 1946)

PROPORZIONI:
L’altezza dello scudo deve eccederne di un settimo la larghezza in modo che, diviso il lato superiore in sette parti o moduli, i lati verticali siano otto moduli, aggiungendo per la punta un mezzo modulo.
Gli elmi sopra gli scudi non debbono occupare maggiore larghezza di cinque settimi nel mezzo dello spazio compreso tra le due linee parallele che si suppongano innalzate in prolungamento dei lati verticali dello scudo.

comunque NON ti scoraggiare! :-) tranquillo!
attualmente in Italia non c'è una codifica ufficiale araldica, ci sono le regole generali, e di buon gusto, nonchè quelle etico/morali (già accennate da te in incipit) di non far credere qualcosa che NON è! ;)
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Creazione stemma

Messaggioda chicco9324 » sabato 28 giugno 2014, 10:09

Buongiorno, ringrazio tutti per le informazioni datemi.
I supporti non rientrano nella simbologia quindi posso toglierli.
Provvederò a modificare l'elmo chiudendolo, ruotandolo e riproporzionandolo secondo le regole che mi avete indicato.
Non sapervo che gli svolazzi oro azzurri indicassere gradi di nobiltà quindi provvederò a modificarli.
Appena avrò realizzato le varie modifiche pubblicherò le varie versioni cosi, se vorrete, potrete aiutarmi in quanto esperti a definire la versione definitiva e a correggere eventuali errori.
Ringrazio ancora per la vostra gentilezza e disponibilità
Buona giornata
Chicco
chicco9324
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mercoledì 25 giugno 2014, 13:11

Re: Creazione stemma

Messaggioda T.G.Cravarezza » sabato 28 giugno 2014, 10:47

Innanzitutto mi complimento per la bozza dello stemma che è davvero interessante e con il desiderio di non usurpare stemmi o trattamenti non propri.
Concordo in linea generale con quanto consigliato dagli altri utenti intervenuti.
Solo un paio di precisazioni personali.

Per le norme riportate da Delehaye, tutte correttissime, ricordo che erano le norme del Regno d'Italia e quindi andavano scrupolosamente rispettate all'epoca. Oggi non sono in vigore e quindi non è necessario rispettarle fino all'ultimo codicillo. Sono utili per avere delle linee guida riguardanti gli stemmi araldici personali quando erano tutelati dallo Stato e per evitare utilizzi impropri di elementi che, per quanto non tutelati oggi, sarebbero non consoni ad uno stemma personale non nobiliare, per quanto non sanzionabili (esempio inserire un manto regale nel proprio stemma [sweatdrop.gif])

Gli svolazzi solitamente sono degli smalti dello scudo, quindi oro e azzurro oppure, come consigliato da Delehaye, uno oro-azzurro e uno nero-argento.

Riguardo la lista del motto, a me non dispiace anche l'attuale, ma lì dipende dai gusti estetici personali. Solitamente si usa il motto tutto in maiuscolo, ma, sinceramente, non mi dispiace quell'et minuscolo che fornisce maggiore risalto ai due principi chiavi del motto.

I sostegni effettivamente appesantiscono l'insieme, ma se si vuole fornire un significato aggiuntivo al proprio stemma oltre a quelli presenti nello scudo, si possono anche lasciare. Eventualmente predisporrei uno stemma con il solo scudo-motto ed uno stemma più completo, eventualmente anche con i sostegni. Se invece non hanno significati personali precisi, ma solo estetici, effettivamente ne farei a meno.

Concordo con Delehye di ricontrollare il caduceo e soprattutto il significato che si vuole veicolare (ricordo che per la medicina è più indicato il bastone di Asclepio).

Il libro può essere lasciato senza scritte se lo si intende come "libro del sapere" oppure si può "riempirlo" se gli si vuole fornire una precisa connotazione (religiosa con qualche frase biblica o di altre materie). L'importante è che siano pochissime parole o simboli (alfa e omega, sempre se si vuole indicare il lato religioso o, perché no, anche il sapere generale).

Buon lavoro
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6422
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Creazione stemma

Messaggioda Delehaye » sabato 28 giugno 2014, 10:54

caro chicco, qui nessuno è esperto :-)
appassionati sì, ma anche fallibili!
evvero che, comunque, in questo forum ci sono dei VERI Esperti (ed uso le lettere maiuscole!) ;)

per gli svolazzi potresti incrociarli, ovvero invece di:

1° a dx = oro&azzurro
2° a sx = oro&azzurro

potresti smaltarli così:

1° a dx = oro&nero
2° a sx = argento&azzurro

grazie a te! :-)
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Creazione stemma

Messaggioda chicco9324 » sabato 28 giugno 2014, 12:04

Grazie, recepiti anche questi consigli.
La connotazione del libro vorrebbe essere piuttosto scientifica in quanto attualmente sono uno studente di chimica farmaceutica, quindi il libro dovrebbe rappresentare il "sapere scientifico".
Buona giornata
Chicco
chicco9324
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mercoledì 25 giugno 2014, 13:11

Re: Creazione stemma

Messaggioda robyn » domenica 29 giugno 2014, 8:29

Benvenuto chicco,complimenti. [cheers.gif]
robyn
 
Messaggi: 90
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 15:52

Re: Creazione stemma

Messaggioda chicco9324 » domenica 29 giugno 2014, 18:44

Buonasera,
Ho finalmente iniziato ad apportare alcune delle modifiche da voi proposte.
Di seguito posto due versioni che differiscono esclusivamente dall'assenza nella seconda dei sostegni.
Nell'immagine in cui i sostegni sono presenti sono stati allontanati da sopra lo scudo.
Ho modificato l'elmo e a questo proposito vi chiedo in che modo realizzare le piume, se di struzzo o di pavone e in che numero, so che devono essere dispari ma non so se il tipo o il numero rappresentano qualche rango, inoltre devono essere rappresentante di fronte o di profilo dato che l'elmo è di profilo?
Per quanto riguarda gli svolazzi mi piace la proposta di Delehaye

per gli svolazzi potresti incrociarli, ovvero invece di:

1° a dx = oro&azzurro
2° a sx = oro&azzurro

potresti smaltarli così:

1° a dx = oro&nero
2° a sx = argento&azzurro


e mi chiedevo se era possibile non dividere a destra e a sinistra ma mischiare i vari smalti e metalli al fine di ottenere una rappresentazione più simmetrica.

Queste sono le due versioni con le prime modifiche:
ImmagineImmagine

Pubblicherò a breve le versioni successive secondo le vostre indicazioni.
Rimango in attesa dei vostri commenti, ringrazio cordialmente
Chicco
chicco9324
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mercoledì 25 giugno 2014, 13:11

Re: Creazione stemma

Messaggioda Delehaye » domenica 29 giugno 2014, 21:01

CERCINE
- l'argento/azzurro è una soluzione molto interessante! in effetti i "fondi" sia dello scudo che dello scaglione son tali (l'oro ed il nero invece sono i colori delle figure sovrapposte).
- vedi sotto in "svolazzi.

SVOLAZZI
- dovrebbero anch'essi essere argento/azzuro, come il cercine, se segli il dx ed il sx dello stesso smalto, oppure, se scegli che il dx ed il sx siano di smalti diversi la soluzione migliore sarebbe quella di averli uno argento/azzurro e l'altro oro/nero (nel tal caso anche oro e nero dovrebbero entrare nel cercine, ovviamente diminuendo lo spessore delle bande di torsione delle stesse).
- rispetto alla tua domanda... lo svolazzo è una "stoffa con un "sopra" ed un "sotto" che possono essere dello stesso smalto o di 2 smalti differenti... nulla vieta di avere 2 nastri (in 2+2 smalti) a dx ed altrettanti a sx... cioè avere i 4 smalti sia a dx che a sx... ma il tutto sarebbe il contrario della sobrietà...
- personalmente opterei per gli svolazzi (sia dx che sx) di solo argento/azzurro.
- le 3 coppie di svolazzi che vanno verso il basso non sembrano provenire dal cercine...
- perchè non provi ad eliminare gli svolazzi ed aggiungere le piume (di struzzo ed in numero di 3)? solo per vedere come viene.

ELMO
- quella specie di "gobbetta" sullo sterno... andrebbe eliminata, sembra un "qualcosa" in più...
- farei più "spiovente" (per la vestibilità) la gorgiera.
- il colore non deve essere "acciaio metallico" (grigio chiaro), ma "acciaio brunito" (antracite).

LEOPARDO
- una spuntatina (almeno della metà) alla criniera ("barba"). è un leopardo non un leone ;)

SOSTEGNI
- in uno stemma "di cittadinanza" essi NON vanno...

BASE
- ha un senso se ci sono i sostegni (grifone e leopardo), nessuno (almeno da un punto di vista araldico, ovviamente! non personale ;) ) se vengono eliminati, quindi, andrebbe eliminata anch'essa.
- nel caso d'eliminazione quella M potrebbe essere riportata SUL libro (a guisa di gioiello-fermacarte) - avrebbe anche un senso: i Genitori che sono il "presente" (la pagina aperta) ma che hanno un "peso" sul "passato" (le pagine di sx, guardando il libro aperto) e sul "futuro" (le pagine ancora da sfogliare). Il gioiello potrebbe significare il valore che loro hanno per te e per la sapienza che deriva anche dai loro insegnamenti e dal loro essere stati buoni genitori di famiglia. la sapienza in effetti e un bagaglio che nel tempo s'accresce e viene da lontano, prendendo e ricevendo i bagagli anche dai propri genitori.
- altra possibilità è "stampare" le 2 M sulle 2 pagine aperte del libro (singolarmente o anche in monogramma-intrecciate, nel tal caso però la lettura, in bassa risoluzione, sarebbe difficile).
- nel caso rimasesse, definirei meglio l'"oggetto" che forma quella M ideale. è un cordone? un nastro? una cintura? un ramo? una radice? se si opta per quel "qualcosa" andrebbe rimodulato... anche nello smalto oltre che nella grafica.

LIBRO
- definisci un po' più le pagine (a bassa risoluzione sembra un quadrato bianco e non si coglie che è un libro).
- vedi sopra in "base.

APE
- nell' "ape volante d'oro" andrebbero ridefinite meglio le 2 zampe anteriori, che adesso sembrano 2 moncherini troppo affiancati alla testa. consiglierei di metterle "a 45°" tra la testa e l'ala, allungandole (proporzionalmente) un po'.

MOTTO
- diminuirei la lunghezza e larghezza del nastro del motto.

ALTRE MODIFICHE FATTE
- bene!

comunque bravo! chapeau! [thumb_yello.gif]

tentiamo ANCHE una proposta di blasonatura? ;)

"d'azzurro allo scaglione piegato alzato d'ermellino, caricato nel 1° di un libro aperto al naturale, nel 2° di un'ape volante d'oro, nel 3° di un caduceo d'oro"
"Venne anche preso lo stendardo da battaglia (guðfani), che chiamavano "Corvo"."
Avatar utente
Delehaye
 
Messaggi: 2334
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2012, 1:42
Località: Napoli

Re: Creazione stemma

Messaggioda O' Barone IV » domenica 29 giugno 2014, 22:01

secondo me il primo stemma che ha postato presenta ancora troppi elementi esteriori. consideri che la presenza di sostegni indica un rango nobiliare piuttosto elevato, non specifico ma comunque elevato. quindi escluderei in toto il primo stemma. nel secondo invece vanno corretti gli svolazzi: devono iniziare sotto l'elmo e non sopra; l'alternanza dei colori e dei metalli degli svolazzi può essere anche fatta ma solitamente si tende a comporre in modo tale che ogni lato abbia un metallo e un colore; inoltre il fatto che vadano dietro lo scudo rende il tutto molto ridondante. il supporto sinceramente non lo capisco: è troppo grande, un po' troppo "d'avanguardia" e criptico nel suo significato. se per lei ha un significato particolare potrebbe anche metterlo all'interno dello scudo. tenga presente che qualora vorrà far rappresentare il proprio stemma su di uno chevalière, per motivi di spazio, potrà essere necessario rappresentare solo lo scudo, senza gli elementi esteriori. in questo caso il significato del supporto andrebbe perso. il motto è bello, pieno di valori e buone intenzioni... lascerei la congiunzione et in maiuscolo e cercherei piuttosto un cartiglio migliore da mettere subito sotto lo scudo. non le chiami piume ma penne, è un termine sicuramente più tecnico. nella costruzione di uno stemma ex novo la differenza tra le quelle di struzzo e di pavone è solo grafica. propongo le piume di struzzo, magari 3, due di profilo e uno che ricade davanti in modo da rendere la composizione più simmetrica, come da lei richiesto. il tipo di penne non rappresentano nessuna differenza di nobiltà; il loro numero invece, come ha ben detto, deve essere dispari ma ve ne sono anche alcuni con 4 piume. la posizione dell'elmo non influenza in nessun modo quella delle penne.

il titolo dell'intero thread non è molto inerente alle nostre aspirazioni: possiamo "inventare", al massimo possiamo "sviluppare" uno stemma ex novo ma addirittura "crearlo" è eccessivo!
O' Barone IV
 

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti