Il gallo di versailles

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Il gallo di versailles

Messaggioda Nunkij » mercoledì 5 dicembre 2018, 4:11

Lo stemma di Versailles ha, in capo, un gallo bicefalo. La posizione del gallo, a quanto ne so, è di profilo ma questa volta il gallo è rappresentato di fronte (chiedo venia se esistono termini più tecnici ma non li conosco, in tal caso sarei felice di ricevere correzioni e precisazioni). Non dovrebbe essere specificato nel blasone? Come si chiama un uccello rappresentato in questo modo?

Allego immagine e blasone:

d'azur aux trois fleurs de lys d'or, au chef d'argent chargé d'un coq bicéphale issant au naturel
(d'azzurro, a tre gigli d'oro, al capo d'argento caricato da un gallo bicefalo uscente al naturale)
Allegati
Île-de-France_818px-Blason_ville_fr_Versailles_(Yvelines).svg.png
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 52
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: Il gallo di versailles

Messaggioda Jean.de. Courtois » mercoledì 5 dicembre 2018, 20:36

la posizione di una figura posta di fronte è blasonata: in maestà
Jean.de. Courtois
 
Messaggi: 77
Iscritto il: lunedì 7 novembre 2011, 18:10

Re: Il gallo di versailles

Messaggioda Nunkij » mercoledì 5 dicembre 2018, 20:41

Vale anche nel caso la testa sia di profilo come quando la figura è bicipite? Io sapevo che una figura in maestà ha anche la testa volta verso l'osservatore, come quella del leopardo.
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 52
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze

Re: Il gallo di versailles

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 6 dicembre 2018, 13:59

Una figura in maestà non necessariamente ha la testa in maestà (ovvero rivolta verso l'osservatore), anche se in tal caso la differente posizione della testa va il più delle volte blasonata.
Avessimo innanzi a noi un'aquila - non bicipite - certamente essa sarebbe in maestà ma con la testa di profilo e volta a destra (questa è la posizione normale per il re degli uccelli araldici).
La variante bicipite è frequente nell' aquila. E quando troviamo una figura - irrealmente - rappresentata con due teste, se l'animale è in maestà (e l'aquila nella posizione ordinaria è rappresentata così) queste vengono addossate. Eventuali differenze vanno blasonate.
Qui abbiamo un gallo, bicipite. Non possiamo che procedere nel blasone per analogia con l'aquila.
Si impone da sé un blasone di questo tipo:
D'azzurro, a tre gigli d'oro; col capo d'argento, caricato da un gallo bicipite nascente al naturale.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3525
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Il gallo di versailles

Messaggioda Nunkij » giovedì 6 dicembre 2018, 15:14

Infatti la mia questione era la seguente:

se l'aquila bicipite ci fa pensare alla posizione standard (di fronte con le due teste di profilo rivolte in senso opposto) la posizione di un altro uccello (magari meno usata e quindi meno codificata) va assimilata all'aquila?
Se io leggo "AQUILA" penso subito alla classica forma, ma se leggo "GALLO" non me lo immagino né in maestà né con la testa laterale, ma di profilo e di solito con le ali chiuse.

Mi domandavo se la sola parola bicipite fosse sufficiente a rappresentarlo come l'aquila o se fosse necessario inserire alcune modifiche dalla posizione standard del gallo.
Avatar utente
Nunkij
 
Messaggi: 52
Iscritto il: domenica 15 aprile 2018, 13:47
Località: Firenze


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti