Stemma vescovile o abbatizio

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 3 ottobre 2013, 14:12

Franz Joseph von Trotta ha scritto:È vero, hai ragione, in quella specifica compilazione (un repertorio monumentale) no... si potrebbe supporre come talvolta avveniva che la motivazione parlante iniziale - che visto il nome mi parrebbe (quasi) inequivocabile - fosse erosa, corrotta o modificata nel corso del tempo. Ho osservato ad esempio nello stemma di una famiglia Bertoli di Bergamo l'iniziale "berta" parlante, poi ingentilita diventando una candida colomba.
Naturalmente un censimento di esemplari dell'insegna nel corso del tempo sarebbe molto utile.

Vero! Sono moltissime le armi per le quali sarebbe necessario un censimento del genere.
Spesso armi che - al di là di ipotesi più o meno ragionevoli, o più o meno artificiose - sembrerebbero parlanti, in verità non lo sono.
E, viceversa, armi che sono nate come parlanti oggi non riusciamo più a percepirle come tali, perchè magari espressive di qualche termine appartenente a un dialetto o a una lingua non più in uso.
Talora, definire un'arma parlante solo perchè ad una prima intuizione sembrerebbe esser tale, può essere impresa più adatta al Mago Zurlì [holiday.gif] (per restare in assonanza di termini) che non ad un araldista.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3625
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Salvanèl » giovedì 3 ottobre 2013, 17:40

Nello stemmario Trivulziano per la famiglia Ziorlly sono raffigurati 3 merli e Maspoli suggerisce trattarsi di uno stemma alludente, dal dialettale zirlà = zirlare, il fischiare del tordo, estensivamente dei turdidi.
Avatar utente
Salvanèl
 
Messaggi: 397
Iscritto il: domenica 17 ottobre 2010, 11:30

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Tilius » giovedì 3 ottobre 2013, 17:52

Ho osservato ad esempio nello stemma di una famiglia Bertoli di Bergamo l'iniziale "berta" parlante, poi ingentilita diventando una candida colomba.

Fossero solo quelle a ingentilirsi diventando candide colombe... :mrgreen:

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12795
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » giovedì 3 ottobre 2013, 19:02

Antonio P. ha scritto:Talora, definire un'arma parlante solo perchè ad una prima intuizione sembrerebbe esser tale, può essere impresa più adatta al Mago Zurlì [holiday.gif] (per restare in assonanza di termini) che non ad un araldista.


Che i tre uccelletti abbiano un intento parlante rimane molto verosimile, (non è certo un'ipotesi campata in aria...), sia per il cognome zurlo/Zurla che, a maggior ragione, anche per quanto riporta anche il Maspoli, sebbene in questo caso evocare il "richiamo" :D dal fischiare dell'uccelletto, il "zirlà", è allusione ben più sottile.
Quanto ai bravi araldisti è vero: alcuni sono anche dei veri maghi non c'è dubbio :D

F.
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Zaccheo » martedì 8 ottobre 2013, 17:05

stefano alessandrini ha scritto:Con questo sigillo è stata sigillata un'urna con reliquie.

A proposito di reliquie. Nella basilica romana di Santa Croce in Gerusalemme un esemplare dello stemma cardinalizio di Placido Zurla fa bella mostra di sè (unitamente a quello dell'altro cardinale titolare della Basilica Pedro González de Mendoza) sul lato posteriore della teca metallica che supporta e custodisce il prezioso Titulus crucis (con la scritta I.N.R.I.) utilizzato per N.S. Gesù.

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Tilius » mercoledì 9 ottobre 2013, 9:22

Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12795
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda di ca passero » giovedì 10 ottobre 2013, 14:50

La famiglia dei marchesi Zvurla è cremasca,un ramo trasferitosi per qualche tempo a Legnago"si domicilio'nuovamente a Crema verso il17802(Sforza Benvenuti).Oltre a divenire vicario di Roma e scrittore proficuo ,Placido fu un valente geografo a cominciare dall' opera"Mappamondo di fra Mauro camaldolese"(1806),consultato dallo zar ad interpretare antiche carte.La sua morte improvvisa in Sicilia,dove era stato mandato a visitare alcuni conventi,fu ritenuta sospetta e si parlò di veleno. [dev.gif]
ARMA:d'argento,ai tre zurlini passanti posti in ordine di due e uno di nero.

alias:di nero ai tre uccelli volanti d' argento,beccati e membrati di rosso.

alias:troncato d'argento e d' oro,a tre zurle di nero beccate e membrate di rosso due in capo ed una in punta.(Borio,Blasonario Cremasco).
di ca passero
 
Messaggi: 51
Iscritto il: mercoledì 8 ottobre 2008, 21:11
Località: lombardia ponente ligure

Re: Stemma vescovile o abbatizio

Messaggioda Cawdor » martedì 25 febbraio 2020, 22:26

https://scripofilia.it/6317-thickbox_de ... i-1845.jpg


p.s. le Zurle è un modo di chiamare le Gracchie o Gracchio, sembrano dei merli, uccelli neri col becco giallo arancio, ma son dei corvidi
differenti dalla taccola (anch'essa presente in stemmi araldaci) che è appunto un corvide tutto nero molto simile alla cornacchia
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 1070
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti