Benedetto XVI: perplessita' sullo stemma

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » mercoledì 11 maggio 2005, 17:00

Sono semplicemente… ALLI-BI-TO?

Andrò ad ascoltarmi l'intervista, ma la sua sintesi caro Conti unita alle Sue perplessità - che sono le miei - lasciano senza parole…
(E forse è meglio…).
FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 11 maggio 2005, 17:08

antonio_conti ha scritto:...(omissis)...Ma noi siamo qui, araldisti o semplici cultori, anche (e soprattutto) per fare pura accademia, non per incidere sulle scelte del Santo Padre 8) ...

... :wink: ...giusto!

Ho ascoltato l'intervista di Montezemolo a Radio Vaticana, gentilmente segnalataci dal signor Guglielmino, ed anche con (una cortese e-mail) da un nuovo membro della nostra comunità Sebastian Nelson, a cui do il benvenuto e che saluto!

E il vecchio frate ti imita! :P

...(omissis)..."E gli ho spiegato che, con tutto il rispetto, però, il suo stemma da cardinale arcivescovo aveva alcune cose che non erano..., che considero non perfette dal punto di vista della grammatica araldica. In particolare quei simboli. Era uno stemma... uno scudo inquartato però invece di avere due o quattro simboli alternati, come si suole fare, aveva solo tre simboli, di cui uno ripeturo nel 1° e 4°, e poi due simboli diversi nel 2° e 3° quarto." Ma che discorso è? Che c'è di sbagliato? :shock:

Dal punto di vista della tecnica araldica, non esiste alcuna regola (nemmeno fra quelle storicamente conosciute, sebbene [non mi stancherò mai di dirlo] DEL TUTTO PRIVE DI OBBLIGATORIETA') che obblighi ad avere, in un inquartato, il 2° quarto uguale al 3°. Che sia bello o brutto, è un altro discorso. Ma guai a confondere i gusti personali del titolare con dogmi, regole, usi, costumi o simili.

...(omissis)...Io mi sono fatto l'idea che se papa Benedetto XVI avesse chiamato un'altro araldista, la soluzione sarebbe stata diversa, per l'arma in sè, ma anche e soprattutto per il timbro.
Cordialmente
Antonio Conti


Beh, è probabile... del resto, ogni artista disegnatore di stemmi ha i suoi metodi e il suo stile.

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda antonio_conti » mercoledì 11 maggio 2005, 18:48

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:
(omissis)

Beh, è probabile... del resto, ogni artista disegnatore di stemmi ha i suoi metodi e il suo stile.

Bene :D vale


Fortunatamente sì, caro fra' Eusanio... ma io non mi riferivo solo allo stile :(

:wink:

Antonio Conti
Libertà vo cercando
antonio_conti
 
Messaggi: 827
Iscritto il: venerdì 21 febbraio 2003, 0:35
Località: Fano & Urbino

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » mercoledì 11 maggio 2005, 18:57

...e nei metodi non sono compresi solo quelli artistici, ma anche le idee che li originano! :wink:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Precedente

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti