Le cromie araldiche di Benedetto XVI

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Le cromie araldiche di Benedetto XVI

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 6 maggio 2005, 17:19

Cari amici e colleghi,
oggi il nuovo stemma di S. S. Benedetto XVI, a noi già largamente noto dagli appositi topic che abbiamo aperto sul tema, faceva finalmente bella mostra di sè su quella che potremo considerare la prima testimonianza ufficiale del Suo pontificato: la bandiera del Corpo delle Guardie Svizzere.

Le fugaci immagini televisive hanno confermato aspetto, figure e colori dell'arma altrove mostrata (ed egregiamente disegnata da mcs, iagi).

E lasciando giocare la propria mente sui nuovi colori di codesto stemma, il vostro vecchio frate ha avuto un lampo. :o

Precisiamolo 8) subito: il frate, come voi, non ha nessuna notizia ufficiale circa i motivi che hanno portato a far cambiare gli smalti sull'arma del già cardinal Ratzinger.

Però, un'idea su tali motivi gli è venuta.

Vi va di parlarne? Voi non avete avuta nessun'idea? :wink:

Bene :D valete
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » venerdì 6 maggio 2005, 17:35

Beh per ragionarci un po' bisognerebbe capire a chi si devono le cromie, la composizione dello stemma etc.

Sul forum cni-cg trovo questo post che fa pensare.

FJVT

«Da: Pietro Siffi Ordelaffi di Sassorosso
06/05/2005, alle  15.27

Ri: stemma ratzinger

Lo stemma della Santità di Nostro Signore Benedetto Pp. XVI è stato oggi ufficialmente pubblicato nel sito della Santa Sede.
Esso è visibile alla pagina: http://www.vatican.va/holy_father/bened ... vi_it.html

La Tiara e le Chiavi decussate rimangono tuttavia come insegna propria della Santa Sede, dei suoi Dicasteri e degli altri Istituti ed uffici.
Pare che il Santo Padre - a quanto riferiscono fonti informate - abbia deciso di approvare la sostituzione della Tiara con la Mitria a tre fasce non tanto per una scelta personale, ma per non sconfessare chi aveva già diffuso la notizia alla stampa.
Pietro»
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 6 maggio 2005, 17:42

Mi sta :P bene, caro Franz, ma...

...cosa c'entra tutto ciò con le cromie in sè? :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » venerdì 6 maggio 2005, 18:00

Se anche le cromie - che in uno stemma così deludente sono quasi il male minore - alla fine sono state mantenute per non "sconfessare" chi ha creato lo stemma, più che al simbolismo cromatico del Pontefice bisognerebbe interrogarsi su quello di Monsignor Montezemolo…

FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 6 maggio 2005, 18:32

Franz Joseph von Trotta ha scritto:Se anche le cromie - che in uno stemma così deludente sono quasi il male minore - alla fine sono state mantenute...(omissis)...FJVT


É proprio questo il discorso: non sono state mantenute :shock: tutte!

Al di là degli altri discorsi (che potremo affrontare su altri topic, se vorrai), è proprio sulla modifica delle cromie che mi piacerebbe un tuo parere estetico, da esperto qual sei... :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Uno stemma ... romanista

Messaggioda Guido5 » sabato 7 maggio 2005, 21:14

I giornalisti se ne guardano bene dal pubblicare certe lettere, anche se a scriverle è un collega... Avevo già fatto notare a un quotidiano che lo stemma di Benedetto XVI è ... romanista mentre sarebbe stato preferibile con i colori laziali (e bavaresi).
In ogni modo, pensate a immaginare quel carico di oro, e rosso, più il bruno naturale del moro e dell'orso sul drappo di velluto rosso esposto alla "loggia delle benedizioni" della basilica di San Pietro, alla finestra dello studio del Papa e al balcone della villa di Castelgandolfo...
Ciao a tutti!

P.S. - Al "Regina coeli" di oggi, domenica, ho visto lo stemma su uno sfondo bianco, non è granché ma meglio di niente!
Ultima modifica di Guido5 il domenica 8 maggio 2005, 12:11, modificato 1 volta in totale.
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda pierfe » sabato 7 maggio 2005, 21:55

Franz Joseph von Trotta ha scritto:Beh per ragionarci un po' bisognerebbe capire a chi si devono le cromie, la composizione dello stemma etc.

Sul forum cni-cg trovo questo post che fa pensare.

FJVT

«Da: Pietro Siffi Ordelaffi di Sassorosso
06/05/2005, alle  15.27

Ri: stemma ratzinger

Lo stemma della Santità di Nostro Signore Benedetto Pp. XVI è stato oggi ufficialmente pubblicato nel sito della Santa Sede.
Esso è visibile alla pagina: http://www.vatican.va/holy_father/bened ... vi_it.html

La Tiara e le Chiavi decussate rimangono tuttavia come insegna propria della Santa Sede, dei suoi Dicasteri e degli altri Istituti ed uffici.
Pare che il Santo Padre - a quanto riferiscono fonti informate - abbia deciso di approvare la sostituzione della Tiara con la Mitria a tre fasce non tanto per una scelta personale, ma per non sconfessare chi aveva già diffuso la notizia alla stampa.
Pietro»


Francamente non capisco cosa ci sia di strano nel modificare una parte di tradizione dell'araldica vaticana voluta da studiosi della materia che ritengono che l'araldica sia una scienza viva ed in evoluzione, come lo dimostrano ogni giorno l'Autorità Araldica del Canada (maestro di questo nel mondo), la Lyon Court in Scozia e il Bureau of Heraldry del Sudafrica.
Al mondo - anche se dispiace - tutto cambia e si evolve, e solo il tempo dirà se è stato un bene oppure un male.
In quanto a quello che viene scritto dall'autore del post "Pietro Siffi Ordelaffi di Sassorosso" sono allibito...
Se uno realmente ha un contatto con il Vaticano è a conoscenza che il Papa non è un bambino e sa bene quello che fa e sopra tutto quello che vuole.
L'affermazione è di una ingenuità disarmante da chi è fuori dal Vaticano, già alcuni anni fa durante il pontificato di Giovanni Paolo II si parlava di cambiamenti (e non solo riferendosi allo stemma del papa) ed erano pronte varie proposte di cui lo stesso Mons. Heim era a conoscenza.
Come ho già ribadi to l'emblema della Santa Sede rimarrà così come è, ma i cambiamenti sono già sulla dirittura d'arrivo per i nuovi Ordinari Diocesani, non dimenticate che non è la prima volta che si cambia... Pio XII obbligò gli Ordinari a NON usare i titoli nobiliari uniti alle Sedi!

Pier Felice degli Uberti
Ultima modifica di pierfe il domenica 8 maggio 2005, 10:00, modificato 1 volta in totale.
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2311
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Il "moro di Frisinga"

Messaggioda Guido5 » domenica 8 maggio 2005, 1:22

Mons. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo (che l'ha voluto "al naturale" mentre per mons. Heim e' "di nero") lo definisce "caput ethiopicum" dimenticando che in latino Etiopia si scrive con il dittongo: Aethiopia (al solito la colpa e' del proto dell'"Osservatore Romano").
Una delle ipotesi sul significato di questa figura e' che rappresenti san Maurizio ("filius Mauri", cioe' di un abitante della Mauritania, e "Moritz" in tedesco...) che è anche patrono della Guardia svizzera pontificia. La corona - non si dimentichi - e', con la palma, uno dei simboli del martirio.
Visto che sono in vena di puntualizzazioni, vorrei far notare che "mitria" è una variante popolare del corretto mitra e che i suoi due nastri sono detti anche "infule" benche' infula sia di per se' sinonimo di mitra. Ciao a tutti!
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Il "moro di Frisinga"

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 9 maggio 2005, 18:41

Guido5 ha scritto:...(omissis)...Una delle ipotesi sul significato di questa figura e' che rappresenti san Maurizio ("filius Mauri", cioe' di un abitante della Mauritania, e "Moritz" in tedesco...) che è anche patrono della Guardia svizzera pontificia. La corona - non si dimentichi - e', con la palma, uno dei simboli del martirio.

In questo caso, però, non si tratta del Santo martire della Legione tebana, ma (come già spiegato altrove nel forum) di un'errata interpretazione in chiave "moresca" della testa del Santo bavarese Son Corbiniano desunta da quella coniata (e consunta dall'uso) su alcune antiche monete locali. Ciò è ribadito dal fatto che tale testa (come anche tu sottolinei) viene definita "etiope", mentre Maurizio era (come ribadisce il nome) originario dell'attuale Mauritania.

Visto che sono in vena di puntualizzazioni, vorrei far notare che "mitria" è una variante popolare del corretto mitra e che i suoi due nastri sono detti anche "infule" benche' infula sia di per se' sinonimo di mitra. Ciao a tutti!


A rigor di terminologia blasonica, che in questa sede è colei cui diamo preminenza, il copricapo nel suo insieme è la mitra, dalla quale pendono normalmente le due infule.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Etiopia e Mauritania

Messaggioda Guido5 » lunedì 9 maggio 2005, 19:25

Anch'io ho letto della moneta, ma e' soltanto un'ipotesi. Quanto al termine Aethiopia, significava, in senso lato, "paese dei Negri, dei Mori in genere" (cito dal Calonghi). Ergo, "etiope" era anche un marocchino, cioè un abitante dell'antica Mauritania... Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Etiopia e Mauritania

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 9 maggio 2005, 20:12

Guido5 ha scritto:Anch'io ho letto della moneta, ma e' soltanto un'ipotesi.

Peraltro ribadita da un egregio Autore germanico, profondo conoscitore di araldica civica del suo Paese.

Quanto al termine Aethiopia, significava, in senso lato, "paese dei Negri, dei Mori in genere" (cito dal Calonghi). Ergo, "etiope" era anche un marocchino, cioè un abitante dell'antica Mauritania... Ciao a tutti!
Guido5


San Maurizio è sì un martire montano, ma più "svizzero" che bavarese. E la sua iconografia lo mostra normalmente senza corona né vesti preziose (seppur a brandelli): la città tedesca di Coburgo ne mostra nello stemma la testa, senza copricapi nè abiti. Insomma, ben diversa da questa che, fino a prova contraria, riteniamo possa ben esser attribuita all'"etiope" derivato dal travisamento numismatico di San Corbiniano.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda antonio_conti » giovedì 12 maggio 2005, 12:43

A chi non lo avesse fatto, consiglio l'ascolto dell'intervista di mons. di Montezemolo anche a proposito della scelta degli smalti dell'arma di papa Benedetto XVI. Un'intervista davvero significativa!
Riporto il brano relativo agli smalti a vantaggio di chi non potesse ascoltarla:
- L'intervistatrice: "Parliamo dei colori, abbiamo detto rosso e oro. Nello stemma vescovile ce n'era anche un terzo, anzi, c'era il bianco e, se non mi sbaglio, il bianco non fa parte degli stemmi in generale, e lei, infatti, ha proposto di sostituirlo..."
- di Montezemolo: "Nello stemma che aveva da arcivescono e da cardinale c'era anche dell'azzurro, e l'azzurro anche è tipico e tradizionale della Baviera. Però io ho consigliato al papa di non mettere troppi colori, pochi con un buon contrasto e semplici..."

- l'intervistatrice: "e devo dire che il risultato è molto elegante..."

- di Montezemolo: "Infatti ha accettato subito, quando ha visto i vari bozzetti, ne ho preparati mi pare otto, ha accettato immediatamente questo che è esattamente quello che io avrei suggerito. Però l'ho lasciato scegliere a lui. E ha deciso di farlo... quindi diventa uno scudo rosso, cappato d'oro, con la conchiglia nel posto fondamentale che è di oro, e sulle due cappe, da una parte la testa di moro al naturale (perché è un colore bruno, che non è di per sè un colore araldico, al naturale...) e dall'altra anche un orso al naturale di colore bruno.
E quindi è venuto molto semplice, nel suo schema, nella sua forma
."


Dunque, quali principi, quali scelte stanno alla base della scelta degli smalti? Il fatto che il bianco non è un colore che fa parte degli stemmi in generale come ha suggerito (non stoppata con un "signorina... che dice?... le cose non stanno proprio così...")?
:roll:

Cordialmente

Antonio Conti
Libertà vo cercando
antonio_conti
 
Messaggi: 827
Iscritto il: venerdì 21 febbraio 2003, 0:35
Località: Fano & Urbino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 12 maggio 2005, 13:40

antonio_conti ha scritto:...(omissis)...Dunque, quali principi, quali scelte stanno alla base della scelta degli smalti? Il fatto che il bianco non è un colore che fa parte degli stemmi in generale come ha suggerito (non stoppata con un "signorina... che dice?... le cose non stanno proprio così...")?
:roll:
Cordialmente
Antonio Conti


Certamente :? no, caro Antonio...

...ma ci stiamo :wink: avvicinando alla risposta!

Bene :wink: vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » giovedì 12 maggio 2005, 17:57

Verrebbe da dire che alla base della scelta vi sia solo il semplice gusto cromatico del Pontefice dato che l’illustre prelato creatore dello stemma nulla dice -almeno qui e sull"Osservatore" - su eventuali significati simbolici attribuiti ai colori…

Tuttavia si potrebbe facilmente dedurre che alle originali bicromie bavaresi azzurro-argento sia stata sostituita un’evidente colorazione romana oro-rossa: (troppo) elementare Watson? La dietrologia anche quella araldica talvolta si appiglia a “grandi” motivazioni quando queste in realtà non vi sono mai state…

Chssà in quegli altri sette bozzetti quali sorprendenti alternative si celavano, speriamo un giorno di poterle ammirare.

FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » venerdì 13 maggio 2005, 16:22

Franz Joseph von Trotta ha scritto:...(omissis)...si potrebbe facilmente dedurre che alle originali bicromie bavaresi azzurro-argento sia stata sostituita un’evidente colorazione romana oro-rossa: (troppo) elementare Watson?

Niente :P affatto! Anzi, credo che sia una motivazione tutt'altro che piccola, oltre che la più vicina al vero...

La dietrologia anche quella araldica talvolta si appiglia a “grandi” motivazioni quando queste in realtà non vi sono mai state…

Giusto.

Chssà in quegli altri sette bozzetti quali sorprendenti alternative si celavano, speriamo un giorno di poterle ammirare.
FJVT


Lo speriamo davvero.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti