La fine della croce rossa (in campo bianco)

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 27 giugno 2005, 16:26

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Non solo a rischio gli stemmi civici crociati delle nostre città...(omissis)...


Per fortuna, caro Alessio, l' :roll: "accordo fra gentiluomini" citato da Franz è pertinente ad un'associazione sovranazionale, per cui a livello nostrano non c'è da temere...

...esclusi i casi di :mrgreen: "implosione di materia grigia" presso un qualsivoglia livello delle nostre istituzioni!

Bene :?: valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Fernando Figoni » lunedì 27 giugno 2005, 16:52

c'è anche da dire che a volte viene usata la stella di David rossa in sostituzione degli altri simboli.

E' vero che la "croce" rossa non ha legami religiosi, tuttavia, gli articoli di stampa che ho letto in merito precisavano che questa sostituzione serviva solamente a dare un simbolo unico - e pertanto necessariamente "anonimo" - alle varie organizzazioni che operano nell'organizzazione fondata da Dunant.

Mi pare assolutamente legittima una preoccupazione di questo genere, tanto più, ma questa è solo una notizia da verificare, che la losanga, o meglio una specie di losanga rossa ripiena di bianco, dovrebbe "accompagnare" gli altri simboli.

Personalmente non penso che sia una cosa tanto grave. Proprio perchè quello che conta della croce rossa è la tradizione di opere e non tanto il simbolo, non legato alla essenza dell'organizzazione, un suo cambiamento non mi sembra così tragico. Diverso sarebbe cambiare (ad esempio) lo stemma di Genova perchè questo DAVVERO è parte della storia della città.
Fernando Figoni
 
Messaggi: 87
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2005, 15:40
Località: Piacenza

Messaggioda Ospite » lunedì 27 giugno 2005, 17:05

scusate ma devo fare una considerazione che forse è ovvia ma credo vada fatta.
la croce rossa porta assistenza a tutti nel mondo, anche agli ignoranti. poco importa se l'infermo conosca o meno il significato della croce rossa in campo bianco. una croce è, e sempre sarà, un riferimento cristiano che ci piaccia oppure no. se un medico si trova nella necessità di aiutare un talebano, pensate che il malato, quando vede la croce, pensi alla svizzera o pensi alle crociate? rimane il punto che simboli storicamente ostili non possono essere accumunati. cambiare simbolo equivale a cancellare ciò che di brutto ci siamo portati dietro, e a portarci dietro i valori fondamentali per cui si è andati avanti. concorderete che poco importi se il simbolo è una losanga, un triangolo o altro. cio che inporta è il significato ad esso associato.
venendo al gusto estetico la losanga lascia alquanto a desiderare. più idoneo secondo me sarebbe qualcosa simile a questo:

Immagine

più parlante di così.
grazie
Ospite
 

Messaggioda Guido5 » lunedì 27 giugno 2005, 17:20

Cari amici,
il solito pizzico di pignoleria: l'"Organizzazione del Leone e del Sole Rosso" non esiste piu': dal 1980 e' la "Red Crescent Society of the Islamic Republic of Iran" (IRCS).
Noto che Cross (Croix, Croce) e Crescent (Croissant, per noi Mezzaluna, eccetto che al bar) hanno la stessa iniziale.
Forse dovra' cambiare anche il nome del CICR, il Comitato internazionale con sede a Ginevra. Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda marcoluca » martedì 28 giugno 2005, 11:28

Una è la motivazione che ha acomunato un popolo a riconoscersi sotto lo stesso simbolo, la bandiera svizzera, un'altra è la motivazione che ha portato un'istituzione a riconoscersi sotto il suo simbolo, seppur derivante dal primo. La differenza è sottile ma c'è, e si può coglierla! Ogni simbolo poi ha una storia, e la evoca, come l'ha evocata in questo topic, credo! la croce rossa in campo bianco pone delle perplessità? fa sorgere dei perchè? cosa significa? Bene! potrebbe essere l'inizio della mia conoscenza storica di quella istituzione internazionale!
Se qualcuno non se le pone queste domande, sta a me spiegagli e renderlo edotto nella cosa, non certo elimando il simbolo, carico di storia, e lasciando che la stessa sia relegata tra poche persone acculturate in materia e magari europee oltretutto!

marcoluca
Nessuno dice la verità su di sé, perciò ciò che conta davvero è quello che le persone mostrano con le proprie azioni. (Sherry Argov)
marcoluca
 
Messaggi: 530
Iscritto il: venerdì 30 luglio 2004, 11:07
Località: Vasto

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti