Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda marcello semeraro » mercoledì 21 maggio 2014, 10:58

L'ipotesi di Tilius e' degna di considerazione...

Per quanto riguarda l'attribuzione, possiedo una foto con lo stemma del Vescovo Gerolamo de' Buoi che conferma quanto detto sopra da Zaccheo.

Immagine

Questo è lo stemma di Mons. Gerolamo de' Buoi, Vescovo di Camerino dal 1580 al 1596. L'immagine mi è stata fornita da un parroco di una Chiesa di Camerino con cui sono in contatto. Il lambello è di 5 pendenti e mancano i 3 gigli d'oro ma comunque quello che ci interessa è l'assenza dell'aquila e dell'inquartatura.

Sembrerebbe che la famiglia de' Buoi abbia iniziato a far uso araldico dell'aquila imperiale, inquartandola con la propria insegna parlante, a partire dal secolo XVII.
Nel Trattato degli huomini illustri di Bologna (Ferrara, 1590), raccolta ricca di non poche immagini di stemmi, l'autore, Bartolomeo Galeotti, infatti, propone l'insegna episcopale di Girolamo Vitale de' Buoi, pastore di Camerino (1580-1596), raffigurante il solo bue passante sulla campagna, con il capo angioino.
Il Dolfi, nella citata opera Cronologia delle famiglie nobili di Bologna con le loro insegne, pubblicata a Bologna nell’anno 1670, inoltre, afferma che la famiglia de' Buoi "ultimamente si è principiata ad inquartare coll'Aquila" la propria arma.


Lo stemma del sigillo, quindi, verosimilmente appartiene a Mons. Giuseppe Vitale de' Buoi, Vescovo di Faenza dal 1767 al 1787.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 22 maggio 2014, 12:15

La realizzazione sembra comunque di molto successiva al XVIII secolo. Inizi del XX?
Non essendo riferibile al periodo di ipotetico riferimento, non è forse molto attendibile.
Già l'assenza dei gigli è indicativa.
Al di là poi di questa osservazione di tipo metodologico, non calcherei troppo la mano sul fatto dell'inquartatura (che pure certamente tende a far convogliare le indagini maggiormente in una direzione piuttosto che nell'altra).
Infatti, anche in recente discussione riguardo a un vescovo di Fiesole ( viewtopic.php?f=1&t=18717 ) abbiam ben valutato l'ipotesi che questi abbia potuto far uso dello stemma semplice e di quello composto. Tanto per citare solo una recente discussione segnatamente in ambito araldico-ecclesiastico... visto che il fenomeno, in generale, non è così raro.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3615
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda marcello semeraro » giovedì 22 maggio 2014, 13:34

Lo stemma e' stato realizzato successivamente all'epoca del Vescovo Gerolamo. E' evidente.

Quello che conta e' la presenza del bue senza inquartatura, particolare confermato da un mobile stemmato presente in una Chiesa di Camerino.

Questi elementi sembrerebbero confermare quanto detto sopra da zaccheo.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 22 maggio 2014, 14:29

Con quanto ho scritto sopra mi pare di aver già detto che forse quel bue non inquartato, gentilmente fornito dal confratello camerinese - che, pur non conoscendo di persona, vorrei, attraverso di te, personalmente ringraziare - anche considerata la giovane età del quadrupede, non "conta" poi molto ai fini dell'identificazione di un sigillo che (originale o riproduzione da originale che possa essere) rimanda verosimilmente al XVIII secolo.
Ma non vorrei ripetermi su quanto già scritto.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3615
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda marcello semeraro » domenica 29 giugno 2014, 11:09

Immagine
Ex libris del Vescovo Giuseppe Vitale de' Buoi.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda andrew4jc » lunedì 13 aprile 2020, 5:37

Miei cari amici,

Mi sto prendendo una breve vacanza dal seminario e ho deciso di rivedere questo argomento.
Con alcune ricerche sono riuscito a individuare il seguente stemma:


Immagine
Immagine
Questo appartiene al vescovo Claude Marie Magnin di Annecy

Immagine
Immagine
Questo appartiene al vescovo Louis Eugene Regnault di Chartres. Questo ha senso perché la reliquia è del Velo della Beata Vergine Maria, che si conserva a Chartres. Avevo pensato che lo stemma appartenesse ad un arcivescovo per via delle nappe.

Immagine
Immagine
http://www.bibliotecanapoletana.it/assets/archivio/anteprime/religione/878.jpg
Questo appartiene al vescovo Giuseppe Maria Perrimezzi.

Posso chiedere il vostro aiuto per identificare questo stemma?
Immagine
Pensavo al vescovo Giacomo Buoni, ma non ci sono segni nella banda.

Immagine
andrew4jc
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mercoledì 2 aprile 2014, 10:12

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 14 aprile 2020, 16:50

andrew4jc ha scritto:Posso chiedere il vostro aiuto per identificare questo stemma?
Immagine
Pensavo al vescovo Giacomo Buoni, ma non ci sono segni nella banda.

Non si sa nulla dell'ambito di provenienza?
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3615
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Potete aiutarmi a identificare questi stemmi?

Messaggioda andrew4jc » mercoledì 15 aprile 2020, 4:12

So solo che viene dall'Italia. Ecco la parte anteriore del reliquiario. Stavo controllando gli Arcivescovi di Venezia e Padova ma non ho trovato
Immagine
andrew4jc
 
Messaggi: 19
Iscritto il: mercoledì 2 aprile 2014, 10:12

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti