La neve in araldica

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

La neve in araldica

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 11 febbraio 2012, 16:08

Tanto per restare sul tema di cronaca che in questi giorni va più per la maggiore, mi sono chiesto come in araldica la neve sia rappresentata.
Da una breve ricerca su internet vedo che in Italia la neve è rappresentata in genere sempre come sormontante i monti (come ad esempio nel comune di Neviano di Lecce) e mai come fiocco di neve isolato al contrario di altri paesi europei.

Ho trovato sulla solita wikipedia una interessante carrellata di stemmi stranieri per lo più comuni trovati in http://commons.wikimedia.org/wiki/Categ ... n_heraldry :

Immagine

Immagine

Certo che alcuni di questi stemmi sono proprio, passatemi il termine, agghiaccianti! ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6243
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: La neve in araldica

Messaggioda Antonio Pompili » sabato 11 febbraio 2012, 18:27

Bella idea hai avuto, caro Alessio, ad aprire questo topic.
Vedere le nostre città innevate, talora in modo sorprendentemente abbondante, è sicuramente uno spettacolo.
Anche se, come ascoltiamo ripetutamente, è anche motivo di forti disagi.
Sembra che un riflesso di questa complessa realtà possa vedersi anche in araldica: è vero, degli stemmi che hai trovato alcuni sono sapientemente composti, altri fanno alquanto rabbrividire...
Posso farti eco indicando che anche nell'araldica ecclesiastica non mancano stemmi con qualche tocco di neve.
As esempio lo stemma di S. Ecc. Rev.ma Mons. Salvatore Pappalardo, Arcivescovo metropolita di Siracusa, che in punta ha voluto fosse rappresentata la cima innevata dell'Etna a motivo delle sue origini (Nicolosi):
Immagine
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3444
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: La neve in araldica

Messaggioda Vincenzo Loffreda » sabato 11 febbraio 2012, 18:31

mi verrebbe in mente anche lo stemma di Gabriele d'Annunzio, principe di Montenevoso...

(ciao Alessio, un caro saluto)
Vincenzo Loffreda
 
Messaggi: 168
Iscritto il: domenica 29 agosto 2010, 15:24

Re: La neve in araldica

Messaggioda Piacentine » sabato 11 febbraio 2012, 19:15

....che si può osservare qui : viewtopic.php?f=1&t=12285
Piacentine
 
Messaggi: 197
Iscritto il: giovedì 24 settembre 2009, 17:11

Re: La neve in araldica

Messaggioda Antonio Pompili » sabato 11 febbraio 2012, 19:35

Ho notato or ora che del caso specifico delle cime innevate avevamo detto qualcosa in passato:
viewtopic.php?f=1&t=8856
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3444
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: La neve in araldica

Messaggioda Antonio De Battisti » domenica 12 febbraio 2012, 1:02

Province of Alberta (Canada)
Arms : Azure in front of snowy mountains a range of grassy hills proper, in base a wheat-field Or surmounted by a prairie proper, on a chief Argent a cross Gules.
Crest : A beaver couchant upholding on its back the Royal Crown proper.
Supporters : Dexter a lion Or, sinister a pronghorn antelope (Antilocapra americana) both standing on a grassy mount set with wild roses (Rosa acicularis) proper.
Motto : FORTIS ET LIBER
Immagine


Symbolism
Arms
The red St. George’s cross on a white background is an allusion to the arms of the Hudson’s Bay Company, which once controlled what is now Alberta, as well as to the English origin of the Company. The snow-capped mountains allude to the Rocky Mountains and the green hills to the foothills. The grass prairies and the wheat field refer to agriculture.

Crest
The beaver is the official animal of Canada, being a symbol of the fur trade that led to the major exploration by Europeans. The Royal Crown indicates that these are the Arms of the Sovereign in Right of the Province of Alberta.

Supporters
The lion is a royal symbol, and the pronghorn antelope is native to Alberta. The wild rose is the official flower of Alberta.

Motto
This is translated as “Strong and free”.




Gerbore (famiglia baronale valdostana, RR.LL.PP. 3 maggio 1868)
Arma : D'oro incappato d'azzurro : il 1°a sei monti di verde al naturale 3, 2, 1, i tre in capo brizzolati d'argento ; il 2°a due covoni d'oro, legati di rosso (Spreti).
Arma : D'oro mantellato d'azzurro : il 1°a sei monti sovrapposti uno su due, due su tre, i tre inferiori al naturale, gli altri biancheggianti di neve ; il 2°a due covoni d'oro, legati di rosso, uno a destra, e l'altro a sinistra (Crollalanza).
Immagine
Antonio De Battisti
 
Messaggi: 1223
Iscritto il: martedì 6 gennaio 2009, 18:28

Re: La neve in araldica

Messaggioda antonio33 » domenica 12 febbraio 2012, 15:04

Immagine

Abete nero in campo azzurro, nascente da cime montane con pianta orticola, sormontato in capo a sinistra da un quarto di sole con raggi e a destra da un cristallo di neve.

Buona domenica a tutti.
Antonio
Princeps probitas iusti
Avatar utente
antonio33
 
Messaggi: 1073
Iscritto il: domenica 19 giugno 2011, 13:21

Re: La neve in araldica

Messaggioda Antonio De Battisti » lunedì 13 febbraio 2012, 3:00

Stemmi civici dalla Valle d'Aosta.

Ayas
Partito: il primo di rosso ad una torre d’argento, finestrata di nero, merlata alla guelfa di tre; il secondo di nero ad uno zoccolo d’oro (sabot) in fascia; sulla partizione un leone pure d’oro rampante. Il tutto abbassato ad un capo d’azzurro con il profilo del Monte Rosa innevato tra due boschi di conifere.
Immagine


Brusson
Inquartato: nel primo d'argento al capo di rosso, il tutto attraversato da una banda di nero, nel secondo d'oro alla croce propria dell'Ordine, composta dalla croce trifogliata di San Maurizio d'argento, alternata a quella di San Lazzaro di Gerusalemme a otto punte di verde; nel terzo rappresentazione al naturale del castello di Brusson; nel quarto di nero al leone d'argento armato e linguato di rosso.
Immagine


Ollomont
D’azzurro a due monti innevati, uscenti dai fianchi dello scudo, all’abete attraversante in palo, fondato su una campagna erbosa, il tutto al naturale.
Immagine


Rhêmes-Notre-Dame
D'azzurro, alla montagna appellata Granta Parey, di roccia innevata al naturale, fondata in punta e sul prato di verde, posto nel canton sinistro della punta, declive in sbarra, essa montagna sormontata dal gipeto, posto in sbarra nel canton sinistro del capo, con il volo aperto in banda, d'oro; al capo d'oro, caricato da tre leoni illeoparditi, posti uno accanto all'altro, di rosso.
Immagine


Valsavarenche
D'azzurro allo stambecco d'oro fermo su un monte roccioso innevato, movente dalla punta, al naturale.
Immagine


Valtournenche
Partito: nel primo, di azzurro, al monte Cervino, di argento, fondato in punta e uscente dai lembi del campo, sormontato dalla piccozza, posta in palo, col ferro di nero e manicata di rosso, il manico attraversato dal nodo di Savoia, posto in fascia, di argento; nel secondo, di rosso, alle tre spighe di grano, d'oro, accollate, le spighe laterali concave verso i lembi, al capo di nero, caricato di tre mezzelune calanti, d'oro.
Immagine
Antonio De Battisti
 
Messaggi: 1223
Iscritto il: martedì 6 gennaio 2009, 18:28

Re: La neve in araldica

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » lunedì 13 febbraio 2012, 9:43

Da notare come nell'araldica transalpina e più nordica la neve è resa con uno o più fiocchi, figura nuova che assurge ad ottimo ed elegantissimo simbolo araldico contemporaneo con esiti felicissimi.
Da noi nessuno scatto, nessun estro, mai un'idea che sia nuova... non ce la si fa proprio... l'araldica dello sbadiglio con le solite cartoline, panorami in forma di scudo; un insieme che guarnito a dovere di nastrini, fronzoli e allori vari diventa il più puro kitsch: Ciao mamma, saluti e baci dalla Val d'Aosta [confused.gif]
F.
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Re: La neve in araldica

Messaggioda adj » lunedì 13 febbraio 2012, 10:22

Almeno avessero scelto la cartolina by night...
adj
 
Messaggi: 3803
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: La neve in araldica

Messaggioda de la cerda » lunedì 13 febbraio 2012, 12:44

Concordo sul concetto di ... araldica dello sbadiglio.
Per di più i miei cari vicini di Brusson hanno blasonato lo stemma del loro comune in modo inesatto. Il castello è quello di Graines, antico feudo degli Challant, la cui arma compare nel 1° quarto. E' vero che Graines è frazione di Brusson, ma ...
[zip.gif]
de la cerda
 
Messaggi: 611
Iscritto il: sabato 28 novembre 2009, 13:21
Località: Loarre

Re: La neve in araldica

Messaggioda Piacentine » lunedì 13 febbraio 2012, 17:38

Questa discussione mi ha fatto tornare in mente uno stemma non identificato del XIV-XV sec. presente nella chiesa di San Cristoforo in Terni , dove sono presenti quelli che sembrano fiocchi di neve:
http://i41.tinypic.com/2yvkoqo.jpg
Piacentine
 
Messaggi: 197
Iscritto il: giovedì 24 settembre 2009, 17:11

Re: La neve in araldica

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » lunedì 13 febbraio 2012, 18:36

In realtà sono sintetici cinque foglie, il classico fiorellino araldico che finisce per essere chiamato rosa. Lo stemma, per inciso, e per proporre un identificazione al volo, parrebbe proprio quello dei milanesi Del Majno finiti un po' fuori sede :D chissà.
Non ho mai visto cristalli di neve - o fiocchi che dir si voglia - in stemmi anteriori al Novecento, non è improbabile che prima sfuggisse il loro aspetto microscopico...
F.
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Re: La neve in araldica

Messaggioda Cawdor » domenica 22 gennaio 2017, 22:07

curiosità

il cognome "La Neve" .... di origini pugliese hanno uno stemma? che origini (letteralmente) potrebbe avere il cognome?

grazie
Avatar utente
Cawdor
 
Messaggi: 625
Iscritto il: martedì 29 aprile 2008, 14:48


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite