Rametti decussati

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 5 giugno 2003, 17:53

Egregi colleghi,
...che dire? Quest'argomento si sta sviluppando in maniera meravigliosa, grazie al fattivo, corposo e ricco contributo dei vari partecipanti (fra cui il bravo MVC, che ricambio e saluto). In virtù delle belle immagini fornite, e della documentazione miniata ivi compresa, rinuncio definitivamente alla mia vecchia alabarda in favore dell' azza d'arme, delle cui possibili fogge faccio tesoro per il futuro.
Rinuncio anche a vedere rivolta l'azza, ormai certamente ben posizionata dall'ignoto artefice.

Sul quale artefice torno, caro Riccardo, in merito alla pietra d'Assisi. É fuor di dubbio che su quel bel minerale si fondi (quasi alla lettera! :D ) la vicenda della famiglia. Il problema è: il disegnatore dello stemma (a proposito: chi era? riusciremo a dargli un nome migliore?) sapeva di dover disegnare una torre di quel colore? O fu una sua invenzione?

Il resto non fa una piega. Per inciso, mentre parlavi della bella zona umbro-marchigiana accennavi ai Da Varano, :!: grande famiglia trascurata dalla storia, e sulla quale araldicamente avremmo tanto da dire...

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda RFVS » giovedì 5 giugno 2003, 20:23

A tutt'oggi nessuno della famiglia ha la minima idea di chi possa aver disegnato quello stemma...anche perchè di persone così anziane da ricordarsi dei primi del 1800 non ne esistono più..purtroppo....quindi dubito che, per ora, possiamo dargli un nome...comunque sentirò mio zio che ha l'originale sperando in qualche notizia interessante.

Se il disegnatore avesse in mente di realizzare la torre proprio in pietra d'Assisi o meno...bhè la certezza non l'ho...ma dato che un buon 90% delle costruzioni dell'appennino umbro-marchigiano son di color rosa perchè fatte di questa pietra.... (che in particolare è estratta sul monte Subasio e su altri monti nelle vicinanze)....suppongo che per forza il disegnatore "mascarato" :lol: l'abbia disegnata così...per il semplice fatto che la realtà edilizia dei luoghi in questione vedeva l'egemonia della pietra rosa d'Assisi....da ciò credo che non si scampi. :wink:

Eh sì...in effetti dei da varano se ne sente parlar poco..mentre sono stati molto importanti.

Un saluto

Riccardo
RFVS
 

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 5 giugno 2003, 20:48

..."Se il disegnatore avesse in mente di realizzare la torre proprio in pietra d'Assisi o meno...bhè la certezza non l'ho...ma dato che un buon 90% delle costruzioni dell'appennino umbro-marchigiano son di color rosa perchè fatte di questa pietra.... (che in particolare è estratta sul monte Subasio e su altri monti nelle vicinanze)....suppongo che per forza il disegnatore "mascarato" l'abbia disegnata così...per il semplice fatto che la realtà edilizia dei luoghi in questione vedeva l'egemonia della pietra rosa d'Assisi....da ciò credo che non si scampi".

Vero: ma il mascarato era :? umbro-marchigiano? Ed era stato spinto :? da quale motivo :? ad usare quella tonalità di colore?

Senza questi dati, andremo avanti a forza di congetture...
Sui Da Varano cosa sai?

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda RFVS » giovedì 5 giugno 2003, 21:25

Ho parlato con mio zio, ma neppure lui sa nulla....epoca incerta ed autore assolutamente ignoto...molto probabile è che l'autore, a detta di mio zio, fosse qualcuno di famiglia (...famiglia che da sempre ha una predilezione non indifferente per l'arte..in particolare per la pittura!).

Se fosse uno di famiglia...più umbro-marchigiano di così! :wink:

Comunque mio zio, a breve, mi invia l'originale cosicchè io lo possa far analizzare da qualche esperto per trarne una datazione...qualcosa sulla colorazione..ecc..ecc.

Sui da Varano, purtroppo non ho nulla.

PS...come lo blasoneresti tu lo stemma?

Un saluto

Riccardo
RFVS
 

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 5 giugno 2003, 22:00

Penso proprio che, a questo punto, sia giusto e doveroso tentare il blasone praticamente definitivo di questo stemma:

"Di rosso, alla torre di pietra d'Assisi fondata in punta, merlata di sette pezzi alla ghibellina, aperta e finestrata di tre al naturale, cimata da un'azza d'arme d'argento, impugnata da un destrocherio di carnagione vestito di verde ed uscente dal fianco sinistro dello scudo, addestrata da un giglio, ed accompagnata nel cantone sinistro del capo da una stella di cinque raggi, il tutto d'argento".

Questo è forse il modo migliore di superare gli squilibri formali insiti nel disegno; sulla natura delle figure, credo che siamo giunti ad un punto di relativa certezza.

Ci manca soltanto di rispondere alla domanda: perché proprio queste figure, con questi smalti e in questa forma? Cioé, riuscire a spiegarci le motivazioni che hanno portato alla sua ideazione e creazione, insomma ricostruirne la genesi.
Aspetto nuove tue (anche sui Da Varano: possibile che non ne sai nemmeno lo stemma :shock: !?).

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda RFVS » venerdì 6 giugno 2003, 18:32

Intanto mi scuso se rispondo solo ora, ma con la maturità alle porte il tempo è molto poco!! :cry:

Sui da Varano, mi dispiace, ma non ho nulla circca l'araldica....e non saprei neppure dove rimediare qualcosa.

Io lo stemma lo blasonai, tempo fa, così:

Scudo sagomato: di rosso alla torre in pietra d'Assisi, a tre ordini, l'ultimo con le bertesche, merlata di sette pezzi dello stesso alla ghibellina, murata, aperta e finestrata di tre di nero, ordinati in fascia, movente dalla punta. Accompagnata da un destrocherio di verde impugnante un' azza d'argento alta in palo, poggiante sul merlo centrale, accompagnata nel fianco destro da un fiordaliso d'argento e nel cantone sinistro del capo da una stella dello stesso.
Accollato dietro da un cartiglio d'oro accartocciato e da due r5ametti verdi d'Alloro, passati in decusse sotto la punta.

Le critiche e i consigli sono ben accetti dato che la mia esperianza è poca.

Un saluto

Riccardo
RFVS
 

Messaggioda RFVS » venerdì 6 giugno 2003, 18:38

....ho scordato di scrivere questo:

...accompagnata da un destrocherio di verde, movente dal lato sinistro ed impugnante....

pardon

ciao
Riccardo
RFVS
 

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 6 giugno 2003, 19:12

Caro Riccardo,
il blasone va bene... ma anziché fare addende, riscrivilo tutto intero (e cerca di essere mooooolto sintetico :wink: :wink: :wink: :wink:; scopiazza pure da quello che ti ho suggerito).
Dei Da Varano riparleremo con calma, magari dopo gli esami (fatti onore :D !).

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Messanensis » sabato 7 giugno 2003, 19:31

Non so se può essere utile, lo stemma dei da Varano che ho reperito è il seguente: vajato in punta d'argento e di verde. Lo scudo accollato dall'aquila imperiale .
Cordiali saluti,
Rosario
Rosario Basile

Ogni erba si conosce per lo seme.
Dante
Messanensis
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 1600
Iscritto il: mercoledì 15 gennaio 2003, 19:47
Località: Messina

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

cron