Creazione stemma di famiglia

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » venerdì 20 marzo 2020, 16:57

Antonio Pompili ha scritto:
Gabriele Aleo ha scritto:In quanto ai monogrammi , cosa ne pensate?

Immagino il riferimento sia ai monogrammi sempre in contesto araldico, cioè parliamo di monogrammi raffigurati in uno stemma.
Nell'uso araldico il monogramma (o compendio) ha certamente un suo spazio di tutto rispetto. Ce ne sono anche esempi eccellenti, con richiami al sacro: basti pensare al Chrismon, composto dalla sovrapposizione delle lettere greche XP; o al compendio bernardiniano, cioè il trigramma JHS o IHS; o ancora al monogramma mariano, cioè la sigla, spesso artisticamente rielaborata, delle lettere MA.
Non mancano altri esempi, non solo come sequenze di sigle o iniziali, ma anche nella forma di abbreviature per troncamento (ad esempio lo stemma del Comune di Carovilli, in Provincia di Isernia, che innalza il monogramma CAR d'oro).
In teoria tutto si può porre in uno stemma, anche lettere, e queste anche in sequenza.
Per uno stemma di famiglia creato ex novo però, se si tratta di richiamare il nome della famiglia stessa con le sue iniziali, personalmente non considero una scelta del genere la migliore possibile.


Grazie per l'accurata risposta e il caldo benvenuto!

Volevo in più sapere: leggevo nella discussione, riguardante lo stemma borghese, che deve essere, passatemi il termine, completato con elmo e piume. Questo per per quanto concerne l'araldica italiana. Ma nell'araldica inglese ho visto, sfogliando il member's roll della Heraldry Society , che sopra l'elmo viene posto il Torso ( traduzione lett. di Torse), che è di solito di colore bianco/rosso, e non è di uso esclusivo di lords and ladies, ma anche di semplici gentiluomini che privatamente si fanno creare uno stemma di questa società inglese. Volevo sapere,il torso, potremmo utilizzarli pure noi sopra gli elmi , o è di uso esclusivamente inglese, ed a noi spettano le piume?
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Antonio Pompili » sabato 21 marzo 2020, 0:47

Gabriele Aleo ha scritto:leggevo nella discussione, riguardante lo stemma borghese, che deve essere, passatemi il termine, completato con elmo e piume. Questo per per quanto concerne l'araldica italiana.

Come scrivevamo nell'altra discussione ( viewtopic.php?f=1&t=23418 ) alla quale mi permetto di rimandare, all'araldica italiana lo stesso concetto di stemma "borghese" è estraneo. Il che non significa che uno privatamente non possa realizzare e usare lo stemma che vuole. Proprio per il carattere privato che un simile stemma avrà, non si può dire che esso "deve" essere ornato di elmo e piume, ma potrà essere dotato degli ornamenti che si preferiscono, escludendo certamente le corone nobiliari. Aggiungerei: fatto salvo il buon gusto.

Ma nell'araldica inglese ho visto, sfogliando il member's roll della Heraldry Society , che sopra l'elmo viene posto il Torso ( traduzione lett. di Torse),

In italiano parliamo di cercine. Torso in italiano, anche nel linguaggio araldico, indica altre cose.

che è di solito di colore bianco/rosso, e non è di uso esclusivo di lords and ladies, ma anche di semplici gentiluomini che privatamente si fanno creare uno stemma di questa società inglese.

Il cercine, quasi sempre dei colori principali dell'arma, si usa un po' ovunque, non solo in ambito anglosassone. Di solito è posto in cima all'elmo a ricoprire l'appoggio del cimiero. Da sotto escono i lambrecchini che di norma presentano le stesse tinte. In assenza dell'elmo - e questo più frequentemente in ambito scozzese e in generale anglosassone - è spesso posto a timbrare direttamente lo scudo facendo da separazione tra questo e il cimiero. Lo stesso cimiero nella nostra araldica dopo il Rinascimento è stato ridotto nell'uso, mentre ha continuato a godere di ottima fortuna nell'araldica anglosassone (e, pur se un po' meno, in quella germanica), dove gode anche di particolari prerogative e tutele.

Volevo sapere,il torso, potremmo utilizzarli pure noi sopra gli elmi , o è di uso esclusivamente inglese, ed a noi spettano le piume?

In teoria nulla impedisce che in uno stemma di nuova creazione si faccia uso di cercine e lambrecchini. Ma a proposito del valore privato dell'uso di uno stemma siffatto, come anche della libertà nell'adottare questo o l'altro ornamento, rimando al discorso di cui sopra.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3620
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » sabato 21 marzo 2020, 20:02

La ringrazio per la interessantissima risposta
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » martedì 24 marzo 2020, 9:18

Antonio Pompili ha scritto:
Gabriele Aleo ha scritto:leggevo nella discussione, riguardante lo stemma borghese, che deve essere, passatemi il termine, completato con elmo e piume. Questo per per quanto concerne l'araldica italiana.

Come scrivevamo nell'altra discussione ( viewtopic.php?f=1&t=23418 ) alla quale mi permetto di rimandare, all'araldica italiana lo stesso concetto di stemma "borghese" è estraneo. Il che non significa che uno privatamente non possa realizzare e usare lo stemma che vuole. Proprio per il carattere privato che un simile stemma avrà, non si può dire che esso "deve" essere ornato di elmo e piume, ma potrà essere dotato degli ornamenti che si preferiscono, escludendo certamente le corone nobiliari. Aggiungerei: fatto salvo il buon gusto.

Ma nell'araldica inglese ho visto, sfogliando il member's roll della Heraldry Society , che sopra l'elmo viene posto il Torso ( traduzione lett. di Torse),

In italiano parliamo di cercine. Torso in italiano, anche nel linguaggio araldico, indica altre cose.

che è di solito di colore bianco/rosso, e non è di uso esclusivo di lords and ladies, ma anche di semplici gentiluomini che privatamente si fanno creare uno stemma di questa società inglese.

Il cercine, quasi sempre dei colori principali dell'arma, si usa un po' ovunque, non solo in ambito anglosassone. Di solito è posto in cima all'elmo a ricoprire l'appoggio del cimiero. Da sotto escono i lambrecchini che di norma presentano le stesse tinte. In assenza dell'elmo - e questo più frequentemente in ambito scozzese e in generale anglosassone - è spesso posto a timbrare direttamente lo scudo facendo da separazione tra questo e il cimiero. Lo stesso cimiero nella nostra araldica dopo il Rinascimento è stato ridotto nell'uso, mentre ha continuato a godere di ottima fortuna nell'araldica anglosassone (e, pur se un po' meno, in quella germanica), dove gode anche di particolari prerogative e tutele.

Volevo sapere,il torso, potremmo utilizzarli pure noi sopra gli elmi , o è di uso esclusivamente inglese, ed a noi spettano le piume?

In teoria nulla impedisce che in uno stemma di nuova creazione si faccia uso di cercine e lambrecchini. Ma a proposito del valore privato dell'uso di uno stemma siffatto, come anche della libertà nell'adottare questo o l'altro ornamento, rimando al discorso di cui sopra.



Tanto che siamo in ambito privato, volevo sapere: Voi lo stemma come lo utilizzate/conservate? Lo incorniciate e ci tappezzate la casa, come gli amici inglesi? :D
Oppure lo digitalizzate ,quindi lo mettete sul computer , come effettivamente ho fatto io, che ad esempio ho creato il mio e quello dei miei genitori ? Lo attaccatte sulle copertine dei libri, lo mettete come firma delle e-mail, lo inserite nelle tovaglie?
Ma la domanda che mi preme di più è come lo conservate...nelle cartelle cartacee di documenti , lo fate stampare nei cartoncini...?
Grazie per le risposte!
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » martedì 24 marzo 2020, 20:18

E riguardo ai banner, che ne pensate ?
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » domenica 29 marzo 2020, 9:17

Tanto che siamo in ambito privato, volevo sapere: Voi lo stemma come lo utilizzate/conservate? Lo incorniciate e ci tappezzate la casa, come gli amici inglesi? :D
Oppure lo digitalizzate ,quindi lo mettete sul computer , come effettivamente ho fatto io, che ad esempio ho creato il mio e quello dei miei genitori ? Lo attaccatte sulle copertine dei libri, lo mettete come firma delle e-mail, lo inserite nelle tovaglie?
Ma la domanda che mi preme di più è come lo conservate...nelle cartelle cartacee di documenti , lo fate stampare nei cartoncini...?
Grazie per le risposte!
Gabriele Aleo
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Nunkij » domenica 5 aprile 2020, 16:25

Come diceva il competentissimo Antonio Pompili nessun ornamento esteriore è obbligatorio quindi uno stemma NON DEVE averne per forza qualcuno.
Se si decide di aggiungerne qualcuno, sarebbe opportuno conformarsi alla tradizione e quindi:

- evitare assolutamente corone nobiliari se non se ne ha il diritto. Si potrebbe ideare una corona personale e blasonarla "diversa" dalle altre ma la corona, a mio avviso, strizza troppo l'occhio a una nobiltà non avuta ma desiderata e quindi il suo uso inappropriato fa scadere uno stemma che per il resto è di pregevole fattura.
- smaltare cercine e svolazzi con i colori dello scudo
- usare le regole corrette per gli elmi (qui rimando a topic / siti / testi appositi perché la "scienza degli elmi" è un aspetto dell'araldica che non ricordo mai memoria).
- evitare anche drappi, padiglioni e tutto ciò che rimanda all'alta nobiltà


Per quanto riguarda i monogrammi il consiglio generale è sempre il solito. La presenza si armonizza con i resto? Alla fine si riduce tutto a questo semplice principio.
Io non amo i monogrammi negli stemmi e neanche le lettere in generale (ma è un mero gusto personale, s'intenda) e, per stuzzicarmi, il caso ha voluto che nello stemma del mio cognome siano presenti quattro lettere! [yikes.gif]
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 227
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda rnd » giovedì 9 aprile 2020, 10:34

Salve, due anni fa i membri di questo forum mi hanno dato un aiuto determinante per la creazione del mio stemma di famiglia e questa discussione mi consente di riflettere un po' su come l'ho usato finora.

Lo stemma è il seguente:

Immagine

Si tratta di uno stemma parlante: l'orso rappresenta il mio cognome e la conchiglia quello di mia moglie.

Gabriele Aleo ha scritto:Voi lo stemma come lo utilizzate/conservate? Lo incorniciate e ci tappezzate la casa, come gli amici inglesi? :D
Oppure lo digitalizzate ,quindi lo mettete sul computer , come effettivamente ho fatto io, che ad esempio ho creato il mio e quello dei miei genitori ? Lo attaccatte sulle copertine dei libri, lo mettete come firma delle e-mail, lo inserite nelle tovaglie?
Ma la domanda che mi preme di più è come lo conservate...nelle cartelle cartacee di documenti , lo fate stampare nei cartoncini...?


Fino ad oggi ho usato lo stemma soprattutto in formato digitale: ho creato fin da subito un modello per documenti di testo dove lo stemma è presente sia in copertina che nelle intestazioni delle varie pagine; inoltre l'ho incluso sul mio sito personale, sia in homepage sia in una pagina dedicata con spiegazioni sulla blasonatura. Agli inizi di quest'anno, inoltre, lo stemma ha fatto capolino su carta nei menu del battesimo di mia figlia.

Immagino che questo tipo di uso rispecchi un po' le mie attitudini: sono un ingegnere informatico, quindi lo tendo ad usare lo stemma soprattutto in formato digitale. Anche la realizzazione dello stemma stesso che sto usando consegue da questa mia forma mentis: il disegno è in formato vettoriale, quindi riutilizzabile a piacimento con buona resa a qualsiasi risoluzione, tuttavia manca di quel "calore" che in genere hanno dei disegni fatti a mano (poiché sono un pessimo disegnatore, non oserei mai cimentarmi in questo tipo di realizzazione).

Oltre allo stemma in sé ho avuto modo di utilizzare anche degli elementi separatamente. Come "avatar" per chat e piattaforme web, ad esempio, uso spesso l'orso su sfondo dorato. Inoltre ho avuto modo di creare una sorta di logo per l'attività professionale che rimanda allo stemma in quanto basato sul medesimo orso:

Immagine
Avatar utente
rnd
 
Messaggi: 8
Iscritto il: martedì 21 agosto 2018, 12:58

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » sabato 11 aprile 2020, 14:50

Grazie a tutti per la risposta!
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » sabato 11 aprile 2020, 14:58

Io ho stampato lo stemma della mia famiglia è l'ho incorniciato.
Riguardo i banner , che mi dite? O anche dette le bandiere araldiche?
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 14 aprile 2020, 17:39

rnd ha scritto:Fino ad oggi ho usato lo stemma soprattutto in formato digitale: ho creato fin da subito un modello per documenti di testo dove lo stemma è presente sia in copertina che nelle intestazioni delle varie pagine; inoltre l'ho incluso sul mio sito personale, sia in homepage sia in una pagina dedicata con spiegazioni sulla blasonatura. Agli inizi di quest'anno, inoltre, lo stemma ha fatto capolino su carta nei menu del battesimo di mia figlia.

Immagino che questo tipo di uso rispecchi un po' le mie attitudini: sono un ingegnere informatico, quindi lo tendo ad usare lo stemma soprattutto in formato digitale. Anche la realizzazione dello stemma stesso che sto usando consegue da questa mia forma mentis: il disegno è in formato vettoriale, quindi riutilizzabile a piacimento con buona resa a qualsiasi risoluzione, tuttavia manca di quel "calore" che in genere hanno dei disegni fatti a mano (poiché sono un pessimo disegnatore, non oserei mai cimentarmi in questo tipo di realizzazione).

Il disegno vettoriale è una forma di disegno figlia dei nostri tempi. L'araldica si è sempre adattata a tutte le forme d'arte. Se il titolare di uno stemma vuole adottare una versione realizzata con disegno vettoriale è padronissimo di farlo. Personalmente ritengo che un disegno che sia veramente degno di questo nome possa essere solo un disegno tracciato e dipinto a mano, su un foglio. Un'opera unica, certamente riproducibile se lo si vuole in altri formati (jpeg, png... ecc.) a partire da uno scanner, per l'impiego in tutti i possibili usi di stampa e di qualsiasi altro tipo. Soprattutto un'opera viva, che esiste davvero: uno stemma realizzato al pc è pur sempre un disegno virtuale, che può prendere vita fuori dallo schermo e dalla memoria di un pc solo a partire dalla riproduzione meccanica di una stampante. Ma questa è la mia personalissima visione, che manifesto con il dovuto rispetto per chi si impegna, sia a livello dilettantistico che professionale, nella realizzazione di disegni araldici vettoriali, anche con soddisfacenti risultati.
Quanto poi all'uso sul tale oggetto o sul tale altro supporto o su uno spazio internet... non esistono limitazioni di sorta. Ognuno con il suo stemma e con tutto ciò che è di sua proprietà può far quel che preferisce. E da quando esistono gli stemmi al mondo, i rispettivi titolari si sono sbizzarriti per riprodurli su tutto ciò che apparteneva loro.


Oltre allo stemma in sé ho avuto modo di utilizzare anche degli elementi separatamente. Come "avatar" per chat e piattaforme web, ad esempio, uso spesso l'orso su sfondo dorato. Inoltre ho avuto modo di creare una sorta di logo per l'attività professionale che rimanda allo stemma in quanto basato sul medesimo orso:

Immagine

Soprattutto ai giorni nostri l'uso di un logo in alternativa di un vero e proprio stemma è non solo sempre possibile, ma può essere talora preferibile.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3620
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » venerdì 17 aprile 2020, 12:03

Grazie per le risposte.
E come mi consigliate di utilizzarlo? Biglietti da visita, carta intestata, firma digitale,adesivi?
Riguardo le bandiere araldiche invece, che ne dite?
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Nunkij » venerdì 17 aprile 2020, 16:10

Riguardo l'uso l'unico limite è la tua fantasia. Se il comune di residenza (penso serva necessariamente l'autorizzazione anche per una versione moderna) lo consente lo si può mettere anche sopra la porta di casa.

A me piacciono particolarmente gli usi moderni dello stemma, perché aiutano la diffusione dell'araldica in un mondo che la considererebbe una disciplina fuori luogo e vetusta. In questo caso mi riferisco, per esempio, alle firme sui forum o alle immagini di profilo sui social network.
Carta intestata, pergamene appese in casa, biglietti da visita sono solo quelli più diffusi.
Ogni uso è lecito per diffondere la cultura araldica (a patto che sia compatibile con la legge).

Sulle bandiere non sono molto ferrato, lo riconosco, tuttavia mi pare di ricordare che abbiamo una valenza simbolica. Mi pare che alcune indicavano, per esempio, la cattura di un vessillo nemico oppure il comando di qualche corpo militare. A mio avviso sono elementi adatti a uno stemma di una grande casata, se li vedessi in uno stemma personale moderno "borghese" le troverei un po' fuori luogo.
Ribadisco che è un mio personale gusto e quindi non è qualcosa che va interpretato in modo assoluto.
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 227
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Nunkij » venerdì 17 aprile 2020, 16:18

Antonio Pompili si dimostra una persona elegante e dal raro stile anche quando dissente da qualcuno.

Il disegno vettoriale è una forma di disegno figlia dei nostri tempi. L'araldica si è sempre adattata a tutte le forme d'arte. Se il titolare di uno stemma vuole adottare una versione realizzata con disegno vettoriale è padronissimo di farlo. Personalmente ritengo che un disegno che sia veramente degno di questo nome possa essere solo un disegno tracciato e dipinto a mano, su un foglio. Un'opera unica, certamente riproducibile se lo si vuole in altri formati (jpeg, png... ecc.) a partire da uno scanner, per l'impiego in tutti i possibili usi di stampa e di qualsiasi altro tipo. Soprattutto un'opera viva, che esiste davvero: uno stemma realizzato al pc è pur sempre un disegno virtuale, che può prendere vita fuori dallo schermo e dalla memoria di un pc solo a partire dalla riproduzione meccanica di una stampante. Ma questa è la mia personalissima visione, che manifesto con il dovuto rispetto per chi si impegna, sia a livello dilettantistico che professionale, nella realizzazione di disegni araldici vettoriali, anche con soddisfacenti risultati.


Qui si può aprire una grandissima diatriba.
Io da ingegnere informatico sono un grande fautore della grafica vettoriale, in particolare per gli stemmi.
La motivazione principale che mi spinge a sostenere questa tenica però non è moderna ma "araldica".
Un disegno vettoriale consente una delle rappresentazioni più fedeli dei principi araldici.
Infatti è possibile realizzare stemmi privi di ombreggiature, a tinta effettivamente unita, molto stilizzati. Insomma poche cose come la grafica vettoriale possono rappresentare la genuinità dei concetti araldici senza orpelli o "interpretazioni artistiche", per questo da qualche anno uso questa tecnica per ogni stemma che ho realizzato nelle mie gallerie.
Personalmente se trovo ombreggiature, sfumature o altre caratteristiche più adatte a ogni forma di arte grafica diversa dall'araldica, lo stemma, anche se di pregevole fattura, mi scade e un po' e l'autore ai miei occhi apparirà sempre meno preparato di chi trascende la propria vanità e si impegna a disegnare e colorare le figure in modo semplice ed essenziale anche a costo di considerare la sua opera più scarna.
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 227
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: Creazione stemma di famiglia

Messaggioda Gabriele Aleo » sabato 18 aprile 2020, 11:25

Grazie Nunkij per l' utile risposta, riguardo l'uso e utilizzo degli stemmi!
Ci sono programmi vettoriali scaricabli?
Gabriele Aleo
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2020, 11:10

PrecedenteProssimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti