Blasone famiglia inglese

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Blasone famiglia inglese

Messaggioda mariothegreat » giovedì 17 gennaio 2013, 17:28

Salve a tutti!
Nelle ricerche pluri-decennali che sto' conducendo mi sono imbattuto in un blasone di cui ho solo una foto trovata su un cancello in ferro. La famiglia e' originaria, almeno secondo le leggende, dall'Inghilterra, trasferita per non si sa' quali motivi in Sicilia ha cambiato cognome in Inglese per motivi di pronuncia almeno sempre secondo le leggende...
Concretamente sono risalito fino agli inizi del '700 a Santo Stefano Quisquina AG, ho trovato alcuni altri Inglese in Palermo un secolo prima ma conferme di una origine Inglese proprio non ne ho, Le leggende sono riportate in diversi siti tra cui:
http://www.alessandriadellarocca.it/fam ... nglese.htm
Dove potrete ammirare il blasone in oggetto. C'e' qualcuno che puo' ipotizzare un significato inerente le origine della famiglia dal blasone stesso?
Grazie
Mario
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda mariothegreat » venerdì 18 gennaio 2013, 16:01

Mi rispondo da solo, ho trovato un dato dal Vindex Neapolitanae nobilitatis del 1653 dove si cita un Matteo Inglese presente nell'elenco dei feudatari del 1272, cio' significa che probabilmente la leggenda sull'arrivo della famiglia dall'Inghilterra ha fondamenti abbastanza reali.. Probabilmente collegata al ramo Giovanna Plantagenet... Resto in attesa di qualche risposta da parte degli esperti in araldica per capire se dallo stemma si possa risalire a qualche altro dato.. saluti da una imbiancata Inghilterra...
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda Romegas » sabato 19 gennaio 2013, 0:44

Il blasone non mi sembra molto di origine inglese.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4466
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda mariothegreat » sabato 19 gennaio 2013, 10:44

Grazie per la tua nota, potresti darmi un tuo parere sulla origine o il significato dal punto di vista araldico?
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda Romegas » sabato 19 gennaio 2013, 15:18

Sul significato non so che dirti. L'origine dello stemma mi sembra italiana o francese.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 4466
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda mariothegreat » sabato 19 gennaio 2013, 19:12

Grazie per l'aiuto!
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda newcastle » lunedì 28 gennaio 2013, 0:46

Non so da dove la famiglia Inglese traesse la propria nobiltà e da dove derivasse lo stemma. So che nel paesino in cui risiedevano, Alessandria della Rocca (Ag), nessuno li considerava baroni. Io stesso ho visto, tempo fa, in una chiesa del paese, una targa in marmo che ricordava un tale di detta famiglia, della seconda metà dell'800, senza alcun riferimento a titoli nobiliari. Inoltre, nessuna famiglia di tale nome si trova mai citata in testi di Araldica presenti e passati, in mastre nobili o elenchi similari. Ci sembra incredibile e fuori dalla realtà una pretesa discendenza dai Plantageneti basandosi semplicemente sul cognome 'Inglese'. Se si fossero chiamati 'Francese' , in base a tale principio, sarebbero stati discendenti dai Capetingi. L'unica cosa certa è che nell'800 crearono una notevole ricchezza, e come tante altre famiglie assurte dal nulla alla ricchezza, cominciarono ad atteggiarsi a nobili, ad imparentarsi con famiglie o di piccola nobiltà o della loro stessa condizione, ad esibire improbabili stemmi.
Saluti
newcastle
 
Messaggi: 87
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 19:04

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda mariothegreat » mercoledì 30 gennaio 2013, 0:10

Non so da dove la famiglia Inglese traesse la propria nobiltà e da dove derivasse lo stemma. So che nel paesino in cui risiedevano, Alessandria della Rocca (Ag), nessuno li considerava baroni. Io stesso ho visto, tempo fa, in una chiesa del paese, una targa in marmo che ricordava un tale di detta famiglia, della seconda metà dell'800, senza alcun riferimento a titoli nobiliari. Inoltre, nessuna famiglia di tale nome si trova mai citata in testi di Araldica presenti e passati, in mastre nobili o elenchi similari. Ci sembra incredibile e fuori dalla realtà una pretesa discendenza dai Plantageneti basandosi semplicemente sul cognome 'Inglese'.

In realta' nemmeno io ho trovato nessun certificato dove venga dichiarato uno stato nobile, almeno per ora, bisognerebbe chiederlo allo scrittore dove ha reperito le fonti per tali affermazioni, che fossero imparentati con la piccolo nobilta locale mi sembra un fatto molto probabile, infatti vengono riportate le fonti (che dovrei controllare se avessi il tempo) :
ANGELA INGLESE sposò il BARONE GUGGINO Del Vasto di Bivona
MARIA UDIENZA INGLESE sposò il BARONE GENUARDI di Agrigento
ANTONINA INGLESE e MADDALENA INGLESE sposarono, in prime ed in seconde nozze PIETRO CORDOVA
Per quanto concerne la sua nota riguardante la mancanza della famiglia Inglese/inglisio/ingrisi etc tutto dipende dalle fonti dove lei ha attinto le informazioni, senza stare troppo a cercare per esempio a pag 197/198 del documento: Sezione I - Le famiglie feudali si trova scritto a proposito di un Inglisio:
Fu suo successore Matteo Inglisio che in una lettera del 17.3.1349 è indi-
cato come barone, proprietario di una casa nei pressi del pretorio di Palermo
(Acfup, VIII, 120-121).
O certamente imparentati con i Ventimiglia, notoriamente non proprio degli sconosciuti direi, come dalle note:
"GIAN DOMENICO INGLESE è nato intorno al 1615, a Partinico
PALERMO, da Cipriano Inglese e Lauria Inglese, come mostrato all'interno dell'albero genealogico 44. Gian è morto
intorno al 1643, all'età di circa 28 anni, a Carini PALERMO.
Gian Domenico Inglese, all'età di circa 27 anni, ha sposato Isabella Ventimiglia di 28 anni, il 15 aprile 1643 a Carini
PALERMO. Vedi albero genealogico 44."
Ci sono anche menzioni nei capibrevi del Barberi ma non vorrei diventare troppo pedante.
Salutoni...

Se si fossero chiamati 'Francese' , in base a tale principio, sarebbero stati discendenti dai Capetingi. L'unica cosa certa è che nell'800 crearono una notevole ricchezza, e come tante altre famiglie assurte dal nulla alla ricchezza, cominciarono ad atteggiarsi a nobili, ad imparentarsi con famiglie o di piccola nobiltà o della loro stessa condizione, ad esibire improbabili stemmi.
Saluti
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone Famiglia Inglese

Messaggioda newcastle » mercoledì 30 gennaio 2013, 1:16

Caro Mario the great
oltre agli Inglese 'antichi' che tu hai menzionato puoi aggiungerne altri citati in documenti del 1282 pubblicati dalla Società di Storia Patria.Di sicuro non c'è nessun rapporto tra la famiglia di Alessandria della Rocca e questi.Come non è detto che ci sia un rapporto con quelli da te citati, vissuti a Carini e a Partinico. La Ventimiglia sposata Inglese apparteneva alla grande famiglia Ventimiglia o a qualche famiglia omonima? Non esiste una continuità storica documentata, come tante famiglie che dal Medioevo sono giunte sino a noi attraversando i secoli sempre riconosciute nella loro nobiltà. Ritengo che gli antichi Inglese si siano estinti da secoli e che questi siano solo omonimi, altrimenti ne troveremmo notizie nei vari Mango, Villabianca e simili.Non credo valga più la pena di parlarne
Cordiali saluti
newcastle
 
Messaggi: 87
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 19:04

Re: Blasone famiglia inglese

Messaggioda mariothegreat » mercoledì 30 gennaio 2013, 9:17

Caro Mario the great
oltre agli Inglese 'antichi' che tu hai menzionato puoi aggiungerne altri citati in documenti del 1282 pubblicati dalla Società di Storia Patria.Di sicuro non c'è nessun rapporto tra la famiglia di Alessandria della Rocca e questi.Come non è detto che ci sia un rapporto con quelli da te citati, vissuti a Carini e a Partinico. La Ventimiglia sposata Inglese apparteneva alla grande famiglia Ventimiglia o a qualche famiglia omonima? Non esiste una continuità storica documentata, come tante famiglie che dal Medioevo sono giunte sino a noi attraversando i secoli sempre riconosciute nella loro nobiltà. Ritengo che gli antichi Inglese si siano estinti da secoli e che questi siano solo omonimi, altrimenti ne troveremmo notizie nei vari Mango, Villabianca e simili.Non credo valga più la pena di parlarne
Cordiali saluti

Caro Newcastle,
Non voglio disquisire sulla nobilta o meno degli Inglese, infatti il post e' stato pubblicato volutamente nella sezione araldica perche mi interessa conoscere l'opinione di esperti sulla simbologia usata e sulle eventuali similitudini con altri stemmi, detto cio', non e' che un cognome veniva fuori a caso potrebbe esserci una relazione con famiglie piu' antiche, ed e' questo lo scopo della ricerca... Il gusto di scoprire qualcosa che altri non hanno trovato.. Altrimenti staremmo a discutere in una caverna se e' possibile riprodurre il fuoco da un fulmine .. o no?
Grazie comunque dei tuoi commenti, per quanto concerne la famiglia Ventimiglia e' proprio quella... Vedo che hai omesso di commentare le altre parentele che ti ho presentato... Non era facile sposarsi con baroni essendo solo plebei nell'800... Sto' attualmente lavorando sui Ventimiglia presenti a Carini e I loro rapporti con Castronovo/SAnto Stefano, ci vorra' un po' di tempo... Se l'autore del volume mi rispondera alle domande rivoltegli attorno all'origine dei miti sulla famiglia Inglese postero' gli aggiornamenti.
Saluti
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone famiglia inglese

Messaggioda newcastle » sabato 2 febbraio 2013, 0:17

Caro Mario the great
nel romanzo 'Il Gattopardo' c'è la dimostrazione di come non fosse così difficile sposare , non un barone ma un principe da parte di una fanciulla borghese: bastava avere una grossa dote.Aggiungo che i Cordova di Alessandria non erano nobili e non avevano nulla a che fare con l'antichissima famiglia De Cordova, come mi è stato detto dagli interessati. I Genuardi erano ricchi possidenti e proprietari di zolfare, costruirono un palazzo a Palermo, tuttora esistente in via Ruggero Settimo che però furono costretti a vendere nel 1875 in seguito al fallimento della azienda. Diventarono baroni di Molinazzo con Ignazio,'maritali nomine ' di Anna Rotolo soltanto nel 1903. I Guggino di Bivona, baroni del Guasto, ebbero il titolo nella seconda metà del 700.Quanto al matrimonio di un membro della storica famiglia Ventimiglia con una Inglese di Carini ,è del tutto inverosimile.Il principe Giovan Ruggero Ventimiglia, sul finire del 700, odiava la propria madre e non le rivolgeva la parola perchè aveva macchiato con il suo sangue la stirpe, essendo soltanto una Perpignano, principessa ereditaria di Buonriposo, anche se in possesso di un grande patrimonio. Figurati se un membro di questa famiglia ( primo marchese di Italia 'dei gratia',altezza serenissima, facoltà di battere moneta, e vari titoli principeschi), avrebbe mai potuto sposare una Inglese e magari risiedere a Carini diventando, così, vassallo e sottoposto del principe di Carini. Per ultimo, ci sono, tutt'ora delle famiglie Ventimiglia e Inglese(Inglisa) residenti a Carini, probabili discendenti delle famiglie di cui tu parli. Non credo ci sia altro da aggiungere. Cordiali Saluti
newcastle
 
Messaggi: 87
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 19:04

Re: Blasone famiglia inglese

Messaggioda mariothegreat » martedì 5 febbraio 2013, 9:28

Carissimo Newcastle,
Rispondo brevemente ale tue note:

Caro Mario the great
nel romanzo 'Il Gattopardo' c'è la dimostrazione di come non fosse così difficile sposare , non un barone ma un principe da parte di una fanciulla borghese: bastava avere una grossa dote.
Grazie della precisazione, comunque ancora distinguo un romanzo, anche se storico, usato come corollario per dimostrare una teoria da un fatto puramente storico... Fascinating...

Aggiungo che i Cordova di Alessandria non erano nobili e non avevano nulla a che fare con l'antichissima famiglia De Cordova, come mi è stato detto dagli interessati. I Genuardi erano ricchi possidenti e proprietari di zolfare, costruirono un palazzo a Palermo, tuttora esistente in via Ruggero Settimo che però furono costretti a vendere nel 1875 in seguito al fallimento della azienda. Diventarono baroni di Molinazzo con Ignazio,'maritali nomine ' di Anna Rotolo soltanto nel 1903. I Guggino di Bivona, baroni del Guasto, ebbero il titolo nella seconda metà del 700.
Grazie di queste preziose note, gli unici dati che ho sono stati estrapolati dal libro di un Alessandrino DOC, Dr. Nino Raineri. Ho provato a contattarlo per conoscere le fonti da cui ha attinto ma per ora non ho ricevuto nessuna risposta. Normalmente quando scrivo un libro io controllo le fonti, presumo che anche il Dr Raineri abbia fatto lo stesso.


Quanto al matrimonio di un membro della storica famiglia Ventimiglia con una Inglese di Carini ,è del tutto inverosimile.
A questo proposito non posso fornirti titoli di romanzi a prova del fatto ma se basta avrei un certificate di matrimonio tra un Inglese e una Ventimiglia di Carini, meglio di nulla... Approfitto della tua gentilezza per chiederti se hai informazioni sui Ventimiglia provenienti da Alcamo, sto ricostruendo tutta la geneologia dei Ventimiglia di Carini e mi interesserebbe conoscere gli eventuali legami con tale citta'.

Il principe Giovan Ruggero Ventimiglia, sul finire del 700, odiava la propria madre e non le rivolgeva la parola perchè aveva macchiato con il suo sangue la stirpe, essendo soltanto una Perpignano, principessa ereditaria di Buonriposo, anche se in possesso di un grande patrimonio.
Il matrimonio e' avvenuto nel 1643 per cui il Principe all'epoca non odiava ancora nessuno...

Figurati se un membro di questa famiglia ( primo marchese di Italia 'dei gratia',altezza serenissima, facoltà di battere moneta, e vari titoli principeschi), avrebbe mai potuto sposare una Inglese e magari risiedere a Carini diventando, così, vassallo e sottoposto del principe di Carini. Per ultimo, ci sono, tutt'ora delle famiglie Ventimiglia e Inglese(Inglisa) residenti a Carini, probabili discendenti delle famiglie di cui tu parli. Non credo ci sia altro da aggiungere. Cordiali Saluti
Grazie dell'aiuto per la mia ricerca salutoni
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone famiglia inglese

Messaggioda newcastle » mercoledì 6 febbraio 2013, 0:09

Caro Mario
avrei piacere di vedere il certificato di nozze in tuo possesso. Da esso è facile capire a quale ceto appartenessero i due sposi. Se si tratta di popolani vi sarà soltanto il nome e cognome, oltre a quello dei genitori, se nobili, specialmente del livello di una Ventimiglia, il parroco, nella trascrizione del matrimonio sul registro, avrà abbondato di 'Don', 'Nobile'. Magnifico', più i titoli loro spettanti. Quanto ad Alcamo, non credo che ci sia mai stato alcun rapporto tra la storica famiglia Ventimiglia e questa città. E' possibile che ci siano o ci siano state delle famiglie Ventimiglia, un pò come in molte città della Sicilia, senza però alcun rapporto con la famiglia principesca omonima, che risulta estinta in tutti i suoi rami.
Esiste a Catania una famiglia Ventimiglia originaria di Vizzini, che si proclama ramo di questa grande famiglia, e che porta il titolo di barone di Monteforte,ma che, a dir del Mango di Casalgerardo, non ha nulla a che vedere con essa. E ad esaminare l'albero genealogico di questa famiglia, credo che non si possa dargli torto. Cordiali saluti
newcastle
 
Messaggi: 87
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 19:04

Re: Blasone famiglia inglese

Messaggioda mariothegreat » mercoledì 6 febbraio 2013, 1:33

Dear Newcastle,
Allego la pagina dove c'e' la trascrizione del matrimonio, ho controllato le oltre 5000 pagine di Carini in mio possesso ma sembra che i parroci del luogo fossero molto parchi nell'attribuzione dei titoli...
Qui trovi l'immagine:
https://familysearch.org/pal:/MM9.3.1/T ... :491327108

Per quanto riguarda Alcamo mi sembra che I Ventimiglia siano facilmente rintracciabili ad Alcamo, non dico in antichi manoscritti ma basta leggere nel Nobiliario di Sicilia:
http://www.regione.sicilia.it/benicultu ... ecchio.htm
nella semplice Treccani:
http://www.treccani.it/enciclopedia/alc ... a-Italiana)/
o proprio per I piu' indolenti in Wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Ventimiglia_(famiglia)

In ogni caso ho trovato altre tracce baroniali degli Inglese stabilitisi in Alessandria, quello che mi lascia perplesso e' il blasone (da cui il mio post in questa sezione del forum)
mariothegreat
 
Messaggi: 81
Iscritto il: sabato 10 marzo 2007, 15:41
Località: UK

Re: Blasone famiglia inglese

Messaggioda newcastle » giovedì 7 febbraio 2013, 1:12

Gentilissimo Mariothegreat
suppongo che la tua inesperienza insieme a motivi personali che posso intuire, ti impediscano di capire ciò che è evidente nella registrazione del matrimonio.Lo sposo è un tale Giovan Domenico INGHILLERI (NON INGLESE), vedovo che sposa una tale Lisabetta(mi sembra) Ventimiglia vedova di un tale Vincenzo Mauceri . La sposa era figlia di Giovanni e Angela Ventimiglia di Carini, città feudale dei La grua Talamanca principi di Carini. Per le ragioni precedentemente spiegate, confermo che, a mio avviso, non si tratta di nobili, e men che mai di appartenenti alla grande famiglia feudale dei Ventimiglia. Non credo che sia più utile tornare sull'argomento.
Cordiali Saluti
newcastle
 
Messaggi: 87
Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2012, 19:04

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti